Sotto 2-1 le piemontesi prenotano il tie-break dove le locali sono più lucide

CARIPARMA SIGRADE 3

CHIERI TORINO 2

CARIPARMA SIGRADE: Bacchi 13, Kovalenko 8, Dalia 3, Grotheus 16, Conti 7, Campanari 16, Roani ne., Moreno 18, Brusegan, Galeotti ne, Gibertini (L), Poma (L). All. Radogna

CHIERI TORINO VOLLEY CLUB: Corvese 16, Borgogno 10, Zetova ne., Veselà, Giogoli 1, Arimattei 15, Sorokaite 19, Vietti ne., Pavlovic 3, Zauri ne., Grazietti 1, Hippe 19, Borri (L). All. Beltrami

ARBITRI: Pignataro di Roma e Pol di Treviso

PARZIALI: 25-20 (26′), 22-25 (25′), 25-23 (26′), 22-25 (30′), 16-14 (18′)

PARMA – Il Chieri Torino Volley Club muove la classifica e sfata, in parte, il tabù PalaRaschi. Conquista un punto arrivato grazie alla solidità a muro (17 block vincenti) ed in ricezione dove la squadra di Beltrami totalizza un lusinghiero 79% di positività. Praticamente perfetta nel fondamentale Maurizia Borri capace di ricevere col 95% (53% i colpi perfetti). Le ospiti fanno bene anche in attacco con cinque giocatrici in doppia cifra. Spiccano in particolar modo le prove di Hippe e Corvese. La tedesca partita dalla panchina sigla 19 punti al pari di Sorokaite. La centrale romana gioca una partita di grande sostanza e carattere. Il tabellino personale parla di 16 punti totali con un’efficienza del 59% e 6 muri vincenti. Arimattei invece di palloni ne mette a terra 15, 10 quelli di capitan Borgogno. Cifre importanti a testimonianza di una squadra che non solo è tutt’altra cosa rispetto a quella vista contro Piacenza sette giorni fa, ma soprattutto è tornata ad esprimere una pallavolo di alto livello.

Già la frazione d’avvio è combattuta. C’è equilibrio fino al 19 pari poi Parma prende il sopravvento grazie ad un attacco di Grotheus e due errori del Chieri Torino Volley Club che portano la squadra di Radogna sul 23-19. C’è solo il tempo di vedere un muro targato Giogoli (20-23) poi Parma transita per prima a quota 25 con Grotheus e Dalia.

Arrivo sul filo del rasoio anche nel secondo set dove Beltrami schiera Hippe come opposta preferendola a Pavlovic. La giocatrice tedesca era entrata nelle battute finali del set precedente al posto di Arimattei. Dopo la seconda sospensione tecnica il Chieri Torino Volley Club gestisce con maturità i palloni importanti andando in vantaggio sul 17-18. La fuga buona arriva dopo il 20 pari per le ragazze di Beltrami con Hippe e Borgogno che mettono a terra due palloni a testa 21-24. Le piemontesi poi beneficiano di un errore al servizio delle ospiti. Il terzo parziale si gioca punto a punto sino al 22 pari. Due errori consecutivi del Chieri Torino Volley Club consentono al Cariparma di portarsi sul 24-22 ed andare in vantaggio 2-1 nel conteggio dei parziali al terzo set ball.

Nella frazione successiva Borgogno e socie scendono in campo con grande determinazione tanto da portarsi avanti 9-13 e resistere al ritorno delle locali andando alla seconda sospensione tecnica in vantaggio 15-16. Quanto basta per prendere sufficientemente il largo (18-21) grazie a Sorokaite ed Hippe e non consentire a Parma di raggiungere la parità. Arimattei infatti mette a terra due palloni di fondamentale importanza. E’ lei che firma il 22-20 ed il 23-21. Sorokaite tiene a +2 il Chieri Torino Volley Club (24-22). Borgogno porta le sue compagne al tie-break (25-22).

Al quinto set Parma ha più lucidità. Non per niente conquista un vantaggio di cinque lunghezze (11-6). Il Chieri Torino Volley Club prova a rimettersi in carreggiata (10-13). Arriva – 2 (11-13). Grazietti, momentaneamente entrata al posto di Giogoli fa 14 pari poi ai vantaggi il Cariparma SiGrade viene premiato. Il Chieri Torino Volley Club sfiora il successo e conferma la sua vocazione al quinto set. Tre tie-break giocati in nove partite.

Ufficio Stampa Chieri Torino Volley Club

Alessandro Paolinelli