Partita quasi perfetta quella giocata ieri sera alla Scorpion Bay Arena Cotta Morandini, dove la Valpe ha travolto il Renon per 6 a 3 grazie a una prestazione straordinaria di tutta la squadra guidata da un ispiratissimo Nikiforuk che ha firmato il match con un Hat Trick.

Ancora decimata dagli infortuni, la Valpe però recupera Frigo che viene subito schierato in prima linea al fianco di Sirianni e Desmet, e Pietro Canale.

Inizio spettacolare con i valligiani che partono alla carica sin dai primi minuti di gioco; gli altoatesini rispondono alla pari, ma al minuto 7, 48 è Desmet a spezzare l’equilibrio con un tiro di back.

Con il vantaggio in tasca, i Bulldogs iniziano a giocare con intelligenza, chiudendosi in difesa e ripartendo con micidiali contropiedi ben neutralizzati dal goalie ospite.

Nella ripresa dopo due minuti è Nikiforuk a insaccare la rete che vale il 2 a 0 infilando il disco in appoggio tra i gambali del portiere altoatesino dopo aver seminato tutta la difesa avversaria.

A metà frazione però il Renon prima accorcia le distanze con Pichler e poi trova il pareggio grazie a un tiro di Gruber che sorprende Leinonen sul primo palo.

Ristabilita la parità, i Buam cercano in tutti i modi di sfruttare il momento favorevole per portarsi addirittura in vantaggio, ma è ancora il Cowboy Desmet a portare avanti i suoi al 35’15” e, a meno di due minuti dalla fine, Bembridge, dopo aver colpito un palo, segna la rete che vale il 4 a 2.


Nella terza frazione si scaldano gli animi: gli altoatesini mettono la partita sul piano fisico ed in situazione di powerplay è il neo acquisto Andy Delmore a trovare il goal con una fucilata dalla blu. Gli ultimi minuti di partita si trasformano però nell’Alex Nikiforuk Show: dopo essere stato fermo due minuti in panca puniti per una penalità assai dubbia, il centro canadese torna sul ghiaccio e con due azioni straordinarie fulmina il giovane Niederstatter facendo esplodere di gioia i 1500 spettatori che, con un conto alla rovescia, accompagnano il drittel verso la sirena finale.

Prestazione superlativa della squadra che è tornata ad emozionare il proprio pubblico con una partita memorabile, forse la più bella Valpe di tutta la stagione : concreta e attenta in difesa, fantasiosa e con buoni schemi in attacco.

Unico neo della serata è l’infortunio a Jon Awe che non è più sceso in pista nel terzo tempo. E’ stato accompagnato in ospedale per accertamenti per essere poi dimesso poche ore dopo. Un grande in bocca al lupo al difensore statunitense!

Prossima giornata di campionato Giovedì 22 Dicembre ore 20.30 : Bolzano – Valpe

Prossimo turno casalingo Lunedì 26 Dicembre ore 20.30 : Valpe – Cortina

HC Valpellice Bodino Engineering – Renon Sport Renault Trucks 6:3 (1:0, 3:2, 2:1)

HC Valpellice Bodino Engineering: Tero Leinonen (Marcello Platè); Jon Awe, Trevor Johnson, Ryan Martinelli, David Urquhart, Florian Runer, Luca Rivoira, Martino Durand Varese; Robert Sirianni, Taggart Desmet, Garett Bembridge, Alex Nikiforuk, Luca Frigo, Alex Silva, David Stricker, Marco Pozzi, Pietro Canale;

Coach: Mike Ellis

Renon Sport Renault Trucks: Josef Niederstatter (Benjamin Saurer); Benjamin Bregenzer, Andy Delmore, Brad Farynuk, Ingemar Gruber, Markus Hafner, Klaus Ploner; Thomas Spinell, Scott May, Dan Tudin, Thomas Pichler, Chris Blight, Mac Faulkner, Emanuel Scelfo, Matteo Rasom, Lorenz Daccordo, Matthias Fauster, Alexander Eisath, Rupert Stampfer;

Coach: Greg Holst

Marcatori: 1:0 Taggart Desmet (7.48), 2:0 Alex Nikiforuk (22.28), 2:1 Thomas Pichler(28.27), 2:2 Ingemar Gruber (30.19), 3:2 Taggart Desmet (35.15), 4:2 Garret Bembridge (38.13), 4:3 Andy Delmore (41.25), 5:3 Alex Nikiforuk (57.07), 6:3 Alex Nikiforuk (59.14)

Foto Gill&Mon: Alex Nikiforuk prima del goal

L’Ufficio Eventi e Marketing

H.C. Valpellice Bodino Engineering