I bianconeri piegano in tre set il team di Conte. Nelle prime due frazioni Perugia comanda con autorità le operazioni. Più combattuto il terzo parziale con Vujevic e compagni bravi a resistere alla reazione dei padroni di casa. Decisiva la grande serata dei Block Devils a muro, con ben 17 punti conquistati nel fondamentale. A metà stagione classifica eccellente per la compagine del presidente Sirci. Definito anche il tabellone delle final eight d coppa Italia. Nei quarti, mercoledì 18 gennaio al Pala Evangelisti, c’è il derby con Castello…

 

EDILESSE CONAD REGGIO EMILIA-SIR SAFETY PERUGIA 0-3

Parziali: 18-25, 16-25, 25-27

EDILESSE CONAD REGGIO EMILIA: Orduna 1, Moreno 13, Inserra 3, Tondo 9, Bigarelli 5, Barbareschi 4, Peli (libero), Luppi, Ippolito 1, Goi. N.E.: Dall’Olio, Casadei. All. Conte, vice all. Puleo.

SIR SAFETY PERUGIA: Daldello 4, Tamburo 15, Corsini 9, Tomassetti 7, Vujevic 13, Petric 14, Cesarini (libero), Bucaioni, Belcecchi. N.E.: Bartoli, Zamagni, Lattanzi, Fusaro (libero). All. Kovac, vice all. Fontana.

Arbitri: Luca Andreoni – Giuliano Venturi

LE CIFRE – REGGIO EMILIA: 8 b.s., 0 ace, 69% ric. pos., 43% ric. prf., 42% att., 4 muri. PERUGIA: 8 b.s., 3 ace, 75% ric. pos., 50% ric. prf., 44% att., 17 muri.

PERUGIA ­– Decimo successo stagionale della Sir Safety Perugia che, rispettando i pronostici della vigilia, piega in trasferta in tre set l’Edilesse Conad Reggio Emilia nell’ultima giornata d’andata della serie A2 Sustenium. Terzo posto eccezionale al giro di boa dei Block Devils di Kovac che anche al PalaBigi hanno dimostrato di attraversare un ottimo periodo di forma (con i tre di stasera sono in tutto 26 punti conquistati nelle ultime dieci giornate) e di aver acquisito una tipologia di gioco concreta ed efficace. Contro la formazione di coach Conte, compagine al contrario in difficoltà di risultati come testimonia il penultimo posto in classifica, i bianconeri hanno tenuto costantemente il pallino del gioco nelle prime due frazioni, lavorando bene nella fase break e soprattutto a muro. Sospinti dalle bordate di Tamburo e dai colpi di classe di Vujevic, i ragazzi cari al vice presidente Rossi si sono portati meritatamente in vantaggio di due set (18-25 e 16-25 i parziali). Decisamente più combattuta ed equilibrata la terza frazione con le due squadre che si sono date battaglia a suon di schiacciate e muri fino alla roulette dei vantaggi, nella quale la Sir ha saputo avere la zampata decisiva con l’ace finale di Daldello (25-27). Decisivo nell’economia del match il muro della Sir. Ben 17 i punti conquistati dalla squadra di Kovac in questo fondamentale con tutti gli effettivi in campo a segno e con i due centrali Tomassetti e Corsini a fare la parte del leone rispettivamente con 5 e 4 “block”. Al resto ci ha pensato una ricezione sempre costante orchestrata dal libero Cesarini che ha permesso a Daldello di armare “Spacca” Tamburo in posto due e l’onda serba Vujevic-Petric in zona quattro. I tre attaccanti di palla alta bianconeri hanno chiusi tutti in doppia cifra, risultando spesso imprendibili per la seconda linea di Reggio Emilia. Dunque vittoria meritata per Perugia che chiude l’andata a quota 33 punti, mantenendo la terza piazza ed approfittando dei risultati degli altri campi per portarsi a ridosso della vetta, con la coppia Segrate-Castellana Grotte ora distante due sole lunghezze. Con il termine della prima fase del campionato, è stata anche definita la griglia delle final eight di coppa Italia (alla quale la Sir si era già matematicamente qualificata la scorsa settimana). Nei quarti di finale, in programma in gara unica il prossimo 18 gennaio, sfida da non perdere al Pala Evangelisti con Città di Castello per un derby che darà il pass alle semifinali. Ma a quel match i bianconeri penseranno a tempo debito. La prossima settimana infatti prende il via il girone di ritorno e per la Sir, nel giorno di Santo Stefano, c’è la temibile trasferta di Loreto.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY UMBRIA VOLLEY PERUGIA