PER L’ITALCAVE E’ IL PRIMO KO IN CAMPIONATO

L’Italcave cade al PalaCurtivecchi per 3-1 e perde la vetta della classifica (la Virtus Roma vinceraà 6-0 a tavolino in quanto la Trinakria Palermo non si è presentata). Le rossoblu di Tony Marzella giocano una partita sottotono e non riescono a capitalizzare il pareggio giunto a metà ripresa ad opera di Convertino, capitano nell’occasione al posto di Mina D’Ippolito. I gol del Salandra sono stati realizzati da parte di Quarta, nel primo tempo, Turcinovic e De Vita nella ripresa. I circa 400 di Montemesola, però, si sono divertiti a vedere una gara comunque emozionante. Sul finale da segnalare un paio di rigori non concessi allo Statte per un fallo di mano di L’Assainato e per un tocco sulla caviglia destra di Nicoletti. Adesso arrivano le meritate vacanze. Alla ripresa ci sarà il Cus Palermo, sempre in casa, l’otto gennaio per la prima di ritorno.

COPPA ITALIA Questo l’elenco completo della squadre che accedono alla Final Eight del Marzo 2012. Futsal Tsc&Preci, Kick Off, Città di Montesilvano, Lupe; Virtus Roma, Italcave Real Statte, Lazio, Pro Reggina.

IL MATCH L’Italcave parte con Margarito, Buonfrate, Nicoletti, Convertino e Bianco. La squadra di Sergiano risponde con Gelsomino, Turcinovic, L’Assainato, De Vita e Pinto. La sfortuna sembra essere tutta dalla parte dello Statte sin dai primi istanti di gioco: trenta secondi e Bianco poco fuori dall’area di rigore centra il palo alla destra di Gelsomino. Le squadre si studiano: il Salandra si chiude e riparte in contropiede, l’Italcave prova a sfondare mancando, però, dell’ultimo passaggio. Al quinto Pinto dalla destra esalta le qualità di Margarito. Un minuto dopo è Buonfrate a provare dalla destra ma l’estremo ospite riesce a parare senza grossi problemi. All’ottavo il vantaggio Ita: percussione di Pinto sulla destra e cross in area per la neo entrata Maria Quarta che tutta sola non può che realizzare l’uno a zero. La reazione dello Statte si vede solo nel finale di prima frazione, nell’arco di dieci secondi: Porta prova il destro dal vertice sinistro dell’area di rigore ma la traversa interna sputa il pallone fuori dalla linea bianca. Sul prosegue dell’azione è Bianco a provarci ma il tiro finisce di poco fuori. Nella ripresa l’Italcave sembra trovare il bandolo della matassa. Bianco e Nicoletti al quarto minuto ci provano in rapida successione ma il tiro dalla destra della prima e un buon intervento di Gelsomino negano la gioia del gol. All’ottavo è Nicoletti di testa a mettere di un pelo alto sulla traversa. Il pareggio è cosa fatta al 9’ e 20 secondi. Convertino vola sulla destra tira di destro e mette la palla in rete. Se l’uno a uno può dare nuovo vigore alle velleità delle stattesi, la pressione dell’Ita si concretizza nell’arco di quaranta secondi. Turcinovic si ritrova tutta sola sulla sinistra, tiro a girare che, con l’aiuto del palo interno, firma il nuovo vantaggio per le lucane. Lo Statte si getta in avanti ed è nuovamente Bianco a centrare il legno alla destra del portiere del Salandra. Poi due rigori netti non dati su Nicoletti, al diciottesimo, e un fallo di mano netto di l’Assainato non segnalato dagli arbitri un minuto dopo. Sul proseguo dell’azione palla a De Vita che di prima intenzione mette la sfera in rete dalla propria metà campo sfruttando l’inserimento di Dipierro come portiere di movimento. Finisce 3-1 per il Salandra e per l’Italcave è il primo ko in campionato.

MARZELLA: NON ABBIAMO GIOCATO DA STATTE MA NON POSSIAMO CANCELLARE UN ANNO RICCO DI SODDISFAZIONI. Faccia scura sia per la prestazione sia per quei due rigori non concessi sul finale. Tony Marzella ingoia il boccone amaro della sconfitta non nascondendosi dietro il dito. “E’ stata una partita che non abbiamo approcciato bene, siamo stati disattenti in occasione dei primi due gol e, forse, meritavamo qualcosa in più all’inizio della ripresa. Dispiace per i due rigori non dati che sono stati sottolineati anche dallo stesso Salandra, ai quali faccio i miei complimenti per la vittoria. Nonostante una non buona prestazione la fortuna non ci ha aiutato: i 3 legni colpiti stanno a dimostrare che comunque abbiamo provato a far nostra la partita. Loro hanno sfruttato i nostri errori e quindi ora dobbiamo rimboccarci le maniche e ripartire. Voglio comunque ringraziare le ragazze per aver dato il cuore e l’anima nel corso di tutta la partita e di tutto questo 2011. Una sconfitta non può cancellare tutto quello che è stato fatto in questa annata. Le vittorie in campo regionale e nazionale stanno a sottolineare che noi ci siamo. Ora godiamoci queste feste e utilizziamo questo periodo per limare tutti quei dettagli che non hanno funzionato in questa sfida”.

TABELLINO

ITALCAVE REAL STATTE-ITA MERCATO DELL’ORO SALANDRA 1-3 (primo tempo 0-1)

MARCATRICI: pt 7’ 56’’ Quarta (IS); st 9’ 20’’ Convertino (IRS), 10’ Turcinovic (IS), 19’ 40’’ De Vita (IS)

Italcave Real Statte: Margarito, Modugno, Blasi; Russo, Dipierro, Convertino, Porta, Buonfrate, Nicoletti, Bianco, Marangione, Peluso. All. Marzella

Ita Salandra: Dibiase, Castellano, L’Assainato, Ludovico, Pinto, Turcinovic, Zagaria, Gelsomino, Fiengo, Quarta, De Vita, Sangiovanni. All. Sergiano

Arbitri: Alessi (Taurianova), Ciciarello (Catanzaro). CRONO: Cipriani (Taranto)

Angoli: 14-9

Spettatori: 400 circa di cui una cinquantina provenienti da Salandra

RISULTATI

Lazio Femminile – Cus Palermo 7-1

P. Ganzirri – Nuova Focus Foggia 4-2

Pro Reggina – Jordan Aufugum 6-2

Italcave Real Statte – Ita Mercato dell’Oro 1-3

Trinakria – Virtus Roma Ciampino Non Disputata

Woman Napoli B.Energy spa – Città di Pescara 2-4

CLASSIFICA

Italcave Real Statte 24

Virtus Roma Ciampino 23*

Lazio Femminile 22

Pro Reggina 21

Jordan Aufugum 21

Ita Mercato dell’Oro 17

Cus Palermo 16

Nuova Focus Foggia 15

Woman Napoli B.Energy spa 12

Città di Pescara 7

P. Ganzirri 6

Trinakria 2*

*= una gara in meno

L’ADDETTO STAMPA DEL REAL STATTE FRANCESCO FRIULI