Nell’ultima partita del 2011 il Lavezzini Basket Parma viene sconfitto al PalaCiti dalla Liomatic Umbertide per 45 a 53. Una battuta d’arresto che arriva però dopo una partita combattutissima, con tanti errori arbitrali e con Parma che sino a sette minuti dalla fine era ampiamente in partita (41 a 44). Questa era quasi sicuramente l’ultima partita di Becca Tobin e la statunitense ha fatto di tutto per far vedere di che stoffa è fatta e specialmente nel primo tempo è stata sicuramente una delle migliori in campo. Coach Procaccini l’ha scelta per questo delicato match anche se la società gli aveva messo a disposizione una nuova straniera: Sonja Kireta. La croata però non è ancora al meglio e la vedremo all’opera certamente con l’anno nuovo. Parma inizia la contesa con Adriana, Corbani, Franchini, Antibe ed appunto Tobin. Coach Serventi risponde con Stansbury, Zara, Cinili, Martinez e Jovanovic. Si segna pochissimo nel primo quarto. Dopo il 2 a 0 di Tobin in apertura occorrono tre minuti per trovare il pareggio di Zara e poi dopo un lungo 4 pari il Lavezzini, con la tripla di Slavcheva, trova il vantaggio sul 7 a 6. Sarà purtroppo l’ultimo perché Modica e Ohlde chiudono il quarto sul 7 a 10 ed allungano all’inizio del secondo periodo fino al 7 a 15. Umbertide piano, piano aumenta ancora il vantaggio sino ad arrivare ad un 18 a 30 all’ottavo sul canestro della ex Zara. Entra per Parma Fall segnando e manda tutti negli spogliatoi sul 23 a 32. E’ soprattutto Adriana a latitare sullo score ancora fermo incredibilmente sullo zero. Ma le ducali non ci stanno e partono forte al rientro in campo e recuperano un po’, ma al 24’ avviene un episodio che ha dello sconcertante. Una tripla di Franchini trova per tutti ferro e tabellone, tale da far ripartire una nuova azione da 24” (il rimbalzo era di Parma), tranne che per arbitri e giudici che incredibilmente fanno scadere il tempo. Pazzesco! La coppia arbitrale non si fermerà qui, gli errori/orrori saranno tanti altri da una parte e dall’altra. 33 a 44 è il punteggio all’ultimo miniriposo con Tobin che si scatena nei primi istanti di gioco dell’ultimo parziale e fa si che il Lavezzini recuperi anche coi primi punti di Adriana. Siamo al già citato 41 a 44 che scalda il PalaCiti, già di per se eccitato anche per la presenza di numerosi tifosi umbri. Ma qui purtroppo si spegne la verve delle parmensi che sbagliano tanti tiri all’apparenza facili ed il match si chiude in scioltezza per la Liomatic. Da segnalare il fortuito brutto colpo al naso subito da Franchini da Stansbury a fine primo tempo che l’ha costretta alle cure dello staff medico in ambulatorio. Si sospetta una infrazione al setto nasale per lei. Ma Mariachiara stoicamente e coraggiosamente non si è tirata indietro e nel corso del match ha trovato il fegato di tornare in campo anche se non nelle migliori condizioni. Un plauso alla capitana. Miglior marcatrice del Lavezzini la solita Antibe con 11 putni. Per Umbertide e per il match Jovanovic con 16.

Ora per il campionato arriva la pausa delle festività natalizie. Il ritorno alla pallacanestro giocata per il Lavezzini è fissato per domenica 8 gennaio a Lucca. Ultima d’andata.

Ufficio Stampa

A.S.D. Basket Parma