Il segreto per migliorarsi ora sta nel pallone. Grazie alla scienza e alla tecnologia è arrivato uno straordinario strumento del quale l’Umana Reyer si è dotata per monitorare le caratteristiche di ogni singolo atleta e comprendere meglio dove ciascun giocatore deve migliorare. Si tratta di uno strumento innovativo, destinato a rivoluzionare le metodologie di allenamento, che l’Umana Reyer ha in dotazione in esclusiva per il Triveneto.

 

 

Una tecnologia che arriva direttamente dagli Stati Uniti per uno strumento che sarà utilizzato tanto dalla prima squadra quanto dal settore giovanile dell’Umana Reyer.

Il pallone, concepito nell’Università del Michigan, prodotto dalla statunitense 94fifty e abbinato ad un software specifico, è dotato di piccoli sensori in grado di raccogliere informazioni dettagliate che permettono al coach o al personal trainer di rilevare minuziosi particolari delle caratteristiche dei giocatori. Tutti i risultati vengono poi raccolti ed immagazzinati in un server che permette di effettuare un’analisi dettagliata di pregi e difetti di ciascun giocatore. In particolare si possono misurare qualità del tiro attraverso l’analisi di velocità di rotazione del pallone, parabola e angolo di tiro. Analoga cosa si può fare del palleggio monitorando in modo scientifico la pressione, la forza e la velocità meglio se utilizzando particolari occhiali che impediscono all’atleta di guardare il pallone per sviluppare in questo modo la memoria muscolare.

“La Reyer  crede molto nei giovani e questo significa anche essere ricettivi verso le nuove tecnologie – il commento di Francesco Benedetti, responsabile del settore giovanile maschile dell’Umana Reyer – per questo ennesimo investimento va ringraziato il Presidente Brugnaro, un investimento che ci permette di essere all’avanguardia”.

Giocatori e allenatori possono così capire su cosa focalizzare il proprio allenamento e costruire il proprio miglioramento. Dettagli difficilmente monitorabili ad occhi nudo ma che al lato pratico possono fare un’enorme differenza. Squadre e società possono in questo modo garantirsi il controllo della crescita del talento misurandolo attraverso valori e parametri oggettivi. Con l’acquisto di tale strumento rivoluzionario l’Umana Reyer sarà quindi anche fornitrice di un servizio di misurazione per quanti potessero essere interessati ad un’analisi più approfondita dei propri atleti.


“Il pallone è dotato di 6 sensori che misurano al millisecondo – ha spiegato Davide Piccoli, rivenditore per l’Europa di 94Fifty – il pallone é poi collegato ad un pc dedicato. Il software è il cuore di questo sistema e traduce le informazioni numeriche nelle caratteristiche specifiche che vogliamo misurare. Questo sistema permette di individuare con precisione scientifica le priorità di miglioramento”.