Dopo il turno di riposo, la Prima Veroli è pronta a tornare in campo nell’anticipo di venerdì 16, quando ospiterà, al Palazzetto dello Sport di Frosinone, la Giorgio Tesi Group Pistoia. La formazione biancorossa, guidata da Paolo Moretti, attualmente seconda in classifica con 14 punti, è reduce da una pesante sconfitta casalinga subita per mano della Sigma Barcellona (66-81) arrivata dopo la disastrosa trasferta della nona giornata di campionato, in cui i toscani sono usciti dal PalasportBigi di Reggio Emilia con un devastante -38 (91-43) inflitto loro dalla Trenkwalder. La compagine frusinate, dal canto suo, è a digiuno di successi ormai da oltre un mese: le tre sconfitte consecutive in campionato e l’eliminazione dalla Coppa Italia hanno, inoltre, creato nuovo malcontento nell’ambiente dopo il buon esordio di coach Nando Gentile. Veroli e Pistoia arrivano, quindi, a questo appuntamento, rispettivamente l’ultimo del 2011 da giocare in casa per i ciociari ed in trasferta per i pistoiesi, con qualche delusione da smaltire ed una grande voglia di rivalsa, anche se, ovviamente, è più delicata la situazione del team giallorosso attualmente in penultima posizione solitaria in classifica, con un plafond di 6 punti, e con due sole lunghezze di vantaggio sull’Igea S.Antimo, fanalino di coda della Legadue.

L’avversario della dodicesima giornata non sarà tra i più semplici da affrontare, perché Dwight Hardy, Bobby Jones, Donte Matis, Jack Galanda, capitan Toppo e gli altri sono elementi di assoluto valore che si presenteranno di fronte a Gatto e compagni con la grinta e la voglia di chi vuole riscattarsi dopo due scivoloni nelle ultime tre gare disputate. Per i verolani un solo input: scendere in campo per vincere, stringendo le maglie difensive ed anche i denti per non mollare mai e lottare su ogni singolo pallone. Giocare di squadra e non affidarsi alle iniziative dei singoli, sarà un altro determinante fattore per conquistare i due preziosi punti in palio che darebbero una boccata di ossigeno ai giallorossi e che, soprattutto, risolleverebbero loro il morale.

La Prima, nel corso di queste due settimane, ha anche avuto modo di inserire nel roster Anthony Giovacchini, play-maker italo-americano con una grande esperienza in Italia per aver indossato le prestigiose maglie di Bologna, Milano, Cantù, Roseto e, nella passata stagione, di Brindisi e che venerdì sera farà il suo esordio con la casacca della formazione della provincia di Frosinone.

Per mantenere alto il livello di concentrazione, gli uomini di coach Gentile, lo scorso mercoledì, si sono cimentati anche in un’amichevole di lusso con l’Acea Virtus Roma che ha consentito allo staff tecnico di testare vari aspetti e di prepararsi al meglio all’incontro con Pistoia. Ora, però, Veroli è chiamata a vincere per dare il via alla scalata, non impossibile, verso le zone nobili della classifica, sicuramente alla portata della squadra cara al presidente Zeppieri.

Donatella Schirra