La Bluenergy Novara torna da Alessandria con due punti d’oro in tasca. Due punti d’oro soprattutto perché arrivati da una partita che non si era messa per niente bene: all’intervallo Novara era sotto di 13 punti e l’inerzia era tutta dalla parte dei padroni di casa. Poi una reazione, quella decisiva, che ha raddrizzato la partita permettendo un successo di fondamentale importanza in questo momento della stagione (71-76). Era una partita difficile anche perché Alessandria era motivata per il cambio dell’allenatore, per l’arrivo di Padova, senza dimenticare che questa squadra è quella che lo scorso anno si è giocata la promozione contro il Cus Torino. Il primo quarto ha visto prevalere gli attacchi sulle difese, ma più per demerito di queste ultime che per le alte percentuali. Poi la Bluenergy è andata sotto, attaccando male, con la Zimetal ha preso il largo. Al rientro dalla pausa lunga la Bluenergy cambia faccia: viene fuori la vera Novara, sopratutto in difesa. Un ottimo Degiovanni limita molto Ogliaro e tutta la squadra ne beneficia. Gli ospiti fanno il parziale che li riporta a contatto. Nell’ultimo quarto la Bluenergy mette il naso davanti e riesce a fatica a mantenerlo non giocando bene come ne terzo quarto. Tirando le somme quando Novara difende bene, attacca anche meglio. Ma a prescindere dalle considerazioni su questa singola partita per la Bluenergy è stata una vittoria estremamente importante e di grande valore per il campionato.