LE MARZELLINE PROMOSSE IN FINAL EIGHT DI COPPA ITALIA

EMOZIONANTE 7-6 A COSENZA CONTRO LA JORDAN

FINALE INCREDIBILE CON DECISIONI DISCUTIBILI DEGLI ARBITRI

Primato e conquista del pass per la Final Eight di Coppa Italia di Marzo 2012. L’Italcave Real Statte vince per 7-6 e resta da sola in vetta respingendo l’attacco delle stesse cosentine e della Virtus Roma che ha battuto la Woman Napoli per 4-2. Partita bellissima e piena di emozioni con tripletta di capitan D’Ippolito e di Catrambone dalla parte delle Jordan Aufugum. Decisiva la mossa tattica di Tony Marzella tra il primo e il secondo tempo con Nicoletti spostata come difensore centrale, Convertino e D’Ippolito sulle fasce, utile a permettere alla prima di agire in velocità sulla fascia di competenza, e Maragione come pivot avanzato. La giostra del gol e del batticuore è stata rovinata dagli arbitri che hanno decretato l’espulsione di D’Ippolito e Catrambone rete, secondo i direttori di gara, di aver protestato eccessivamente. Negli spogliatoi, però, la coppa arbitrale ha clamorosamente deciso di invertire la scelta dell’espulsione per la Jordan mandando fuori Zagari. Con questo punteggio l’Italcave potrà difendere il titolo conquistato a Norcia e provare a vincere la seconda coccarda tricolore consecutiva. Ora il titolo di campione d’Inverno è a un passo: basterà vincere contro l’Ita Salandra che quest’oggi non ha giocato contro la Trinakria Palermo perché queste ultime non si sono presentate a disputare il match.

LA GARA L’Italcave parte con Margarito, Convertino, D’Ippolito, Nicoletti Bianco. La Jordan risponde con Reda, Bennardo, Mirafiore Fragola, Lorenzo. Pronti via e Nicoetti scarica tutta la potenza in un destro che finisce di poco fuori. Al quarto D’Ippolito sola in area cerca il gol ma il suo tiro viene respinto dalla difesa. Capovolgimento di fronte e Catrambone prova di destro a sorprendere il portiere Margarito che di piede spazza. Un minuto dopo schema su calcio d’angolo battuto dal capitano rossoblu, palla al centro per Convertino che piazza un destro a incrociare sul palo opposto protesso da Reda. Uno a zero e la sfida decolla. Minuto 9: assist di Bennardo per Catrambone palla fuori. Sessanta secondi dopo ancora Catrambone di destro ma Valentina Margarito blocca in due tempi. Stessa scena all’undicesimo e stesso finale che vede primeggiare la numero 1 dello Statte. Al dodicesimo recupero di Marangione, appena entrata, nella propria metà campo. La sfera finisce sui piedi di Nicoletti che innesca D’Ippolito, il capitano gonfia la rete mettendo il punteggio sul 2-0. Un nuovo gol per l’Italcave pare cosa fatta dopo poco: Convertino corre sulla fascia destra, tiro di prima intenzione dopo un doppio dribbling ma Reda salva parando a terra con la spalla. La gara si riapre al 15: ed è il bomber delle cosentine, Catrambone a liberarsi di D?Ippolito e incrociare di sinistro sul palo difeso da Margarito. È un sussulto che scuote uno Statte capace di mettere palla al centro e trovare il 3-1 con D’Ippolito su dormita della difesa della Jordan. Le tre reti di vantaggio potrebbero giungere con Marangione che, servita da Nicoletti, non trova la porta per un soffio grazie all’intervento prodigioso di Reda. Al sedicesimo Mirafiori recupera palla a metà campo, serve Fragola sulla sinistra che immediatamente cambia fronte di gioco per Catrambone: è 2-3. La parità giunge a un minuto dalla fine con Bennardo che corregge in rete dopo un’azione d’angolo.

Inizia la ripresa e Marzella cambia tattica che si rivelerà azzeccata: dietro Nicoletti avanti Maragione con Convertino e D’Ippolito a far volare l’Italcave. Ma il volo lo compie Margarito al primo minuto di gioco della ripresa: rinvio potente con le mani che beffa Reda. Il nuovo vantaggio dell’Italcave ravviva ancor di più la sfida. Catrambone dalla sinistra prova a sorprendere Margarito che risponde sempre presente. Nicoletti cerca il doppio vantaggio su punizione ma il fendente finisce di poco alto sulla traversa. Al quarto Porta, in contropiede, di destro per qualche centimetro non trova la gioia del gol. Ma quarantaquattro secondi dopo è sempre Catrambone a rimettere le cose a posto. La Jordan cerca di mettere avanti il muso con la solita numero 5 ma Valentina Margarito mette fuori d’istinto con la mano sinistra, prima, e poi devia quel tanto che basta sul palo alla sua destra una conclusione della cosentina. La pressione delle ioniche torna a farsi forte al sesto col nuovo vantaggio firmato da D’Ippolito, splendida punta sotto l’incrocio destro. Passano quattro minuti e Marangione fissa il punteggio sul 6-4,in contropiede. Sembra fatta per l’Italcave ma Bennardo, dalla destra, crossa forte in mezzo. Lo stesso si trasforma in tiro che sorprende la difesa ionica. Le emozioni si trasformano in batticuore: al tredicesimo tiro di Mirafiore e miracolo di Margarito. Capovolgimento di fronte e Nicoletti serve Marangione che esalta Reda. Ed è la numero 13 del Real Statte a sfiorare la doppietta al quattordicesimo e al sedicesimo. Doppietta che diventa realtà al minuto17. La gara si chiude col gol a due secondi dalla fine di Lorenzo. Poi l’incredibile finale descritto in precedenza. L’Italcave vince e la vetta è conservata.

MARZELLA: ‘GRANDI SU UN CAMPO NON FACILE’

Nonostante il finale rovinato dagli arbitri è festa in casa Italcave Real Statte. Il successo contro la Jordan Aufugum vale doppio. Passaggio in coppa Italia e vetta confermata col titolo d’Inverno che può giungere domenica prossima. Il tecnico delle rossoblu, poi, diventa stratega quando riesce ad azzeccare la mossa vincente che vale il successo pesantissimo sulle cosentine. “Siamo state brave a gestire questa gara. Su un campo piccolo abbiamo cambiato qualcosa tatticamente visto il gioco da parte della Jordan sul loro pivot avanzato Catrambone. Brave loro con quel gioco ma un bravo va a tutte le ragazze che hanno giocato una grandissima gara di sacrificio e intelligente quando sono state in grado di adattarsi alle dimensioni del campo e ai vari cambiamenti tattici che ho voluto in partita. Ma su questo aspetto non avevo dubbi vista la grande capacità d’adattamento delle mie ragazze. Ringrazio nuovamente i 100 tifosi accorsi a Cosenza a sostenerci. Mi dispiace per il finale, per quella discussione che gli arbitri hanno trasformato in un’inutile spargimento di cartellini rossi. Peccato perché era stata una bella partita, agonisticamente valida, che ci vede festeggiare. I temi positivi, poi, vengono dal doppio vantaggio che è accaduto per ben 3 volte. Sapevamo che la Jordan poteva avvantaggiarsi del campo piccolo e noi volevamo avere almeno la possibilità di gestire il doppio vantaggio. Siamo state brave a stare sempre avanti e non perdere mai di lucidità. Adesso pensiamo alla prossima gara consapevoli che volgiamo un PalaCurtivecchi pieno per festeggiare il possibile titolo d’Inverno”.

TABELLINO

JORDAN AUFUGUM-ITALCAVE REAL STATTE 6-7 (primo tempo 3-3)

MARCATRICI: pt 5’ 06’’ Convertino (IRS), 12’ 44’’ D’Ippolito (IRS), 15’ 05’’ Catrambone (JA), 15’ 35’’ D’Ippolito (IRS), 16’ 47’’ Catrambone (JA), 18’ 57’’ Bennardo (JA); st 1’ 31’’ Margarito (IRS), 4’ 44’’ Catrambone (JA), 6’ 21’’ D’Ippolito (IRS), 10’ 15’’ Marangione (IRS), 10’ 52’’ Bennardo (JA), 16’ 55’’ Marangione (IRS),19’ 58’’ Lorenzo (JA).

JORDAN AUFUGUM: Reda, De Cicco, Catrambone, Scerra, Petullà, Bennardo, Zagari, Mirafiore, Fucile, Loiacono, Fragola, Lorenzo. All Martire

ITALCAVE REAL STATTE: Margarito, Modugno, Russo, Dipierro, Convertino, Porta, Buonfrate, D’Ippolito, Nicoletti, Bianco, Marangione, Labonia. All. Marzella

ARBITRI: Galasso (Avellino), Ferraioli (Castellamare di Stabia). CRONO: Alessi (Taurianova).

ESPULSE: Zagari (JA), D’Ippolito (IRS)

AMMONITE: Bennardo (JA), Labonia, Nicoletti e Marangione (IRS)

ANGOLI: 12-5

SPETTATORI: 200 circa di cui 100 provenienti da Statte.

RISULTATI

Cus Palermo -P. Ganzirri 4-1

Città di Pescara -Lazio Femminile 1-2

Ita Mercato dell’Oro -Trinakria NON DISPUTATA

Jordan Aufugum -Italcave Real Statte 6-7

Nuova Focus Foggia -Pro Reggina 4-2

Virtus Roma Ciampino -Woman Napoli B.Energy spa 4-1

CLASSIFICA

Italcave Real Statte 24

Virtus Roma Ciampino 23

Jordan Aufugum 21

Lazio Femminile 19

Pro Reggina 18

Cus Palermo 16

Nuova Focus Foggia 15

Woman Napoli B.Energy spa 12

Ita Mercato dell’Oro 11 *

Città di Pescara 4

Trinakria 3

P. Ganzirri 3*

*= UNA PARTITA IN MENO

L’ADDETTO STAMPA DEL REAL STATTE FRANCESCO FRIULI