La Valpe supera il Vipiteno; va al Bolzano il derby col Pusteria; l’Asiago vince un match spettacolo col Fassa; Renon batte Alleghe ai penalty; Pontebba passa netto sul Cortina

Secondo successo di fila per la Valpe, contro i Broncos, ma quanta fatica!; il Bolzano batte il Pusteria nel derby e torna primo, 4 a 2 al PalaOnda con pubblico e cazzotti; Asiago e Fassa lottano sino ai penalty poi vincono gli stellati; anche Renon e Alleghe arrivano ai rigori, vincono i Buam; il Pontebba torna a volare e travolge il Cortina.

HC Valpellice Bodino Engineering – SSI Vipiteno Weihenstephan 3:2 (1:1, 1:1, 1:0)

HC Valpellice Bodino Engineering: Tero Leinonen (Marcello Platè); Jon Awe, Trevor Johnson, Ryan Martinelli, Kevin Kantee, David Urquhart, Florian Runer, Luca Rivoira, Martino Durand Varese; Robert Sirianni, Taggart Desmet, Garret Bembridge, Alex Nikiforuk, Luca Frigo, Alex Silva, David Stricker, Marco Pozzi, Stefano Coco, Pietro Canale;

Coach: Mike Ellis

Vipiteno Broncos Weihenstephan: Thomas Tragust (Dominik Steinmann); Aaron Power, Agris Saviels, Christian Rainer, Fabian Hackhofer, Simon Baur, Philip Pircher, Luca Scardoni; Ryan Ginand, Randall Gelech, Dirk Southern, Josh Prudden, Christian Sottsas, Hannes Stofner, Florian Wieser, Thomas Pichler, Patrick Mair, Alex Lanz;

Coach: Oly Hicks

Marcatori: 1:0 Marco Pozzi (5.40), 1:1 Alex Lanz (17.45), 1:2 Ryan Ginand (34.50), 2:2 Trevor Johnson (36.30), 3:2 Florian Runer (42.26)

Dopo aver espugnato Asiago la Valpe sfida il Vipiteno tra le mura amiche, e deve fare attenzione ai Broncos in ottima forma. Quattro assenti per parte: Regan, Frigo, Canale e Huddy, per i piemontesi, Lee, Bustreo, Gander ed Erlacher per gli altoatesini. L’inizio dei valligiani è buono e, dopo qualche attacco tambureggiante, è Pozzi a superare Tragust chiudendo il lavoro della prima linea. I Broncos comunque non mollano di un centimetro, e nel finale di drittel trovano il pareggio con il tiro al volo di Lanz, tutto solo nello slot. Nel periodo centrale il gioco diventa un po’ tattico e per lunghi minuti lo spettacolo latita, ma sono gli ospiti a tornare a battere un colpo: Ginand riceve da Southern direttamente dall’ingaggio e fredda Leinonen con un tiro di prima. Il pareggio della Valpe non tarda, ed è il solito Johnson con una cannonata a siglare il 2 a 2 di fine secondo periodo. Nel terzo periodo, prima la Valpe spreca un doppio power play e poi passa, grazie a Runer, che trova il secondo gol stagionale dopo due tiri consecutivi. Il 3 a 2 dei valligiani non spegne il match, e i Broncos si vedono annullare un gol, quindi pressano da matti verso la gabbia di Leinonen ma si divorano almeno quattro occasioni da gol. Arriva il successo per i Bulldogs al 60esimo, ma quanta sofferenza contro un ottimo Vipiteno.

HC Bolzano – Lupi Fiat Professional Val Pusteria 4:2 (2:0, 1:1, 1:1)

HC Bolzano: Matt Zaba (Günther Hell); Brandon Rogers, Josh Meyers, Alexander Egger, Christian Borgatello, Andrea Ambrosi, Daniel Fabris; Stefano Giliati, Jordan Knackstedt, Mac Gregor Sharp, Marco Insam, Derek Edwarson, Mark McCutcheon, Anton Bernard, Stefan Zisser, Enrico Dorigatti, Christian Walcher;

Coach: Adolf Insam

Lupi Fiat Professional Val Pusteria: Mikko Stromberg (Hannes Hopfgartner); Matt Kelly, Christian Willeit, Fredrik Persson, Olivier Magnan, Armin Hofer; Giulio Scandella, Max Oberrauch, Joe Jensen, Joseph Cullen, Thomas Erlacher, Lukas Tauber, Benno Obermair, Viktor Schweizer, Dietmar Gotsch, Manuel Ribul, Felix Haidacher, Ivan Althuber;

Allenatore: Teppo Kivela

Marcatori: 1:0 MacGregor Sharp (12.13), 2:0 Alex Egger (14.51), 3:0 Alex Egger (27.18), 3:1 Giulio Scandella (28.29), 4:1 Anton Bernard (45.31), 4:2 Joe Jensen (57.49)

Derby numero 159 tra Bolzano e Val Pusteria, match interessantissimo e con in palio punti pesanti per la vetta della classifica. i foxes devono rinunciare al solo Bruun, mentre i lupi sono in condizioni decisamente difficili: out Bona, DiCasmirro, Glira, Crepaz, Ling e Mair, e spazio ai tanti giovani pusteresi. L’inizio di match vede gli ospiti andare vicini al gol con un’azione sull’asse Jensen-Tauber, ma col passare dei minuti i biancorossi prendono il possesso assoluto della pista. Stromberg deve esaltarsi per salvare su McCutcheon, Borgatello ed Edwardson, ma al 12.13 i foxes passano: Sharp scambia con Knackstedt nello slot e fredda il goalie finlandese. Poco più tardi è capitan Egger a insaccare di nuovo, chiudendo il contropiede lanciato con Giliati, ed è 2 a 0 alla prima pausa. Il match rimane frizzante anche nel secondo periodo, con Edwardson e Tauber che fanno vedere nuovamente. Al 27.18 Egger trova la sua doppietta, infilando Stromberg dopo essere stato lanciato in uno contro zero, ma dopo soli 71 secondi Scandella fa esplodere i tifosi gialloneri con un tiro maligno sul primo palo. Il 3 a 1 accende ulteriormente i lupi, che spingono a manetta contro la difesa ospite senza però riuscire ad accorciare nuovamente, mentre i foxes si rendono pericolosi in particolar modo con Bernard. 3 a 1 dopo 40 minuti. Il drittel finale vede subito il Bolzano allungare con Bernard, bravo nel tocco ravvicinato dopo l’assist di McCutcheon, e il punto del 4 a 1 sembra mettere il match nel congelatore. La contesa però esplode a quattro minuti dal termine, con diverse risse che esaltano il folto pubblico del PalaOnda e costano una penalità partita ad Eralcher. A pochi istanti dal termine segna Jensen in contropiede, ma ormai è tardi e il Bolzano ha la meglio: foxes che si aggiudicano derby, tre punti e primo posto in classifica.

SHC Val di Fassa – Supermercati Migross Asiago 4:5 d.t.r. (1:1, 2:0, 1:3, 0:0, 0:1)

SHC Val di Fassa: Frank Doyle (Marco Menguzzato); Daniel Sullivan, Jamie Vanderveeken, David Turon, Robert Schnabel, Thomas Dantone, Hannes Oberdorfer; Trevor Kell, Matt Piva, Brad Snetsinger, Diego Iori, Stefano Margoni, Enrico Chelodi, Devid Piffer, Luca Planchesteiner, Mattia Bernard, Michele Marchetti, Cesare Sottsas, Nicola De Luca;

Coach: Miroslav Frycer

Supermercati Migross Asiago: Jeff Lerg (Davide Mantovani); Drew Fata, Matthew MacDonald, Stefano Marchetti, Enrico Miglioranzi, Michele Strazzabosco, Marco Rossi, Vittorio Basso, Andrea Gorza; John Vigilante, Layne Ulmer, Sean Bentivoglio, Michael Henrich, David Borrelli, Raffaele Intranuovo, Federico Benetti, Matteo Tessari, Nicola Tessari, Mirko Presti, Filippo Busa;

Coach: John Tucker

Marcatori: 0:1 Michael Henrich (8.32), 1:1 Stefano Margoni (19.53), 2:1 Luca Planchesteiner (35.40), 3:1 Trevor Kell (36.04), 3:2 David Borelli (41.21), 3:3 Michael Henrich (43.15), 3:4 Drew Fata (52.16), 4:4 Stefano Marghoni (55.04), rigore decisivo di Michael Henrich

Reduce dalla vittoria in casa dell’Alleghe, il Val di Fassa ospita sul ghiaccio amico un Asiago in crisi d’identità, chiamato a dare finalmente una svolta alla sua annata. I padroni di casa non possono contare su Locatin, Martin e Christian Castlunger, mentre Tucker non presenta a roster Grieco, Zamparo, Pitton e Stevan. Sono gli Stellati ad avere un approccio migliore alla sfida, riuscendo anche a passare in vantaggio grazie a Michael Henrich, con i trentini che comunque reagiscono nella seconda metà del tempo, pareggiando i conti ad un secondo dalla sirena, affidandosi a Stefano Margoni. Le occasioni da rete proseguono anche dopo la sosta, da una parte e dall’altra. Nel finale di periodo arrivano anche le realizzazioni: Planchensteiner e Sullivan segnano l’allungo fassano, con Borrelli, dall’altra parte, che accorcerebbe, se non fosse ravvisata dai direttori un’irregolarità che annulla la marcatura. Sfida tutt’altro che decisiva, in ogni caso, visto che capitan Borrelli si rifà in avvio di terza frazione, e Michael Henrich lo segue, pareggiando i conti al 43.15. Situazione completamente ribaltata nove minuti più tardi, con Drew Fata che sigla il poker dei veneti. Stefano Margoni, poi, segna il nuovo equilibrio, al 55.04, ed il match prosegue sino ai rigori. Durante i penalty segna solo l’Asiago, con Vigilante ed Henrich, che aggiunge così due punti alla sua classifica.

Renon Sport Renault Trucks – HC Alleghe Tegola Canadese 2:1 d.t.r. (1:0, 0:0, 0:1, 0:0, 1:0)

Renon Sport Renault Trucks: Karol Krizan (Josef Niederstatter); Benjamin Bregenzer, Brad Farynuk, Ingemar Gruber, Markus Hafner, Klaus Ploner, Adrian Marzoner; Thomas Spinell, Scott May, Dan Tudin, Thomas Pichler, Chris Blight, Mac Faulkner, Emanuel Scelfo, Matteo Rasom, Lorenz Daccordo, Matthias Fauster, Ruper Stampfer;

Coach: Greg Holst

Alleghe Tegola Canadese: Adam Dennis (Davide Fontanive); Michael Schutte, Jani Forsstrom, Mike Card, Francesco De Biasio, Milos Ganz, Diego Soppera; Adam Henrich, Vincent Rocco, Greg Hogeboom, Markku Tahtinen, Daniele Veggiato, Alberto Fontanive, Manuel De Toni, Manuel Da Tos, Patrick Tormen, Davide Testori;

Coach: Steve McKenna

Marcatori: 1:0 Lorenz Daccordo (17.12), 1:1 Greg Hogeboom (51.43), rigore decisivo di Scott May

Continuità. Questo il diktat in casa Renon, formazione che pare aver finalmente intrapreso la strada giusta dopo un avvio di campionato decisamente complicato. A cercare di mettere il bastone tra le ruote agli altoatesini, orfani di Graham e Eisath, l’Alleghe, che rinuncia sempre a Nicola Fontanive, nonché a Jari Monferone. Le Civette non hanno timori reverenziali, facendosi notare in avvio, salvo subire il ritorno dei padroni di casa, i quali passano al 17.12 con Lorenz Daccordo, sfiorando poi il raddoppio con capitan May. Il gol di vantaggio regge anche nel corso della seconda frazione, durante la quale i veneti, chiamati a rincorrere, fanno davvero poco dalle parti di Krizan. Il periodo conclusivo si apre con una traversa da parte della compagine dell’altopiano, che però, al 51.43, incassa il pareggio, dalla stecca di Hogeboom, il quale, con il suo sigillo, porta l’incontro all’overtime. Nel supplementare non si segna ed allora decidono i rigori: la rete che regala i due punti al Renon porta la firma di capitan May.

Aquile FVG Pontebba – Hafro SG Cortina 4:0 (1:0, 3:0, 0:0)

Aquile FVG Pontebba: Alex Petizian (Giacomo Cappellaro); Matt Waddel, Slavomir Tomko, Davide Nicoletti, Peter De Gravisi, Andrea Ricca; Tommy Goebel, Luca Rigoni, Patrick Rizzo, Kevin DeViriglio, Brian Ihnacak, Nick Anderson, Felice Giugliano, Pat Iannone, Paolo Nicolao, Andrea Rezzadore, Niccolò Pace, Ettore Tartaglione;

Coach: Tom Pokel

Hafro SG Cortina: Jean-Philippe Levasseur (Luca Burzacca); Marek Chvatal, Mark Isherwood, Luca Zandonella, Michele Zanatta, Luca Zanatta; Ryan Dingle, Curtis Fraser, Jonas Johansson, Luca Felicetti, Giorgio De Bettin, Ryan Menei, Francesco Adami, Andrea Moser, Denis Soravia, Andrea Baldo;

Coach: Stefan Mair

Marcatori: 1:0 Kevin DeVergilio (18.21), 2:0 Brian Ihancak (27.16), 3:0 Brian Ihancak (28.17), 4:0 Slavomir Tomko (32.29)

Pontebba e Cortina, quarta e terza forza del torneo, si incontrano dopo aver entrambe perso la sfida del turno precedente. Se i friulani si presentano all’ingaggio iniziale al gran completo, sull’altro fronte mancano all’appello Hennigar, Bowman, Menardi e Baur. La prima vera emozione la creano gli  ampezzani, con Moser, fermato da Petizian, in collaborazione con il palo. Le Aquile reagiscono affidandosi a Iannone e centrando, al 18.21, la rete del vantaggio, messa a segno in powerplay da Kevin DeVergilio. Padroni di casa ancora più incisivi nel periodo centrale, trascinati da un ispiratissimo  Ihnacak. L’attaccante insacca al 27.16 a seguito di un contropiede eccezionale, raddoppiando un minuto dopo addirittura in inferiorità. Al 32.29 c’è gloria pure per Tomko, per il poker friulano. Finisce di fatto qui: il Pontebba, grazie ai tre punti conquistati, consolida la quarta posizione in classifica.

Serie A – Giovedì 8 dicembre – 22° giornata stagione regolare

HC Valpellice Bodino Engineering – SSI Vipiteno Weihenstephan 3:2 (1:1, 1:1, 1:0)

HC Bolzano – Lupi Fiat Professional Val Pusteria 4:2 (2:0, 1:1, 1:1)

SHC Val di Fassa – Supermercati Migross Asiago 4:5 d.t.r. (1:1, 2:0, 1:3, 0:0, 0:1)

Renon Sport Renault Trucks – HC Alleghe Tegola Canadese 2:1 d.t.r. (1:0, 0:0, 0:1, 0:0, 1:0)

Aquile FVG Pontebba – Hafro SG Cortina 4:0 (1:0, 3:0, 0:0)

Classifica di Serie A:

1. HC Bolzano 45

2. Lupi Fiat Professional Val Pusteria 43

3. Hafro Sg Cortina 39

4. Aquile Pontebba 35

5. Alleghe Hockey Tegola Canadese 30 (una partita in meno)

6. SHC Val di Fassa 30

7. Renon Sport Renault Trucks 27

8. SSI Vipiteno Weihenstephan 26

9. HC Valpellice Bodino Engineering 26

10. Supermercati Migross Asiago 26 (una partita in meno)