Divisione Nazionale B

Tredicesima giornata di andata

Intervista al Dusan Stijepovic

Nella dodicesima giornata di andata i biancoverdi ospitano la Innotec Potenza (Palla a due alle ore 18 .Arbitri:  Aprea e Parisi di Roma).

I lucani occupano il quinto posto in classifica (7 partite vinte e 4 perse). Negli ultimi turni dopo il passo falso casalingo nel derby contro Bernalda hanno confermato di riuscire ad esprimersi meglio in trasferta, cogliendo punti a Rieti, dopo avere piegato a domicilio il Francavilla. Arrivano a Campobasso con qualche giorno di riposo in più non avendo giocato il previsto match contro il Bisceglie (lo recupereranno il prossimo 22 dicembre) nel turno precedente.

Coach Miriello ha a disposizione un’armata di senatori : il play Tessitore, la guardia Rato, le ali Serino (ex Martina che viaggia con quasi 17 punti di media, primo per valutazione media (28) e secondo nella classifica per stoppate e rimbalzi) e Lorusso (ex biancoverde nella stagione 2009/2010) e l’ala – pivot Mainoldi. Accanto a loro anche due ottimi prospetti come l’altro play Rossi (tira molto bene anche lui oltre 16 punti di media/partita) e la guardia-ala (ex Corato) Cozzoli. Una squadra che segna molto, come detto, soprattutto in trasferta (100 punti in più rispetto a quelli realizzati davanti al pubblico di casa) avendo colto in sei match disputati ben 4 centri. Gioca un basket rapido affindandosi alla velocità di Tessitore e Rossi e alla solidità di Serino e Mainoldi sotto le plance.

I biancoverdi hanno lavorato in questi giorni per cercare di risollevare soprattutto il morale. La sconfitta di Reggio Calabria ha fiaccato un po’ l’entusiasmo ritrovato con la vittoria contro Scauri nell’ultima apparizione casalinga al Vazzieri (sempre più in pessime condizioni nell’indifferenza generale). In questa fase del torneo servono punti da conquistare soprattutto in casa e con qualche ‘morso’ ben affondato, in trasferta.

Sulla prossima avversaria e sullo stato attuale della squadra che paga sotto l’aspetto motivazionale una condizione di classifica non consona alle proprie potenzialità, abbiamo rivolto alcune domande a Dusan Stijepovic , il minore dei fratelli montenegrini, al suo secondo anno in casacca biancoverde, che dimostra tutta la sua grinta e la voglia di ritornare presto a sorridere.

– Domenica, nel dopo match di Reggio Calabria, il coach della Viola, Fantozzi ha elogiato il roster biancoverde, inserendolo fra i primi 5 del girone e ritenendo che l’attuale posizione in classifica non corrisponda al proprio valore.

Abbiamo sicuramente una rosa di qualita`. Non saprei dirti da che posto esattamente, ma sicuramente non da 13mo. Purtroppo per tanti motivi non siamo stati in grado di esprimere il nostro potenziale al100%. Stiamo vivendo un momento di grande difficolta`.


– Potenza è una squadra esperta che ha raccolto molto in trasferta. Con che atteggiamento mentale la affronterete.

Potenza e` una squadra buona, molto perimetrale. Tirano quasi tutti con delle ottime percentuali da 3pt e sicuramente quello sara` l`arma piu grande della squadra avversaria. Noi, nonostante il momento difficile che stiamo affrontando dobbiamo pensare solo ed esclusivamente a mettercela tutta in campo e di vincere.

– Tre partite in una settimana, domenica si parte di nuovo verso Francavilla Fontana, poi ultimo sprint con Pescara. Descrivi questo scampolo di anno 2011 che è iniziato con il tuo arrivo a Campobasso.
Siamo partiti con tantissimo entusiasmo e con la voglia di strafare. Purtroppo nel corso della stagione sono arrivate grossisime difficolta` per tutta la famiglia Mens Sana che, secondo me in qualche modo` ci hanno tolto la tranquilità. Aggiungici anche qualche partita persa `allo scadere`e , così, adesso ci troviamo nella posizione attuale. Tra un po` arrivano delle partite importantissime con squadre toste. Non sara` per niente facile, ma cercheremo di dare tutto quello che in questo momento abbiamo per superare gli ostacoli.

– La settimana scorsa la ‘stirpe’ Stijepovic si è impreziosita con l’arrivo della piccola Marta, figlia di Milos che merita la dedica di una vittoria in casa.

La piccola Marta e` una delle cose piu` belle che mi sono successe nella vita. Mi sento daverro super nei panni dello zio. Colgo l`occasione di fare gli auguri a mio fratello e alla sua moglie Sneza perche` hanno fatto una bimba davvero splendida. Dopo la giornata di allenamenti e dello stress psico-fisico che ogni atleta vive tutti i giorni, il ritorno a casa con lei nel lettino mi trasmette una grandissima gioia. Si mi piacerebbe molto dedicarle una bella vittoria.

– I risultati positivi richiamano pubblico ma in questo momento la squadra ha bisogno del calore del tifo campobassano per rimettersi in carreggiata. Rivolgi un appello ai tifosi perchè vengano in tanti al Vazzieri per sostenervi.

Credo che quando il Pala Vazzieri era pieno, il pubblico ci ha sostenuto al massimo abbiamo sempre fatto una bella figura, mettendo nelle grandi difficolta` anche Agrigento che ha vinto tutte le partite ed ha una rosa da serie superiore. Ci ha dato anche una grossa mano per superare Scauri, l`ultima partita in casa, pur stando in un periodo molto difficile. Quindi io invito tutta la città di Campobasso a venire domani e a darci una grande mano perchè ne abbiamo veramente bisogno!