Prima di due insidiose sfide nel giro di 3 giorni al Palabarbuto di Napoli; Romano: “Se concentrati ce la si può fare”. Comandini: “Il nostro è un buon momento e bisogna avere rispetto per i nostri giovani”

Per la Benacquista Assicurazioni Latina Basket, il tour de force è iniziato. Ora viene davvero il bello, perché la trasferta al Palabarbuto contro i padroni di casa della BPMed Napoli, alla quale seguirà 2 giorni dopo la sfida interna con Capo d’Orlando, rappresentano un grandioso banco di prova che testerà non poco le ambizioni della compagine di coach Mattia Ferrari.


I partenopei, capoclassifica della Conference Sud Ovest, sono stati protagonisti quest’anno di una partenza fulminea prima e di due passi indietro dentro casa poi, contro avversari del rango di Ferentino e la stessa Orlandina. Sul proprio campo, però restano una formazione da temere, perché imbottita di gente del calibro del top scorer Musso e dei lunghi Gatti, Iannilli e Rizzitiello; per non parlare dell’ex di turno Rotondo. Una trasferta temibile, ma il buon momento della Benacquista Assicuraizioni, reduce da 4 vittorie nelle ultime 5 partite, potrebbe spingere i nerazzurri sulle ali dell’entusiasmo verso l’impresa. Questa l’analisi pre-gara dell’ala piccola Riccardo Romano: “Troveremo una squadra molto agguerrita con giocatori dal grande calibro che possono fare la differenza – dichiara Romano -; ultimamente stanno anche facendo il pieno di pubblico al palazzetto, oltre a giocare una bella pallacanestro nonstante qualche episodio di flessione. Da parte nostra – continua – occorrerà cercare un approccio positivo, stare concentrati su ogni singolo pallone e preparati a livello sia fisico sia mentale, perché a mio avviso ce la si può fare ad uscire vincitori”. “L’importante – prosegue – è cercare di non subire un parziale importante subito perchè contro una squadra esperta e motivata potrebbe rivelarsi decisivo.

Riguardo alla situazione interna, Romano ammette: “I nostri giovani sono migliorati tanto, e anche noi stiamo attraversando un periodo di ripresa, su tutti Riccardo Serena, un giocatore straordinario sotto tutti i punti di vista e che merita rispetto perché è molto forte. Inoltre – conclude – la pressione con cui coach Mattia Ferrari ci sta facendo allenare in queste ultime settimane è per noi di grande aiuto”.

A dire la sua sull’importantissimo incontro, anche il General Manager Daniele Comandini: “La nostra fase di crescita può essere inquadrata dai 25’ in cui eravamo avanti contro Torino ai meravigliosi 35’ contro Matera di domenica scorsa – ammette il GM nerazzurro -. Come dice anche lo stesso coach Ferrari, non ci sono partite facili; ci stiamo allenando con grande intensità per farci sempre trovare pronti ed il nostro obiettivo è pensare ad una partita per volta per vincerle tutte”. Per quanto riguarda invece il progetto nerazzurro: “Ad inizio campionato tutti erano scettici su questa squadra, ma io adesso posso dire che il nostro progetto sta vivendo un buon momento grazie all’impegno dei nostri giovani ed al contributo di giocatori come Romano e Milani che contro Matera hanno fatto la differenza”. Conclusione con ritorno sulle polemiche dell’ultimo finale di gara: “Bisogna dare fiducia ai giovani; questa società non si riempie la bocca di belle promesse dopo l’accordo con l’SMG e poi ridicolizza i ragazzi facendoli entrare negli ultimi 2’ nonostante stai vincendo di 25 punti; oppure, peggio ancora, togliergli subito al primo errore. Bisogna aver rispetto per ragazzi e per il nostro lavoro”.

Ultimo allenamento al Palabianchini in vista di Napoli mercoledì dalle 15 alle 17; poi giovedì 8, visualizzazione video alle 11:45, prima del pranzo e della partenza alla volta del Palabarbuto prevista alle 13. Gli arbitri dell’incontro saranno Caroli di Milano e Del Felice di Monza.

Ufficio stampa Benacquista Assicurazioni Latina Basket