I gialloblù non entrano mai in partita. Il big match si chiude con una sconfitta per 3-0

Segrate, 4 dicembre 2011 – Si ferma a otto la striscia vincente del Volley Segrate. I Leoni gialloblù, nel big match della Serie A2, vengono sconfitti 3-0 (25-17, 25-20, 25-22) dalla Bcc-Nep Castellana Grotte. Il sestetto di Daniele Ricci, forse per l’importanza della gara, non riesce mai a entrare in partita e a impensierire gli avversari che, in scioltezza, chiudono l’incontro in un’ora e venti minuti di gioco portandosi a una sola lunghezza in classifica dai Leoni che mantengono la vetta a quota 30.

La chiave della partita sono stati i troppi errori segratesi che, a conti fatti, tra battute sbagliate (14) e attacchi fuori misura hanno regalato 33 punti agli avversari. Troppi per una squadra che non ha certo bisogno di questi regali. Basse le percentuali degli attaccanti, solo Van Den Dries (61%) ha superato il 50%. Solo il fondamentale del muro (7 contro 3) ha funzionato meglio di quello avversario.

Sestetti. Il rientro di Bram Van Dries, Daniele Ricci può schierare di nuovo il sestetto titolare con l’opposto belga in diagonale con Fabroni; Botto e Baranek schiacciatori di banda; Alletti e Russo al centro e Pesaresi libero.

Vincenzo Di Pinto schiera Falaschi in regia in diagonale con Milushev; Maric e Castellano in banda; Elia e Giosa centrali con Cicola libero.

HA DETTO

Daniele Ricci (allenatore Volley Segrate): «Non sono deluso per il risultato, che ci poteva anche stare visto il valore della sestetto che abbiamo incontrato, ma per la qualità del gioco espressa dalla squadra. In questo partita c’è stato il merito degli avversari, ma anche il nostro demerito. Quasi tutti hanno vissuto la partita con troppa tensione e non sono mai riusciti a entrare in clima gara. In battuta, che è il nostro fondamentale migliore, siamo stati molto fallosi. Abbiamo subito molto in ricezione e commesso troppi errori in attacco. Onore al merito di Castellana, ma non è questo il vero Segrate. Oltre a subire, infatti, il gioco avversario abbiamo fatto a muro e non siamo riusciti a sfruttare nemmeno le occasioni di facile contrattacco».

SET BY SET

Primo set. Partenza choc per i segratesi di Daniele Ricci, costretto a fermare il gioco a pochi minuti dal fischio d’inizio sul 6-3 per Castellana, subito dopo un punto diretto subìto in ricezione. Il time-out non cambia l’inerzia dell’inizio della gara: il primo time-out tecnico, infatti, arriva sull’8-4 con gli altri due punti pugliesi che sono due errori segratesi di Botto in attacco e di Botto in battuta. Il Volley Segrate non riesce a contenere gli attacchi dei padroni di casa e subisce passivamente fino al 15-8. Il 16-12 è solo un fuoco di paglia. La ripartenza di Castellana è bruciante: 19-13, 21-14 fino al 25-17 finale con l’ennesimo ace pugliese.

Secondo set. Max Russo a muro mette a terra il primo punto del secondo parziale. Alletti invade a muro, invece, per il primo vantaggio pugliese: 3-2. Segrate impatta a 6, ma al primo tempo tecnico Castellana è avanti di un break (8-6) propiziato da un errore in attacco di Botto. Un muro su Van Den Dries dà il 9-6 ai pugliesi. Segrate continua a subire in ricezione e Ricci ricorre, come nel primo set, a Canzanella per Botto senza ottenere risultati. Sul 12-8 il tecnico di Segrate chiama time-out. E sul 14-8, dopo un altro ace subito, anche il secondo. Al secondo tempo tecnico Segrate è sotto di 4 punti (16-11). Che diventano 3 sul 19-16, quando Di Pinto ferma il gioco. Ma anche il secondo set si chiude a vantaggio dei pugliesi: 25-20.

Terzo set. E’ equilibrato l’avvio del terzo set: Alletti mura Milushev per il 4-3 segratese, ma Castellana è avanti 8-6 al primo tempo tecnico con un giallo a Fabroni per proteste. Continua la saga degli errori: attaccano fuori Canzanella e Russo. Ricci ferma il gioco sul 10-6. Castellana continua a martellare (13-9) e Segrate a sbagliare: Canzanella in rete per il 16-11. Ricci ritenta la carta Botto, Fabroni infila la battuta del 18-15 e Di Pinto interromper il momento positivo con un time-out. Sul 22-19 Pinelli va in battuta per Russo e Segrate si fa sotto fino al 22-21 con un muro di Baranek su Castellano. Poi i pugliesi accelerano ancora e Van Den Dries dà una mano mandando out la battuta del 25-22 che chiude la partita.

BCC NEP CASTELLANA-VOLLEY SEGRATE 3-0 (25-17, 25-20, 25-22)

BCC NEP CASTELLANA: Cazzaniga, Elia 2, Ricciardello, Falaschi, Castellano 3, Milushev 19, Rodirguez, Maric 16, Giosa 1, Cicola (libero). Non entrati: Rinaldi (libero), Torre, Salgado. All. Di Pinto.

VOLLEY SEGRATE: Fabroni 1, Van Den Dries 12, Pesaresi (libero), Alletti 6, Russo 3, Botto 4, Baranek 12, Pinelli , Canzanella 2, Radunovic. Non entrati: Braga, Preti, Caprotti. All. Ricci.

Arbitri: Frapiccini di Falconara (AN) e Piersanti di Perugia.

Note. Durata set: 24’, 28’, 29’. BCC NEP Castellana: ace 5, battute sbagliate 15; muri 3; ricezione: perfetta 39%, positiva 59%; attacco 52%, errori 4. Volley Segrate: ace 4, battute sbagliate 14, muri 7, ricezione: perfetta 47%, positiva 63%; attacco 45%, errori 19.

BCC NEP CASTELLANA-VOLLEY SEGRATE SUI MEDIA. La gara sarà trasmessa integralmente da TRS (canale 93 DT) martedì 6 dicembre alle 20,30 alle 22 e in replica mercoledì 7 alle 22.30; da Videostar Sport (canale 630 DT in Lombardia, 97 DT in Piemonte) venerdì 2 novembre alle 20,30.

I RISULTATI DELLA DODICESIMA GIORNATA: Sir Safety Perugia-Pallavolo Molfetta 3-1; Carige Genova-Caffè Aiello Corigliano 1-3; Energy Resorces Carilo Loreto- NGM Mobile S.Croce 3-1; Cassa Rurale Cantù-Club Italia Roma 1-3; BCC‐NEP Castellana Grotte-Volley Segrate 3-0; CheBanca! Milano-Sidis Atripalda 3-0; Globo Banca Pop. Frusinate Sora-Gherardi SVI Città Di Castello 0-3; Cicchetti Isernia-Edilesse Conad Reggio Emilia 3-1.

LA CLASSIFICA. Volley Segrate 30; Castellana Grotte 29; Città di Castello e Perugia 24; Molfetta 23; Loreto e Genova 22; Sora 21; Milano 20; Santa Croce 19; Corigliano 17; Roma 15; Isernia 9; Cantù 6; Reggio Emilia 5; Atripalda 2.

Per informazioni:

Mariella Caruso

Ufficio stampa Volley Segrate 1978