Continua, per il secondo anno consecutivo, l’attenzione della Federazione Italiana Pallacanestro per la diffusione e la conoscenza del basket presso i giovani atleti delle scuole primarie, con la prosecuzione del progetto Basket School. L’iniziativa, patrocinata dalla Regione Lombardia e sponsorizzata da Molten, verrà ufficialmente presentata presso il Palazzo Pirelli (via Fabio Filzi 22, Milano) lunedì 5 dicembre 2011 a partire dalle ore 11.
In occasione della conferenza stampa verranno illustrati i dettagli organizzativi del progetto che porterà degli istruttori qualificati individuati dal Settore Minibasket del CRL a svolgere un totale di 8 lezioni (per classe) entro il maggio 2012, per introdurre agli alunni delle classi terza, quarta e quinta elementare di oltre 60 istituti scolastici delle province di Milano e Como i concetti-base della pallacanestro attraverso il gioco-sport Easybasket. Ogni scuola coinvolta nel programma riceverà un kit composto da 10 palloni appositamente creati da Molten, 10 pettorine, un segnapunti e una gigantografia di un giocatore della Bennet Cantù (per le scuole in provincia di Como) o dell’EA7 Armani Milano (per le scuole della provincia di Milano): in tutto saranno coinvolti oltre 8200 bambini di oltre 370 classi delle primarie comasche e milanesi.


Il grande successo dell’edizione 2010-2011 (41 scuole e più di 8000 alunni coinvolti nella sola provincia di Milano) ha portato il CRL a rinnovare con entusiasmo l’iniziativa e ha trovato la conferma di partner importanti come Regione Lombardia e Molten, a testimonianza dell’efficacia della proposta educativa e formativa, come ribadito dal Presidente della FIP Lombardia Enrico Ragnolini: “Il progetto Basket School nasce dalla volontà di raggiungere un duplice obiettivo: far nascere l’amore per la pallacanestro e la voglia di giocare nei bambini, insegnando loro i valori di base dello sport attraverso il ‘nostro’ sport. In quest’ottica il basket non è solo il ‘fine’, ma anche il ‘mezzo’ per insegnare e condividere valori universali che aiutino i bambini a diventare persone valide prima ancora che bravi atleti”.
Accanto all’aspetto prettamente ludico, infatti, con il quale il bambino entra in contatto con il gioco, ne apprende le prime regole e inizia ad avere confidenza con la palla, gli spazi, le strutture e i compagni di gioco, il progetto Basket School riserva un ruolo altrettanto fondamentale all’aspetto educativo-formativo: attraverso l’esperienza vissuta e reale della pallacanestro, si condivideranno con i bambini i valori fondanti dello sport come l’impegno, la solidarietà, l’amicizia, il rispetto di sé stessi e degli altri, il valore della vittoria e della sconfitta.
In linea di continuità con quanto fatto nella scorsa edizione, per approfondire ulteriormente questi valori e per contribuire a porre le basi della cultura sportiva tra le nuove generazioni di piccoli atleti, ci sarà un Dream Team di testimonial di lusso che racconteranno le loro esperienze di altissimo livello nel basket italiano ed internazionale. Nell’edizione 2010-2011, infatti, hanno aderito personaggi di assoluto rilievo come Valerio Bianchini, Franco Casalini, Fabrizio Frates, Vittorio Gallinari, Sandro Gamba, Pierluigi Marzorati, Davide Pessina, Dan Peterson, Roberto Premier, Roberto Pittis, Carlo Recalcati e lo stesso presidente federale Dino Meneghin.
Saranno proprio questi grandi campioni, giocatori, allenatori e tecnici, protagonisti assoluti del panorama italiano della palla a spicchi, a recarsi nelle scuole coinvolte nel progetto per illustrare l’importanza dei valori garantiti dallo sport– ed in particolare del basket – nella formazione e nella crescita dell’individuo.

Ufficio Stampa

Luca ROSSINI