Il Bolzano vince soffrendo il derby col Renon; il Vipiteno espugna nuovamente Alleghe; Cortina in rimonta sul Fassa; il Val Pusteria travolge la Valpe; grande Pontebba ad Asiago

È del Bolzano il 91esimo derby col Renon, due gol di Bernard regalano la vittoria ai penalty ai foxes; terzo successo del Vipiteno contro l’Alleghe, De Toni espugnato per 4 a 2; il Cortina in rimonta batte il Fassa per 3 a 1; devastante partita del Val Pusteria che travolge la Valpe con un 9 a 0 che non ammette repliche; il Pontebba spazza via l’Asiago all’Odegar, 7 a 0 il finale.

HC Bolzano – Renon Sport Renault Trucks 2:1 d.t.r. (1:1, 0:0, 0:0, 0:0, 1:0)

HC Bolzano: Matt Zaba (Günther Hell); Josh Meyers, Alexander Egger, Christian Borgatello, Daniel Fabris, Andrea Ambrosi, Brandon Rogers; Mark McCutcheon, Mac Gregor Sharp, Jordan Knackstedt, Marco Insam, Derek Edwardson, Stefano Giliati, Anton Bernard, Stefan Zisser, Enrico Dorigatti, Christian Walcher

Coach: Adolf Insam

Renon Sport Renault Trucks: Karol Krizan (Roland Fink); Ingemar Gruber, Markus Hafner, Benjamin Bregenzer, Brad Farynuk, Ethan Graham, Klaus Ploner; Mac Faulkner, Dan Tudin, Emanuel Scelfo, Chris Blight, Lorenz Daccordo, Scott May, Thomas Pichler, Matteo Rasom, Thomas Spinell, Rupert Stampfer, Matthias Fauster

Coach: Greg Holst

Marcatori: 0:1 Lorenz Daccordo (6.01), 1:1 Anton Bernard (10.46), rigore decisivo di Anton Bernard

Derby numero 91 tra Bolzano e Renon, con i padroni di casa in cerca del sesto successo consecutivo mentre gli ospiti devono riscattare la brutta prova casalinga offerta contro il Pontebba. Foxes che recuperano tre uomini, ovvero Rogers, Edwardson e Walcher, mentre il solo Bruun è assente; i Rittner Buam sono praticamente al completo, con l’unica assenza di Niederstatter. L’inizio del Renon è migliore rispetto a quello dei biancorossi, complici due superiorità numeriche consecutive. Dopo aver sprecato una buona chance Daccordo si fa perdonare e trova la deviazione vincente sul tiro di Gruber. Lo svantaggio sveglia il Bolzano che, prima sfiora un gol con Edwardson, e poi impatta col tocco astuto di Bernard su rebound concesso da Krizan. 1 a 1 alla prima pausa. La seconda frazione vede i padroni di casa in cattedra sotto il profilo del gioco, ma con troppe occasioni fallite sulla coscienza: tante occasioni create e tanti errori sottoporta permettono al Renon di non pagare 20 minuti di sofferenza. Sempre 1 pari alla seconda pausa. Nel terzo periodo il Renon sale di livello e il match si fa più pepato, e anche la difesa biancorossa ha il suo da fare. Le occasioni migliori arrivano nel finale, con prima un errore di Edwardson in controfuga, e a 18 secondi dal termine una grande parata di Zaba su May. È overtime al PalaOnda, ma nei cinque minuti del prolungamento non succede molto, e i rigori sono la conclusione più logica per questo derby. Servono ben 12 rigori per stabilire un vincitore, e dopo 11 errori è ancora Bernard a bucare la rete del Renon regalando il successo ai foxes.

Alleghe Tegola Canadese – Vipiteno Weihenstephan 2:4 (1:1, 0:2, 1:1)

Alleghe Tegola Canadese: Adam Dennis (Davide Fontanive); Michael Schutte, Jani Forsstrom, Mike Card, Francesco De Biasio, Milos Ganz, Diego Soppera; Adam Henrich, Vincent Rocco, Greg Hogeboom, Markku Tahtinen, Daniele Veggiato, Alberto Fontanive, Manuel De Toni, Jari Monferone, Manuel Da Tos, Patrick Tormen, Davide Testori;

Allenatore: Steve McKenna

Vipiteno Broncos Weihenstephan: Thomas Tragust (Dominik Steinmann); Agris Saviels, Aaron Power, Christian Rainer, Fabian Hackhofer, Simon Baur, Philip Pircher, Luca Scardoni; Ryan Ginand, Randall Gelech, Dirk Southern, Josh Prudden, Christian Sottsas, Hannes Stofner, Florian Wieser, Tobias Kofler, Thomas Pichler, Patrick Mair, Alex Lanz;

Allenatore: Oly Hicks

Marcatori: 1:0 Adam Henrich (5.56), 1:1 Ryan Ginand (13.39), 1:2 Ryan Ginand (21.15), 1:3 Patrick Mair (30.41), 2:3 Jani Forsstrom (45.21), 2:4 Dirk Southern (59.12)

Sotto lo sguardo delle telecamere Rai, l’Alleghe, formazione ancora in corsa, assieme all’Asiago, per la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia, ospita il Vipiteno, ultima forza del torneo. I padroni di casa rinunciano ancora a Nicola Fontanive, mentre i Broncos devono a fare a meno di Brian Lee, Paolo Bustreo, Markus Gander e Daniel Erlacher. Le Civette iniziano la sfida in maniera pimpante, sfruttando la maggiore spinta rispetto agli avversari con Adam Henrich, a segno al 5.56. Prosegue incessante la pressione da parte dei veneti, i quali, però, dopo aver sbagliato molto, sono costretti ad incassare il pari, messo a segno da Ryan Ginand al 13.39. L’attaccante statunitense in forza agli altoatesini si dimostra cecchino infallibile anche in avvio di secondo tempo, superando per la seconda volta in serata la guardia di Adam Dennis. Il goalie di casa, a metà frazione, è costretto a raccogliere pure il terzo disco dal fondo della sua porta, battuto, nella circostanza, da Patrick Mair. Ci pensa Jani Forsstrom, al 45.31, a rilanciare le quotazioni dei ragazzi di McKenna, i quali ci provano sino alla fine, subendo però nel finale la marcatura a porta vuota da Dirk Southern.

Hafro SG Cortina – SHC Val di Fassa 3:1 (0:1, 1:0, 2:0)

Hafro SG Cortina: Jean-Philippe Levasseur (Luca Burzacca); David Bowman, Marek Chvatal, Mark Isherwood, Luca Zandonella, Michele Zanatta, Luca Zanatta; Ryan Dingle, Curtis Fraser, Rob Hennigar, Jonas Johansson, Luca Felicetti, Giorgio De Bettin, Ryan Menei, Francesco Adami, Andrea Moser, Denis Soravia, Andrea Baldo;

Allenatore: Stefan Mair

SHC Val di Fassa: Frank Doyle (Marco Menguzzato); Daniel Sullivan, Jamie Vanderveeken, David Turon, Robert Schnabel, Thomas Dantone, Hannes Oberdorfer; Trevor Kell, Matt Piva, Brad Snetsinger, Diego Iori, Stefano Margoni, Enrico Chelodi, Devid Piffer, Luca Planchesteiner, Martin Castlunger, Mattia Bernard;

Allenatore: Miroslav Frycer

Marcatori: 0:1 Matt Piva (3.06), 1:1 Curtis Fraser (35.53), 2:1 Jonas Johansson (42.00), 3:1 Luca Felicetti (59.32)

Il Cortina, che nell’ultimo turno del girone di andata e ritorno ha perso la vetta della classifica, prova a riprendersi contro il Fassa, compagine che riuscì ad espugnare l’Olimpico nel match di esordio della stagione. Christian Menardi non ce la fa in casa ampezzana, come il backup Baur; i trentini, invece, rinunciano a Rudi Locatin e Mironov. La formazione ospite dimostra di trovarsi davvero bene sul ghiaccio degli Scoiattoli, segnando quasi immediatamente con il redivivo Matt Piva, il quale, di fatto, decide la prima frazione di gioco. De Bettin e compagni, in ogni caso, continuano a premere alla ricerca del pareggio, che trovano al 35.53 grazie a Curtis Fraser. In avvio di terzo tempo, poi, il punteggio si ribalta completamente, con Jonas Johansson che, in powerplay, segna il sorpasso del Cortina. Il risicato vantaggio regge sino alle battute conclusive, quando Luca Felicetti chiude definitivamente i conti.

Lupi Fiat Professional Val Pusteria – HC Valpellice Bodino Engineering 9:0 (4:0, 2:0, 3:0)

Lupi Fiat Professional Val Pusteria: Mikko Stromberg (Hannes Hopfgartner); Matt Kelly, Christian Willeit, Fredrik Persson, Olivier Magnan, Armin Hofer, Christian Mair, Daniel Glira; Giulio Scandella, David Ling, Max Oberrauch, Joe Jensen, Joseph Cullen, Lukas Crepaz, Nate DiCasmirro, Patrick Bona, Thomas Erlacher, Lukas Tauber, Aaron Tomasini, Felix Haidacher;
Allenatore: Teppo Kivela

HC Valpellice Bodino Engineering: Tero Leinonen dal 32.31 Marcello Platè; Jon Awe, Trevor Johnson, Ryan Martinelli, Kevin Kantee, David Urquhart, Florian Runer, Martino Durand Varese; Robert Sirianni, Taggart Desmet, Garret Bembridge, Alex Nikiforuk, Alex Silva, David Stricker, Marco Pozzi, Stefano Coco, Pietro Canale;

Allenatore: Mike Ellis

Marcatori: 1.0 Olivier Magnan (3.43), 2:0 David Ling (5.43), 3:0 Joe Jensen (6.07), 4:0 Max Oberrauch (7.57), 5:0 Giulio Scandella (25.58), 6:0 Patrick Bona (32.31), 7:0 Patrick Bona (41.14), 8:0 David Ling (47.04), 9:0 Christian Willeit (56.11)

Partita interessante quella di Brunico, dove un Val Pusteria lanciatissimo dall’8 a 0 rifilato al Vipiteno ospita una Valpe sempre pericolosa, e con in pista i grandi ex Sirianni e Desmet. I lupi sono al gran completo con il recupero di DiCasmirro, mentre negli ospiti si segnalano tre defezioni importanti, ovvero Regan, Frigo e Huddy. Il primo tempo è a dir poco travolgente da parte degli altoatesini, che nel giro di 8 minuti annichiliscono gli avversari con un netto 4 a 0: Magnan, Ling, Jensen e Oberrauch firmano le reti che costringono Ellis a chiamare il timeout, ma non basta perché la Valpe non riesce a svegliarsi. Nella frazione centrale la musica non cambia, e Scandella e Bona (in power play) fanno capire che il Pusteria non vuole abbassare il ritmo, e costringono Ellis a sostituire Leinonen con Platè. La Valpe prova a trovare almeno il gol della bandiera, ma Stromberg chiude imbattuto anche dopo 40 minuti. Anche nell’ultimo periodo i lupi non tolgono il piede dall’acceleratore e trovano altre tre reti, con Bona, Ling e Willeit, firmando un travolgente 9 a 0 nei confronti dei valligiani. Da segnalare il secondo shut out consecutivo per Stromberg, sempre più convincente in stagione.

Supermercati Migross Asiago – Aquile FVG Pontebba 0:7 (0:2, 0:3, 0:2)

Supermercati Migross Asiago: Anthony Grieco (Davide Mantovani); Drew Fata, Matthew MacDonald, Stefano Marchetti, Enrico Miglioranzi, Michele Strazzabosco, Marco Rossi, Vittorio Basso, Andrea Gorza; John Vigilante, Layne Ulmer, Sean Bentivoglio, Jason Pitton, Michael Henrich, Raffaele Intranuovo, Federico Benetti, Matteo Tessari, Nicola Tessari, Michele Stevan, Mirko Presti, Filippo Busa;

Allenatore: John Tucker

Aquile FVG Pontebba: Alex Petizian (Matteo Galtarossa); Matt Waddel, Slavomir Tomko, Davide Nicoletti, Peter De Gravisi, Andrea Ricca; Tommy Goebel, Luca Rigoni, Patrick Rizzo, Kevin DeViriglio, Brian Ihnacak, Nick Anderson, Felice Giugliano, Pat Iannone, Paolo Nicolao, Andrea Rezzadore, Niccolò Pace, Ettore Tartaglione;

Allenatore: Tom Pokel

Marcatori: 0:1 Pat Iannone (2.42), 0:2 Kevin DeVergilio (17.19), 0:3 Brian Ihnacak (31.46), 0:4 Luca Rigoni (34.47), 0:5 Patrick Rizzo (36.41), 0:6 Tommy Goebel (40.29), 0:7 Luca Rigoni (54.46)

Un successo per parte. È questo il bilancio dopo il primo girone stagionale tra Asiago e Pontebba: gli Stellati, reduci dal successo di Continental Cup, non possono contare su capitan Borrelli, influenzato, e propongono in porta il goalie Grieco. I friulani, al gran completo, passano già al 2.42, affidandosi a Pat Iannone. I tentativi dei vicentini di rientrare non vanno a buon fine, anzi: in situazione di inferiorità, i ragazzi di Pokel raddoppiano con Kevin DeVergilio (17.19). Si mette ancora peggio per i padroni di casa al 31.46, quando il Pontebba cala il tris, passando, per la seconda volta in sera, con l’uomo in meno, grazie a Brian Stephen Ihnacak. L’attacco ospite punge pure in powerplay, qualche istante più tardi, con Luca Rigoni e, prima della sirena, c’è gloria pure per Patrick Rizzo. Il terzo tempo si apre come si era chiuso il secondo, con un altro gol delle Aquile, in questa circostanza firmato da Tommy Goebel. Al 54.26 arriva pure la doppietta di Luca Rigoni, che di fatto conclude una contesa a senso unico.

Serie A – Giovedì 1 dicembre – 19° giornata stagione regolare

HC Bolzano – Renon Sport Renault Trucks 2:1 d.t.r. (1:1, 0:0, 0:0, 0:0, 1:0)

Alleghe Tegola Canadese – Vipiteno Weihenstephan 2:4 (1:1, 0:2, 1:1)

Hafro SG Cortina – SHC Val di Fassa 3:1 (0:1, 1:0, 2:0)

Lupi Fiat Professional Val Pusteria – HC Valpellice Bodino Engineering 9:0 (4:0, 2:0, 3:0)

Supermercati Migross Asiago – Aquile FVG Pontebba 0:7 (0:2, 0:3, 0:2)

Classifica di Serie A:

1. Lupi Fiat Professional Val Pusteria 39

2. HC Bolzano 39

3. Hafro Sg Cortina 39

4. Aquile Pontebba 29

5. Alleghe Hockey Tegola Canadese 26 (una partita in meno)

6. SHC Val di Fassa 26

7. Supermercati Migross Asiago 24 (una partita in meno)

8. Renon Sport Renault Trucks 20

9. SSI Vipiteno Weihenstephan 20

10. HC Valpellice Bodino Engineering 20

 

Serie A: Foto/Photo 19° giornata/19. Spieltag

Asiago – Pontebba: Paolo Basso di tiellephoto.it