La A2 maschile ospita Chiavari alle 18.30

Fabrizio Cattaruzzi non ha dubbi, “E’ una partita da vincere, che possiamo vincere”.

La squadra di pallanuoto maschile di A2 del Plebiscito, in classifica ancora al palo, scenderà in vasca alle 18.30 alle piscine di casa di via Geremia per cominciare a macinare punti.

Le due precedenti giornate di campionato hanno visto la squadra di Fabrizio Cattaruzzi fermata per un solo goal di scarto prima contro Bergamo, poi contro Verona.

“Abbiamo perso due partite per un goal di differenza, sono cose che bruciano e fanno rabbia”, commenta Fabrizio, “credo però che ad un certo punto sia inevitabile avere delle difficoltà in vasca quando manca esperienza e i ragazzi sono giovani”.

La squadra inoltre soffre molto per la mancanza di Moldvai, vero motore della squadra, fermato da un’espulsione per due giornate alla prima di campionato. “Abbiamo decisamente bisogno di lui in vasca. La nostra squadra conta tre giocatori d’esperienza e se uno è in tribuna siamo in difficoltà”.

Campionato duro per una squadra giovane ed inesperta. Tutte le contendenti sono agguerrite e cercano quanto prima di garantirsi la salvezza, ciò di cui ha indubbiamente bisogno il Plebiscito.

“Il campionato è diviso in due tronconi: un primo con le “solite” Trieste, Torino, Brescia e Como, un secondo con tutte le altre”, continua coach Cattaruzzi. “Noi dobbiamo cercare di garantirci più risultati possibili con le squadre al nostro livello. Contro Chiavari dobbiamo fare di tutto per portare a casa il risultato, altrimenti diventa delicato trovarsi dopo tre giornate di campionato a zero punti”.

Chiavari si presenta al Plebiscito con un pareggio e una sconfitta rimediati nelle due precedenti giornate.

La formazione annunciata:

Barbato, Caprani, Conte, Filippetto (cap.), Gottardo, Bezic, Tomasella, Zanovello, Rigon, Tono, Ciatto, Segala, Rossi.