BOLOGNA-ATALANTA 3-1
 
BOLOGNA (4-3-1-2)
Gillet; Raggi, Portanova, Loria, Morleo; Perez (1’st Pulzetti), Mudingayi, Kone; Ramirez (30st Gimenez); Di Vaio (20’st Cherubin), Acquafresca
A disp: Agliardi, Garics, Casarini, Paponi
All: Pioli

ATALANTA (4-4-1-1)
Consigli; Masiello (21’pt Bellini), Capelli, Lucchini, Peluso; Bonaventura (18’st Tiribocchi), Cigarini (7’st Schelotto), Carmona, Padoin; Moralez; Denis
A disp: Frezzolini, Minotti, Marilungo, Gabbiadini
All: Colantuono

Arbitro: Bergonzi di Genova
Assistenti: Iannello e Bianchi
Quarto uomo: Rocchi

Marcatori: 7’pt Denis (At), 45’pt Di Vaio rig. (Bo), 3’st Ramirez (Bo), 23’st Loria (Bo)
Ammoniti: 24’pt Bonaventura (At), 30’pt Denis (At), 42’pt Portanova (Bo), 6’st Padoin (At), 6’st Mudingayi (Bo)


Di Valentina Cristiani

BOLOGNA. La gara perfetta, quella che non ti aspetti. Quella più bella: sofferta nel primo tempo e giocata al massimo “fin quando ce n’è”, nella ripresa.
Proprio come Pioli ha chiesto ai suoi ragazzi nella conferenza stampa alla vigilia della partita…..

RAMIREZ DAY. Il Bologna ha sconfitto per tre a uno l’Atalanta grazie ad una splendida prestazione del gioiellino Gaston Ramirez che, prima si è procurato il rigore realizzato da capitan Di Vaio, ha poi segnato un goal e disposto il cross per la rete di Loria. Non gli si poteva chiedere di più in quella che è stata…la sua giornata. L’Atalanta era passata in vantaggio grazie alla rete di Denis al settimo del primo tempo. La prima frazione di gioco è stata appannaggio dei nerazzurri, mentre nella ripresa gli uomini di mister Pioli si son dimostrati più cinici. I bergamaschi non hanno demeritato e lo dimostrano i numeri. Possesso palla 55% a 45% per i nerazzurri, otto angoli a sei sempre per gli ospiti che hanno tirato 15 volte, 5 nello specchio. Quattro tiri nello specchio su nove del Bologna. Capelli e Mudingay leader nelle palle recuperate, 21 a testa. 41 passaggi riusciti per Carmona.
 
Mister Pioli: “Ho visto grande spirito di squadra e generosità. Il Bologna non vinceva in casa da otto mesi e all’inizio della gara siamo andati un po’ in difficoltà: bravi a rimanere compatti a continuare a crederci e a sfruttare ogni minimo errore dell’avversario. L’Atalanta è una squadra tosta: senza i punti di penalizzazione sarebbe stata seconda in classifica. Sapevamo che non sarebbe stato facile ma siamo riusciti a portare a casa il risultato. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra: oggi, anche con qualche errore, abbiamo provato a muovere la palla e a fraseggiare. Ora dobbiamo continuare a crescere perchè abbiamo tutti i mezzi per farlo. Sabato ci aspetta un altro appuntamento difficile: il Palermo è la squadra con il rendimento migliore nelle gare casalinghe e da martedì dobbiamo concentrarci su questo”.
 
Capitan Di Vaio: “La vittoria di oggi, contro l’Atalanta, ha sancito il ritorno al gol di Marco Di Vaio, che al 45′ del primo tempo ha trasformato il rigore del momentaneo pareggio rossoblù: “Quel pallone era pesantissimo quando l’ho appoggiato sul dischetto del rigore, un po’ perchè non segnavo da tanto tempo, ma soprattutto perchè pareggiare al 45′ ci avrebbe permesso di rimettere in piedi la partita ed entrare con più fiducia nella ripresa. E cosi è stato: siamo entrati bene nel secondo tempo riuscendo a vincere una gara importante. E’ già la seconda consecutiva che siamo determinanti nella ripresa, dobbiamo lavorare ancora per estendere a tutti i 90 minuti la concentrazione e l’intensità che abbiamo messo in questi secondi tempi. Sono contento di essermi sbloccato, c’era tanta attesa, dedico il gol ai tifosi e a quelli che mi hanno dimostrato affetto in questo periodo. Finalmente mi sono potuto tagliare la barba: mia moglie e le bimbe sono molto più contente”.