Un Renon coraggioso supera il Pusteria; il Bolzano rimonta e batte il Cortina; l’Alleghe espugna Canazei nel terzo tempo; Asiago batte Valpe e rialza la testa; Vipiteno batte Pontebba ai tiri di rigore

Il derby altoatesino tra Renon e Val Pusteria va ai Rittner Buam, che colpisono per tre volte nel primo tempo; passo avanti del Bolzano che rimonta il Cortina e lo brucia nel finale; con un grande ultimo periodo l’Alleghe espugna Canazei e trova il secondo successo consecutivo; non finisce la crisi della Valpe che perde anche contro l’Asiago; il Vipiteno vince il terzo match consecutivo in trasferta e batte il Pontebba.

Renon Sport Renault Trucks – Lupi Fiat Professional Val Pusteria 3:2 (3:1, 0:0, 0:1)

Renon Sport Renault Trucks: Karol Krizan (Benjamin Saurer); Benjamin Bregenzer, Ethan Graham, Ingemar Gruber, Markus Hafner, Klaus Ploner, Ruben Rampazzo; Thomas Spinell, Scott May, Dan Tudin, Thomas Pichler, Chris Blight, Mac Faulkner, Emanuel Scelfo, Matteo Rasom, Lorenz Daccordo, Matthias Fauster, Alexander Eisath;

Allenatore: Greg Holst

Lupi Fiat Professional Val Pusteria: Mikko Stromberg (Hannes Hopfgartner); Matt Kelly, Christian Willeit, Fredrik Persson, Olivier Magnan, Armin Hofer, Christian Mair, Daniel Glira; David Ling, Max Oberrauch, Joe Jensen, Joseph Cullen, Lukas Crepaz, Patrick Bona, Nate Di Casmirro, Lukas Tauber, Benno Obermair, Viktor Schweizer;
Allenatore: Teppo Kivela

Marcatori: 1:0 Ingemar Gruber (16.13), 1:1 Max Oberrauch (16.52), 2:1 Dan Tudin (17.33), 3:1 Chris Blight (18.28), 3:2 David Ling (51.47)

Derby altoatesino tra Renon e Val Pusteria e partita importante per entrambe le formazioni, con i padroni di casa che vogliono i tre punti e gli ospiti che puntano la vetta della classifica. Renon senza Farynuk e Stampfer, ospiti senza Scandella ed Erlacher. Il primo drittel è a dir poco combattuto, con gli arbitri costretti a fischiare spesso e ad affibbiare diversi minuti di penalità. Passano i Buam con l’ex capitano Gruber per primi, quindi Oberrauch li aggancia dopo pochi secondi, ma Tudin e Blight mettono due reti di vantaggio alla prima sirena per un Renon decisamente caldo. Anche nel secondo tempo i padroni di casa giocano meglio del Pusteria, un po’ troppo sterile in attacco; da segnalare che nel finale di frazione Mac Faulkner ha sbagliato un tiro di rigore, stagione davvero stregata per l’ex bomber dell’Alleghe. Nel periodo conclusivo i lupi spingono a testa bassa per accorciare le distanze e ci riescono con Ling al 51.47, grazie ad un polsino angolato dalla destra che non viene trattenuto da Krizan. Nel finale di match il portiere slovacco però si esalta e stoppa ogni occasione avversaria, regalando il secondo successo consecutivo al Renon.

HC Bolzano – Hafro SG Cortina 4:2 (0:2, 2:0, 2:0)

HC Bolzano: Matt Zaba (Günther Hell); Brandon Rogers, Josh Meyers, Alexander Egger, Anti Bruun, Andrea Ambrosi, Daniel Fabris; Stefano Giliati, Jordan Knackstedt, Mac Gregor Sharp, Mark McCutcheon, Anton Bernard, Stefan Zisser, Enrico Dorigatti, Stefano Piva, Riccardo Tombolato, Federico Demetz;

Allenatore: Adolf Insam

Hafro SG Cortina: Jean-Philippe Levasseur (Luca Burzacca); David Bowman, Marek Chvatal, Mark Isherwood, Luca Zandonella, Michele Zanatta; Ryan Dingle, Curtis Fraser, Rob Hennigar, Jonas Johansson, Giorgio De Bettin, Ryan Menei, Francesco Adami, Andrea Moser, Denis Soravia, Fabio Alverà, Andrea Baldo, Christian Menardi;

Allenatore: Stefan Mair

Marcatori: 0:1 Curtis Fraser (16.30), 0:2 Mark Isherwood(19.48), 1:2 Jordan Knackstedt (25.34), 2:2 MacGregor Sharp (35.12), 3:2 MacGregor Sharp (41.11), 4:2 Jordan Knackstedt (59.59)

Il Bolzano ospita la capolista Cortina e deve affrontare problemi in attacco per via degli infortuni: con out Walcher, Insam ed Edwardson coach Insam porta con se i giovani Demetz, Piva e Tombolato, ma recupera Rogers in difesa. Stefan Mair invece non può contare sui soli Baur e Luca Zanatta, e schiera il suo attacco delle meraviglie. Il match inizia su ritmi decisamente bassi con poco da segnalare. Intorno a metà frazione i bolzanini inanellano diverse occasioni ma un ottimo Levasseur salva i suoi in ogni occasione, quindi al 16.30 un micidiale contropiede ampezzano sblocca il match: Johansson ruba il disco e scappa sulla destra, assist perfetto al centro per Fraser che non sbaglia. A 12 secondi dal termine arriva anche il raddoppio con una fucilata del solito Isherwood dalla blu, ed è 2 a 0 alla prima sirena per gli ospiti. Nella frazione centrale il Bolzano si sveglia ed esce dal guscio, prima con Sharp e Meyers fermati alla grande da Levasseur, e poi trovando il gol con Knackstedt, bravo nella deviazione dal centro. Caricati dal gol i foxes spingono sino al pareggio, firmato da Sharp con un rebound da due passi, ma nel finale il match si ravviva e il Cortina si scontra con un grande Zaba che mantiene il 2 a 2 sino alla sirena. In apertura di terzo drittel il Bolzano si porta in vantaggio ancora con Sharp che sfrutta al meglio una doppia superiorità numerica, quindi Levasseur salva i suoi da altre clamorose occasioni biancorosse. Il Cortina alza poi le marce e, nella seconda metà di frazione, cinge d’assedio la porta di Zaba, non riuscendo però a fulminarlo nonostante qualcosa come tre penalità consecutive fischiate agli uomini di Insam. Ci pensa Knackstedt a chiudere i conti con l’empty net gol a un secondo dal termine.

HC Valpellice Banca di Cherasco – Supermercati Migross Asiago 3:6 (0:0, 2:3, 1:3)

HC Valpellice Bodino Engineering: Marcello Platè (Andrea Malan); Jon Awe, Trevor Johnson, Ryan Martinelli, Kevin Kantee, David Urquhart, Florian Runer, Luca Rivoira, Martino Durand Varese; Robert Sirianni, Taggart Desmet, Garret Bembridge, Ryan Huddy, Alex Nikiforuk, Luca Frigo, Luca Felicetti, Alex Silva, David Stricker, Marco Pozzi, Stefano Coco, Pietro Canale;

Allenatore: Mike Ellis

Supermercati Migross Asiago: Jeff Lerg (Alessandro Tura); Drew Fata, Matthew MacDonald, Stefano Marchetti, Enrico Miglioranzi, Michele Strazzabosco, Julian Zamparo, Marco Rossi, Vittorio Basso, Andrea Gorza; John Vigilante, Layne Ulmer, Sean Bentivoglio, Jason Pitton, Michael Henrich, David Borrelli, Matteo Tessari, Nicola Tessari, Mirko Presti, Filippo Busa;

Allenatore: John Tucker

Marcatori: 0:1 Jason Pitton (22.14), 0:2 Layne Ulmer (24.59), 1:2 Alex Nikiforuk (25.50), 1:3 Enrico Miglioranzi (32.30), 2:3 Trevor Johnson (36.35), 2:4 Michael Henrich (47.51), 2:5 Layne Ulmer (49.42), 3:5 Trevor Johnson (51.10), 3:6 David Borrelli (59.31)

A Torre Pellice si sfidano le due deluse di questo avvio di stagione, ovvero Valpellice e Asiago. I padroni di casa non possono ancora contare su Kevin Regan in porta, mentre sull’altro fronte mancano all’appello Zamparo, Stevan e Benetti. I piemontesi costruiscono qualcosa in più nella prima metà della frazione iniziale, salvo subire il ritorno avversario nel finale. Al 22.14 gli Stellati riescono a superare la guardia di Platè, passando a condurre con Pitton. Successivamente, nel corso di due powerplay distinti, Ulmer insacca ancora in favore dei veneti, e Nikiforuk gli risponde, accorciando le distanze. Al giro di boa, poi, nuova realizzazione ospite, messa a segno da Miglioranzi, anche in questo caso “annullata” dal gol torrese di Trevor Johnson. L’Asiago prende definitivamente il largo nella fase iniziale del terzo tempo, passando con Henrich e Ulmer. Sull’altro fronte è il solito Johnson a mantenere vive le speranze della Valpe, che si infrangono al gol a porta vuota di Borrelli.

SHC Val di Fassa – HC Alleghe Tegola Canadese 1:4 (0:0, 1:1, 0:3)

SHC Val di Fassa: Frank Doyle (Marco Menguzzato); Daniel Sullivan, Jamie Vanderveeken, David Turon, Thomas Dantone, Hannes Oberdorfer; Trevor Kell, Matt Piva, Brad Snetsinger, Rudi Locatin, Diego Iori, Enrico Chelodi, Egor Mironov, Luca Planchesteiner, Martin Castlunger, Mattia Bernard, Damiano Casagranda;

Allenatore: Miroslav Frycer

Alleghe Tegola Canadese: Adam Dennis (Davide Fontanive); Michael Schutte, Jani Forsstrom, Mike Card, Francesco De Biasio, Matteo De Val, Milos Ganz; Nicola Fontanive, Adam Henrich, Vincent Rocco, Greg Hogeboom, Markku Tahtinen, Daniele Veggiato, Alberto Fontanive, Manuel De Toni, Jari Monferone, Manuel Da Tos, Erwin Bez, Iacopo Cancellieri;

Allenatore: Steve McKenna

Marcatori: 1:0 Diego Iori (28.43), 1:1 Adam Henrich (35.10), 1:2 Michael Schutte (54.17), 1:3 Adam Henrich (55.05), 1:4 Vince Rocco (58.39)

Reduce da due sconfitte consecutive, il Fassa, privo in serata di Margoni, ospita l’Alleghe, ancora senza Tormen, che arriva all’appuntamento dalla scorpacciata di giovedì contro il Valpellice. Gli attacchi faticano a trovare varchi interessanti, anche se i trentini recriminano per un palo centrato da Mironov. Bisogna così attendere sino a metà del periodo centrale perché si assista al cambio di punteggio: a segnare sono i ragazzi di Frycer, che si affidano all’abilità sotto porta di capitan Iori. Poco prima della sosta si registra pure il pareggio agordino, che arriva in powerplay, dalla stecca di Adam Henrich. Il nuovo equilibrio regge sino al 54.17, quando Michael Shutte porta avanti gli ospiti, i quali, nemmeno un minuto dopo, salgono pure a quota tre, grazie alla doppietta di Adam Henrich. Nel finale Daniele Veggiato rimpingua ulteriormente il bottino delle Civette.

Aquile FVG Pontebba – Vipiteno Weihenstephan 3:4 d.t.r. (0:2, 1:0, 2:1, 0:0, 0:1)

Aquile FVG Pontebba: Alex Petizian (Matteo Galtarossa); Nick Anderson, Matt Waddel, Slavomir Tomko, Davide Nicoletti, Peter De Gravisi; Tommy Goebel, Luca Rigoni, Patrick Rizzo, Kevin DeViriglio, Brian Ihnacak, Felice Giugliano, Pat Iannone, Paolo Nicolao, Ruben Zozzoli, Andrea Rezzadore, Niccolò Pace;

Allenatore: Tom Pokel

Vipiteno Broncos Weihenstephan: Thomas Tragust (Dominik Steinmann); Brian Lee, Aaron Power, Christian Rainer, Fabian Hackhofer, Simon Baur, Philip Pircher, Luca Scardoni; Ryan Ginand, Randall Gelech, Dirk Southern, Markus Gander, Josh Prudden, Christian Sottsas, Florian Wieser, Tobias Kofler, Patrick Mair, Alex Lanz;

Allenatore: Oly Hicks

Marcatori: 0:1 Ryan Ginand (00.25), 0:2 Brian Lee (13.53), 1:2 Brian Ihnacak (28.38), 2:2 Patrick Rizzo (40.51), 2:3 Josh Prudden (49.18), 3:3 Pat Iannone (49.44), rigore decisivo Fabian Hackhofer

Il Pontebba, che grazie al successo ottenuto giovedì a Bolzano è salito al secondo posto della classifica, ospita un Vipiteno in salute, che però deve sempre rinunciare ai soliti Pichler, Bustreo e Stofner. Nonostante le difficoltà nel roster, i Broncos hanno un avvio decisamente brillante, passando a condurre dopo pochi secondi grazie a Ryan Ginand. La reazione friulana non è delle più veementi ed allora, al 13.53, sono ancora gli altoatesini a passare con Brian Lee. Nel secondo periodo, comunque, il Pontebba preme di più e riapre meritatamente la contesa con Ihnacak, caparbio nel recuperare il disco e implacabile al tiro. La rimonta delle Aquile è compiuta al 51esimo secondo del terzo tempo, momento in cui si registra il gol di Patrick Rizzo. A metà tempo, poi, i ragazzi di Hicks passano in inferiorità, con Prudden, raggiunti nel giro di pochi istanti dalla rete di Iannone, che fa proseguire la sfida all’overtime. Petizian compie un miracolo su Southern nel supplementare ed allora sono i rigori a decidere la squadra vincitrice, che risulta essere il Vipiteno grazie al penalty di Hackhofer.

Serie A – Sabato 29 ottobre – 12° giornata stagione regolare

Renon Sport Renault Trucks – Lupi Fiat Professional Val Pusteria 3:2 (3:1, 0:0, 0:1)

HC Bolzano – Hafro SG Cortina 4:2 (0:2, 2:0, 2:0)

HC Valpellice Banca di Cherasco – Supermercati Migross Asiago 3:6 (0:0, 2:3, 1:3)

SHC Val di Fassa – HC Alleghe Tegola Canadese 1:4 (0:0, 1:1, 0:3)

Aquile FVG Pontebba – Vipiteno Weihenstephan 3:4 d.t.r. (0:2, 1:0, 2:1, 0:0, 0:1)

Classifica di Serie A:

1. Hafro Sg Cortina 24 punti

2. HC Bolzano 22 punti

3. Aquile Pontebba 22 punti

4. Lupi Fiat Professional Val Pusteria 21 punti

5. Alleghe Hockey Tegola Canadese 21 punti

6. SHC Val di Fassa 20 punti

7. Supermercati Migross Asiago 15 punti

8. SSI Vipiteno Weihenstephan 13 punti

9. Renon Sport Renault Trucks 12 punti

10. HC Valpellice Bodino Engineering 10 punti