Volge al termine la settimana che culminerà – domenica – con il difficile match interno contro la Pomì Casalmaggiore. Cosimo Lo Re sta lavorando sugli errori commessi in questo primo scorcio di torneo con l’auspicio di centrare la prima vittoria in campionato.

La Cedat85 si troverà di fronte una matricola terribile, capace finora di mettere in cascina sette punti nelle prime tre gare, grazie alla sconfitta al tiebreak contro il Giaveno, alla vittoria al Pala Scoppa di Soverato e alla netta affermazione interna contro Pontecagnano.

Il gruppo, allenato da coach Gianfranco Milano, è costruito su quello che era il telaio del Pontecagnano dello scorso anno e ruota attorno alla regista Alessandra Petrucci, alla centrale Daniela Nardini e alla schiacciatrice Monica Kucerova. A completare il sestetto base l’esperto martello Sanja Tomasevic, trascinatrice lo scorso anno del Forlì, e due giovani dal sicuro avvenire, l’opposta mancina Valentina Zago, protagonista nella passata stagione nei playoff promozione per la serie A2 con San Casciano, e la centrale Rossella Olivotto, proveniente dalla Scavolini Pesaro. Il libero è la forte piemontese Sara Paris, l’anno scorso a Villa Cortese in A1. Linea verde in panchina con la centrale Bertone, la schiacciatrice Masotti e la palleggiatrice Trabucchi a far compagnia all’esperto capitano Lara Lugli e al libero Rossella Giorgi.

La formazione cremonese ha ambizioni importanti e offre un gioco pimpante e redditizio che ha in Zago e Tomasevic i due terminali d’attacco più prolifici. Per la Cedat85 un impegno probante in vista del mese di novembre caratterizzato da alcuni scontri diretti che potranno dire che ruolo reciterà la squadra biancazzurra in questo campionato.

“Ci aspetta una gara ostica – conferma Cosimo Lo Re – con motivazioni che sono diverse perché noi siamo alla ricerca del primo successo mentre loro devono confermare quanto di buono fatto finora. Speriamo nella spinta del pubblico che come già avvenuto in passato potrebbe rivelarsi l’arma in più”.

Arbitreranno l’incontro Marco Turtù di Grottamare (AP) e Ugo Feriozzi di Ascoli Piceno. Radiocronaca diretta, come di consueto, curata da Teleradio Sanvito, che la ripeterà anche in streaming sul proprio sito.