Accantonata l’esaltante vittoria casalinga contro la Prima Veroli, i biancorossi si lanciano nuovamente nel campionato andando a sfidare l’Assi Basket Ostuni presso il PalaPentassuglia della città di Brindisi (Domenica 23, ore 18.15). Sarà un partita ricca di interesse per tanti motivi: innanzitutto perché entrambe le formazioni sono “neo promosse” in virtù del ripescaggio estivo, in secondo luogo perché puntano a mantenersi nella categoria, e quindi a portare a casa punti, soprattutto negli incontri con le dirette avversarie come questo.

Sia Piacenza che Ostuni sono reduci dalla prima vittoria assoluta nel basket professionistico: i biancorossi hanno chiuso a proprio favore la sfida contro la corazzata Veroli, mentre i pugliesi hanno espugnato il Palazzetto di Forli per un solo punto al termine di 40 minuti di puro agonismo. Insomma, gli ingredienti per assistere ad una grande gara ci sono tutti, le due squadre sono affamate di trionfi e pronte a lottare su ogni pallone.

L’Assi Basket Ostuni, vistosi sfumare la promozione in LegaDue pochi mesi fa al termine della finalina di A Dilettanti contro Trapani, ha fatto domanda di ripescaggio e, una volta accolta, si è messa in moto per allestire una formazione competitiva in grado di giocarsela con chiunque. Il nome principale del team è quello dell’Head Coach Marcelletti Francesco, una colonna del nostro basket che ha accettato con curiosità ed entusiasmo il progetto della neopromossa. Le redini del gioco sono affidate al funambolico Johnson, mentre l’altro americano J.J Williams probabilmente rimarrà ancora out (insieme all’infortunato Rossetti). Ma nonostante questa pesante assenza, Ostuni non si è demoralizzata ed ha ingaggiato lo sloveno Klobucar, guardia di 198cm autore di 26 p. nella sua prima apparizione contro Forli e 29 di valutazione che, se affiancato ad un talento come Diliegro, rende l’Assi una squadra insidiosissima. Completano il roster dei titolari Jurevicius (guardia/ala lettone proveniente dalla Tezenis Verona) e Basei (centro, 205cm che nelle ultime due stagioni ha militato nelle fila di Jesi). Domenica Piacenza ritroverà anche un giocatore conosciuto molto bene nei playoff della scorsa stagione, cioè quel Tommaso Marino che ha guidato la sua Treviglio nel passaggio del turno proprio contro i biancorossi, ponendo cosi fine alle loro speranze di promozione sul campo.

In casa piacentina, Fabio Corbani avrà a disposizione l’intera rosa dei giocatori, e a soli due giorni dall’appuntamento presenta cosi la sfida: “ Stiamo tutti bene, sicuramente meglio della settimana scorsa, e abbiamo potuto allenarci con molta concentrazione ed attenzione ai dettagli. Andremo ad affrontare una matricola come noi, che però può arrivare ben più in alto dell’obiettivo che si è prefissata, cioè la salvezza. Il loro roster è di quelli importanti, l’infortunio di Williams ha permesso l’arrivo di Klobucar, un fuoriclasse sloveno che per la nostra categoria è più che un lusso. Dovremo poi porre molta attenzione ai loro esterni, soprattutto a Jurevicius, che ho già affrontato in Eurolega quando ero a Treviso e di cui conosco bene il potenziale. Circa il capitolo lunghi, posso dire che sono dei combattenti, pericolosi a rimbalzo e nei blocchi. Ostuni potrà trarre forza anche dal Palazzetto in cui gioca, sarà difficile batterli a casa loro ma noi ci proveremo; entrambe le formazioni sono in un buon momento, inoltre ci assomigliamo nell’etica di lavoro che ogni giorno mettiamo sul campo, per questo sono certo sarà una sfida ricca di interesse per gli addetti ai lavori e per il pubblico.”

Sulla trasferta in terra pugliese si esprime anche il General Manager Marco Sambugaro: “ Sarà una gran bella sfida, la loro squadra è davvero ben costruita, ci misureremo con giocatori come Diliegro e Klobucar, un autentica stella, con cui noi stessi avevamo chiesto contatti. Noi arriviamo da una vittoria, ci siamo levati un peso, ma sappiamo che siamo solo agli inizi. Siamo consapevoli che per vincere ogni membro della squadra dovrà farei il suo, le nostre vittorie saranno decise dal gruppo nel suo insieme!!!”

La partita sarà seguita da Radio Sound (Radio Ufficiale Morpho Basket) nelle stazioni radio 95 e 94.6 oppure in streaming su http://www.radiosound95.it con le voci di Beppe Pozzoli e Davide Rancati.

Ufficio Stampa MORPHO BASKET