ANTICIPO IN DIRETTA

Benetton Basket al completo per la terza giornata di campionato in trasferta contro l’Air Avellino dell’ex trevigiano Frank Vitucci. La squadra di Djordjevic, dopo la vittoria 77-75 al Palaverde con Teramo, si è preparata scrupolosamente alla sfida con i biancoverdi avellinesi, che dopo aver vinto la settimana scorsa sempre in casa contro Bologna (96-90, Johnson 25 punti e 11 rimbalzi, Green 26 punti e 6 assist) avranno anche l’inserimento del nuovo pivot USA Ron Slay, tesserato proprio nei giorni scorsi.

Arbitri dell’incontro del PalaDemauro, che lo scorso anno fu quarti di finale nei play-off, Sahin, Giansanti e Ramilli.

Media – Diretta televisiva dalle 17.50 su La7, diretta radio su Radio Veneto Uno (97.5 mhz) e sul sito www.benettonbasket.it

Precedenti –  8 vinte da Avellino e 10 da Treviso su 18 giocate (ad Avellino 7-6 per i campani). Vitucci-Treviso 2-11, Djordjevic-Avellino 0-3. L’ultimo successo di Treviso in trasferta alla 3° giornata risale al 2001/02, quando vinse ad Avellino 85/81 (30/9/2001), da allora 3 sconfitte esterne.

Dichiarazioni di Sani Becirovic e Brian Scalabrine – Becirovic “Le ultime due gare le abbiamo giocate in volata, una è andata bene domenica scorsa, ma nella prima a Caserta è andata male. Quindi bisogna chiudere prima le gare, non possiamo rischiare ogni volta nella lotteria finale. La squadra di Avellino in casa sua è difficile da battere, il pubblico è caldo e non bisogna lasciarsi influenzare, hanno giocatori di talento che si esaltano facilmente come si è visto con Bologna. Noi dobbiamo fare la nostra partita, con più continuità rispetto a domenica scorsa.” Scalabrine: “Ogni domenica è una battaglia, e sarà così anche ad Avellino. Noi speriamo di portare a casa questa partita, vincere fuori casa sarebbe importante anche per la nostra fiducia oltre che per la classifica. I nostri avversari hanno esterni molto forti, ottimi tiratori difficili da marcare, dovremo limitarli il più possibile e non lasciare che si “accendano”, anche sotto canestro hanno giocatori importanti, la nostra partita deve passare per un grande controllo difensivo e di controllo dei rimbalzi e di conseguenza del ritmo-gara.”

Simone Fregonese
Ufficio Stampa e Comunicazione