Dopo le due sconfitte rimediate la scorsa stagione, la Liu Jo apre il suo campionato con una grande prestazione surclassando la Scavolini Pesaro. Non c’è quasi mai partita al PalaCasaModena con le tigri bianconere che affondano colpo dopo colpo un avversario certamente non al top, ma in grado di poter contare su una rosa da alta classifica.

 

 

 

 

Risultato finale:

 

LIU JO VOLLEY MODENA 3

 

SCAVOLINI PESARO 0

 

Durata dell’incontro: 1h 15min

 

Risultati parziali:

 

25 – 16

25 – 16

25 – 21

 

Primo arbitro: Alessandro Tanasi di Siracusa

 

Secondo arbitro: Umberto Ravallese di Ragusa

 

Delegato Tecnico: Maurizio Bertozzi

 

Spettatori presenti: 3176 

 

Giornalisti accreditati: 10 

 

Riprese TV: DIRETTA RAI SPORT 1 – ANTENNA 1 – E’TV

 

Fotografo ufficiale Liu Jo Volley: Salvatore Marrone e.mail: comunicazione@volleymodena.com

 

 

 

CRONACA DELLA PARTITA

 

 

Primo set.

punteggio al primo time out tecnico: 8-6

punteggio al secondo time out tecnico: 16-12

 

Cuccarini parte con il sestetto più collaudato nel precampionato. Fernandinha-Aguero è la diagonale principale, Paggi e Marinkovic le centrali, Rinieri e Partenio le attaccanti di posto quattro con Croce libero. Per Pesaro, invece, c’è Ferretti al palleggio, Ortolani in opposto, Okuniewska e Manzano al centro, Saccomani e Brinker in banda con De Gennaro libero.

C’è grande voglia di scendere in campo da entrambe le parti dopo la ‘falsa partenza’ di domenica scorsa e fin dalle prime palle appare palese a tutti. Fa tutto la Liu Jo, però, nelle prime fasi di gara quando in attacco costruisce, ma allo stesso tempo regala i primi quattro punti a Pesaro con errori proprio in questo fondamentale. E’ Rinieri a trascinale le bianconere al primo strappo della gara, mentre Aguero prima e Partenio poi firmano rispettivamente il 13-8 ed il 14-9. Il coach di Pesaro Tofoli è costretto a chiamare il primo time out della gara ed al rientro in campo c’è la mini reazione delle ospiti che accorciano due lunghezze grazie ad Okuniewska ed al muro su una Aguero non ancora entrata in partita al meglio. A questo punto, però, salgono in campo le giocatrici di maggior esperienza della Liu Jo, la capitana Paggi ed una Simona Rinieri formato Nazionale che diventa assolutamente immarcabile. Per lei saranno nove i punti alla fine del parziale tra cui tre ace, l’ultimo dei quali vale l’allungo decisivo. Marinkovic a muro e Partenio in attacco chiudono poi i conti grazie anche all’ultimo attacco out di Pesaro.

 

Secondo set.

punteggio al primo time out tecnico: 8-2

punteggio al secondo time out tecnico: 16-7

 

Nel secondo set le ospiti danno fiducia comunque al sestetto del parziale precedente, ma l’avvio è tutto della Liu Jo che continua sulla scia dell’entusiasmo. Anche Aguero entra davvero nel match con il punto del 3-1 e con due ace che portano Modena sul 6-1. La ricezione e tutto il gioco di Pesaro, a questo punto, sono davvero in tilt. Modena vola via grazie alla solita Rinieri, ma anche a Marinkovic il cui lavoro a muro diventa di grandissima qualità per contenere gli attacchi avversari. Sul 12-5 Tofoli prova ad invertire la tendenza inserendo Ampudia per Saccomani, ma la musica non cambia perché tutte le tigri bianconere sono in grande spolvero e a prendersi il palcoscenico ci pensa anche Partenio con i punti del 15-6 e del 16-7 che vale il secondo time out tecnico. Pesaro si aggrappa alle sole Brinker e Okuniewska che riescono a fornire un apporto sufficiente in attacco, ma è troppo poco per tenere il campo contro questa Liu Jo. Solo quando sale il rendimento a muro c’è un piccolissimo break che riporta la situazione sul 21-14, ma basta un time out di Cuccarini a ristabilire la situazione. Modena si aggiudica così anche il secondo set bissando il 25-16 del parziale precedente. Chiude la fast di una Paola Paggi che, a sua volta, corona due set di grandissimo spessore tecnico.

 

Terzo set.

punteggio al primo time out tecnico: 8-6

punteggio al secondo time out tecnico: 16-13

 

Squadra che vince non si cambia e, chiaramente, Cuccarini conferma il sestetto dei primi due set. Tofoli, invece, mantiene Ampudia in campo al posto di Saccomani. La scelta sembra pagare per Pesaro che trova una partenza sprint in un set che, per forza di cose, è decisivo. Le tigri bianconere calano leggermente la propria efficienza in attacco e le ospiti fuggono sull’1-6, ma Partenio diventa incontenibile firmando sei dei primi sette punti del set per Modena. L’ultimo punto della schiacciatrice vale il sorpasso sul 7-6. Il parziale di 7-0 per la Liu Jo si chiude poi con il primo time out tecnico sancito dall’attacco in rete di Ortolani. Pesaro è alle corde, una nuova fuga di Modena potrebbe essere decisiva ed il tasso tecnico di una squadra costruita per lottare nelle zone alte della classifica a questo punto deve per forza uscire. Rinieri prova anche a muro ad allungare sancendo il 12-9, ma le ospiti tengono la scia. Aguero cerca un altro strappo arrivando al 17-13 con tre punti consecutivi e Pesaro si aggrappa alla sola Brinker in grado di reggere il confronto. Il finale è da cardiopalma. Pesaro rientra a meno uno sul 20-19, il set è totalmente aperto, ma la Liu Jo di questa sera non teme avversari e allora ecco Rinieri che torna inarrestabile siglando, con due attacchi consecutivi, il 22-19. A questo punto è fatta per Modena. Marinkovic trova il muro del 23-19, Pesaro non c’è più e ancora la centrale bianconera chiude set ed incontro con l’attacco del 25-21.

 

 

COMMENTI ED INTERVISTE CONCLUSIVE

 

 

 

Miglior giocatrice in campo Liu Jo Volley: Simona Rinieri

 

Miglior realizzatrice Liu Jo Volley: Simona Rinieri – punti 21

 

Miglior giocatrice in campo Scavolini Pesaro: Maren Brinker

 

Miglior realizzatrice Scavolini Pesaro: Maren Brinker – punti 12

 

SPAZIO INTERVISTE

Grande soddisfazione, chiaramente, per il coach bianconero Cuccarini: “Sono molto soddisfatto del risultato e soprattutto della prestazione della squadra. Credo che questa sia la dimostrazione di quanto conti nel nostro sport il gioco di squadra. Abbiamo visto nelle fila di Pesaro giocatrici che vengono da un’estate di lavoro con le rispettive nazionali e, per questo, si allenano insieme da una decina giorni. Sono risultate, quindi, slegate senza possibilità di trovare contromisure a livello proprio di squadra. Noi abbiamo sfruttato il fatto di essere gruppo dall’inizio pur mancando tre giocatrici. Oggi si sono visti i risultati del lavoro e attendiamo ora le due americane, ma anche Jenny Barazza”.

Grande risalto alla prestazione della squadra anche per la migliore in campo, Simona Rinieri: “Siamo contente perché siamo riusciti a mettere in difficoltà Pesaro con la battuta. Loro, se lasciate giocare, sono parecchio difficili da battere. Dobbiamo trovare ancora tanti automatismi, ma stasera è andata bene. E’ un risultato fortemente voluto con una prestazione abbastanza buona”.

 

Il libero Paola Croce analizza, invece, la fase difensiva: “Nel primo set credo di aver toccato tre palloni. Ho faticato ad entrare in partita, ma le compagne sono state perfette e c’è stato poco bisogno di me. Nel secondo e terzo set, invece, sono contenta del mio contributo. La difesa è ciò che ti dà l’idea di quanto una squadra si stia impegnando e quanto stia dando in campo”.

 

Infine anche il commento della nuova opposta bianconera Tai Aguero: “Oggi non è stata una grandissima prestazione per me, ma sono molto contenta perché se non è andata bene in attacco è andata bene in difesa, a muro ed in battuta. Sono molto contenta perché quando si vince lo si fa tutti insieme e questo deve essere una squadra”.

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO: sabato 22 ottobre ore 20:30 terza giornata di campionato presso il PalaCasaModena di Modena fra Liu Jo Volley Modena e Chateau d’Ax Urbino Volley.

 

Andrea Lolli 

Addetto Stampa