LEGA A

 

Vince la prima gara della stagione la Virtus Roma che, dopo 8 anni, è tornata a calcare il parquet del Pala Tiziano dove sono accorsi circa 2000 tifosi per sostenere i giallorossi, impegnati contro l’Angelico Biella. Il match è stato entusiasmante, con le due squadre che non si sono risparmiate ed hanno reso incerto il risultato sino agli ultimi minuti di gioco. La Virtus ha più volte piazzato break importanti, soprattutto ad inizio terzo quarto con un 11-0 che sembrava potesse tramortire i piemontesi, capaci, invece, di reagire e tornare in partita. Negli ultimi concitati minuti della gara gli uomini di Lardo hanno dimostrato caparbiamente di voler ottenere i due punti in palio, riuscendo a conquistare la vittoria con il risultato di 78-70. Gigi Datome è stato il miglior marcatore per la Virtus, con 17 punti, mentre a Biella non sono bastati i 22 di Pullen.

 

LEGA DUE

 

Nel secondo campionato nazionale si assiste ad un nuovo stop per la Prima Veroli che, dopo la sconfitta casalinga subita per mano della Conad Bologna, si è arresa ad un’altra squadra emiliana: la Morpho Piacenza, che ha avuto la meglio sui ciociari con il risultato di 72-68. Match tiratissimo sino alle battute finali, con le due formazioni che hanno giocato sul filo dell’equilibrio fino al 35’, momento in cui  l’inerzia sembrava essere girata in favore della compagine verolana riuscita a portarsi sul +6 (60-66) con Jackson. I padroni di casa non hanno gettato la spugna e, con un parziale di 12-2, hanno ribaltato la storia della partita ed ottenuto la loro prima vittoria in Legadue. Per gli uomini di Cavina sono stati fatali, ancora una volta, gli ultimi minuti di gara, come accaduto la scorsa settimana con Bologna. Piacenza ne ha approfittato, anche grazie ai 26 punti di Anderson, ed è uscita trionfante dal proprio campo. Per Veroli buona la prestazione di Lee Jr. autore di 23 punti. La formazione del Presidente Zeppieri dovrà cimentarsi ora nel big-match dell’anticipo del 21 ottobre, quando a Frosinone arriverà l’Enel Brindisi reduce dall’insuccesso casalingo contro Pistoia.

 

DNA

 

Nel campionato DNA si registrano una vittoria e due sconfitte per le formazioni laziali, con Latina ed Anagni che perdono lontano dalle mura amiche e restano così appaiate a quota 4 punti, mentre Ferentino vince la sfida casalinga contro Fabriano e sale ad 8 punti in classifica.

 

La FMC Ferentino s’impone per 70-61 sulla Spes Fabriano al termine di una partita che ha visto la squadra di Gramenzi soffrire particolarmente i marchigiani solo nel primo quarto, chiuso in svantaggio di 4 punti. Successivamente, i ciociari, facendo affidamento sulla maggior esperienza rispetto agli avversari, sono riusciti a riprendere in mano le redini dell’incontro ed a mettere in cascina altri due punti. L’attuale plafond di 8 punti permette alla FMC di stabilirsi in seconda posizione nella Division Sud-Ovest, alle spalle della BPMed Napoli, unica squadra a punteggio pieno. Per gli amaranto è stata ottima la prestazione dei giovani Bonfiglio e Panzini, che hanno siglato rispettivamente 18 e 14 punti. Per la Spes di Gabriele Giordani non sono bastati i 17 punti di Iardella e i 14 di Capitan Stanic.

 

Perde la sua terza partita stagionale, invece, la Benacquista Assicurazioni Latina Basket che torna a mani vuote da Bari, dove i padroni di casa della Liomatic si sono imposti per 71-59. Inesorabili, per la formazione di Ferrari, i primi due quarti, in cui i baresi hanno messo a segno 39 punti, contro i 23 pontini che hanno provato a sanare la situazione nel secondo tempo, senza però riuscire ad impensierire concretamente Morena & Co. Per la Liomatic sono stati tre gli uomini in doppia cifra: Cardillo e Ruggiero hanno realizzato 15 punti, mentre proprio Mimmo Morena ne ha firmati 14, più 9 rimbalzi. Per la Benacquista Latina, ancora una volta, positive le prove di Quarisa e Micevic, autori entrambi di 14 punti.

 

La Romana Chimici Anagni cede sotto i colpi dell’Upea Capo d’Orlando per 68-63. La squadra di Nunzi, dopo un ottimo primo quarto, chiuso in vantaggio di 6 lunghezze, si è resa protagonista di una seconda frazione negativa, con soli 8 punti segnati, favorendo il rientro ed il sorpasso dei siciliani che sono andati al riposo lungo sul 30-29 in loro favore. Al rientro dagli spogliatoi le due squadre si sono equivalse, la partita è andata avanti in modo equilibrato, fino a quando la formazione guidata da Perdichizzi è riuscita ad allungare e chiudere i conti con un margine di 5 punti di vantaggio. Per i padroni di casa dell’Upea eccellente la prestazione di Crow, classe ’89, autore di una clamorosa doppia-doppia: 25 punti e 16 rimbalzi. Per i ciociari, invece, buone le prestazione dei soliti Santolamazza e Malmov, realizzatori di 14 e 13 punti.

 

DNB

 

Per il campionato DNB arrivano tre successi su quattro per le squadre laziali: vittoriose Rieti, Palestrina e Scauri, l’unica sconfitta arriva per la Stella Azzurra.

 

Il Club Basket Rieti vince per 74-59 a Corato, contro i padroni di casa della Pasta Granoro, e si portano a quota 8 punti in classifica, in seconda posizione nel girone C. Per la squadra guidata da Donato Avenia vittoria che arriva, soprattutto, grazie ad un secondo tempo quasi perfetto, che ha permesso al Club Basket di espugnare un campo ostico come quello pugliese. Per i reatini ottima la gara di Bagnoli e Sottana che hanno messo a referto entrambi 19 punti. Anche Palestrina torna a vincere al Pala Iaia dove i prenestini s’impongono per 65-61 sulla Soavegel Francavilla grazie ad un’ottima partita dei giovanissimi arancioverdi che, con un ultimo quarto impeccabile (20-9) sono riusciti a sbarazzarsi degli abruzzesi. Per la Itop 23 sono i punti siglati da Ricciardi mentre al Francavilla non sono bastati i 14 di Ferrienti. L’Autosoft Scauri ottiene la prima vittoria stagionale andando a conquistare il successo con autorità il campo della Mec Energy Roseto: 70-86. Partita in cui gli uomini di Coach Pieri hanno guidato le redini del gioco per tutta la durata della sfida e che hanno meritatamente guadagnato i 2 punti in palio. Egregia prestazione di Requena, 29 punti per lui, e 14 per il compagno Pignalosa, mentre per i padroni di casa della Mec Energy a nulla sono valsi i 21 di Martin Caruso. Infine, la Stella Azzurra perde senza troppe discussioni a Martina Franca, dove i padroni di casa vincono per 79-58. Match che ha visto i pugliesi gestire il vantaggio sin dalle battute iniziali, anche per la poca concretezza degli stellini, che hanno avuto nel solo Colonnelli un marcatore in doppia cifra, con 24 punti. la Due Esse, al contrario, ha fatto affidamento su ben quattro giocatori che hanno superato i dieci punti realizzati: Santoro 17, Torresi 15, Candela 14 e Bazzoli 13.

 

DNC

 

Nel girone G, tutto laziale, della DNC le sorprese maggiori arrivano da Valmontone e Viterbo, con i padroni di casa che s’impongono rispettivamente sulla Virtus Aprilia (77-72) e sulla Nuova Pall. Contigliano (99-89), considerate le favorite dai pronostici. La LUISS, invece, si conferma capolista solitaria battendo in uno dei tanti derby della Capitale l’Eurobasket che, tra le mura amiche, è costretta ad arrendersi in maniera piuttosto netta agli universitari: 52-79. Un’altra sconfitta casalinga si è registrata a Cassino dove i padroni di casa della BPF nulla hanno potuto contro la Tiber guidata da uno strepitoso Nucifero (35 punti) che ha superato i ciociari per 93-82. Salgono al secondo posto anche Marino e Ciampino, con la squadra di coach Pennacchia che vince sul proprio campo, con il punteggio di 74-65, contro Fondi, mentre la Nova Basket espugna Frascati con il risultato di 71-56. Vincono, infine, Gaeta che batte al Pala Marina la Sam per 79-70, mentre, in chiave salvezza, la Lazio Riano ha la meglio sulla Minerva Roma per 91-83.

 

Donatella Schirra