LATINA BASKET SUL CAMPO DELLA LIOMATIC GROUP BARI

Liomatic Group Bari – Benacquista Assicurazioni Latina Basket 71 – 59

Liomatic Group Bari: Ruggiero 15, Deguara 5, Gigena M. 9, Mian 2, Ciocca, Barozzi 4, Cardillo 15, Morena 14, Bona 7, Chiusolo. All. Putignano

Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Plateo 5, Tavernelli 4, Milani 8, Serena 9, Quarisa 14, Camillo ne, Romano 5, Micevic 14, Waldner, Longobardi ne. All. Ferrari Ass. Polidori

Parziali: 22-14, 39-25, 49-38

Note: Bari t2 18/40, t3 3/14, tl 25/31; Latina t2 20/44, t3 3/11, tl 10/16

Non riesce alla Benacquista Assicurazioni Latina Basket, il primo colpo esterno stagionale. Sul campo della Liomatic Group Bari la squadra di coach Ferrari esce sconfitta per 71-59, al termine di una partita dominata dai padroni di casa dal primo all’ultimo minuto. Come successo a Trieste, la squadra pontina ha pagato una cattiva partenza, con Mian e compagni che si sono portati sul 13-4, dopo cinque minuti di gioco, grazie a due triple di Morena e Cardillo. Un vantaggio che i pugliesi hanno mantenuto per tutta la gara, portandosi sul 39-25 all’intervallo lungo, con Latina che però non ha mai mollato la presa, cercando, a più riprese, di tornare in partita. Il distacco si è ridotto a meno sette punti all’inizio dell’ultimo quarto, quando una tripla del play Serena ha ridato fiato al quintetto ospite. Quarisa e Micevic, i migliori realizzatori dei pontini con 14 punti a testa, firmano con i loro canestri da sotto l’ultimo assalto, con Latina che si porta sul 64-59 con quaranta secondi da giocare. La rimonta finale fallisce però e la Liomatic sfruttando i tiri liberi, infila sette punti di fila, che portano la squadra sul 71-59 con cui si chiude la gara. A pesare sul risultato anche i 31 tiri liberi tentati dalla Liomatic, che ha ben sfruttato l’esperienza dei suoi senior, Morena, Cardillo e Ruggiero, tutti andati in doppia cifra.

La differenza è nata tutta nei primi minuti di gioco, con Bari che è partita più decisa e determinata e Latina che ha giocato contratta. Grazie ad una difesa pressante e una serie di palle recuperate, il quintetto di casa si è portato sul 14-4 dopo cinque minuti di gioco, con il primo quarto che si è chiuso sul 22-14. Nel secondo quarto, Bari sfruttava i 224 cm del lungo classe ’91 Deguara, con coach Ferrari che gettava nella mischia il pivot classe ’92 Waldner, all’esordio in campionato dopo l’operazione al ginocchio. La Benacquista non riusciva mai a ricucire lo strappo, con il vantaggio che saliva sino al 39-25 dell’intervallo lungo. Nel terzo quarto ci prova il giovane, scuola Benetton, Quarisa a riportare in gara Latina con i suoi canestri nell’area dei tre secondi, ma dall’altra parte risponde Morena, che dall’alto dei suoi 40 anni, tutti vissuti sui campi di basket, infila un canestro da sotto e una tripla che ricacciano indietro i pontini. I canestri di Micevic permettono alla Benacquista di chiudere sul 49-38 il terzo quarto. E’ ancora il serbo, coadiuvato dalla tripla di Serena a riportare Latina sul meno sette, a inizio ultimo quarto. Ma ogni volta che la Benacquista si rifa avanti, in casa pugliese salgono in cattedra i senatori. Questa volta è l’argentino Gigena, a piazzare una tripla che spegne gli entusiasmi degli ospiti. L’ultimo assalto, a quaranta secondi dal termine, è di fatto quello che riduce al minimo il distacco iniziale, 64-59, ma è troppo tardi per ribaltare la situazione, con i padroni di casa che riescono a conseguire il loro secondo successo consecutivo e Latina che, invece, deve rimandare l’appuntamento con la vittoria lontano da casa.

Vincenzo Arma

UFFICIO STAMPA

BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA BASKET