La squadra coneglianese perde 3 a 0 la prima giornata di campionato. Prima stagionale alla Zoppas Arena: finita 3 a 0 per Busto Arsizio. Discreta affluenza del pubblico che riempie con 2.000 spettatori circa, il palazzetto coneglianese. Curiosità tra la gente che assisteva l’inizio di questo particolare campionato…

 e grande supporto da parte delle tifoserie, sempre presenti. Diretta web-tv da parte di Sportube.
Le atlete scendono in campo con un nastro rosa per aderire alla campagna di prevenzione proposta da LILT – Lega Italiana Lotta contro i Tumori.

Alla conferenza stampa post-partita si presenta Coach Gaspari, assieme al libero Carla Rossetto, mentre per la squadra avversaria Coach Parisi è accompagnato da Francesca Marcon, nota conoscenza per Spes.
Nonostante la sconfitta, il primo allenatore del team coneglianese appare quantomeno sereno e consapevole della partita che avevano giocato le sue ragazze. “Busto Arsizio è una squadra che non molla mai e io la conosco da un bel pò di tempo, lotta fino all’ultima palla. I meriti vanno a loro per il bel match disputato, ma devo dire che ho visto buoni spunti di gioco anche da parte nostra. Molte giovani in campo, che hanno comunque dimostrato buone cose, ad esempio Martinuzzo. Abbiamo iniziato bene, ma poi abbiamo provato a cambiare gioco per non diventare prevedibili. Sono ben conscio che c’è ancora da lavorare molto e lo faremo” – afferma il tecnico Gaspari alla suo esordio come primo allenatore. A rispondere alle prime domande dei giornalisti è il libero Rossetto, che si riallaccia a quanto detto dal suo coach – “sicuramente il fatto di aver giocato soltanto poche ore assieme prima di questa partita di campionato ha influito parecchio, basti pensare che le ultime tre giocatrici sono arrivate in questi ultimi giorni. Kristin ha fatto un volo di 12 ore ed è arrivata ieri”. Cambiando discorso poi annuncia per microfono di voler regalare la sua nuova maglia, con un ninja disegnato, proprio ad Alberto Rosa, giornalista che le affibbiò questo soprannome anni fa.

Il primo set coneglianese stupisce il pubblico che intravede subito buoni spunti di gioco, a partire dalla regia tedesca che regala ottimi palloni per Richards, Nikolova e Angeloni. Al primo time out tecnico Spes conduce 8 a 6  per poi andare a più 4 anche nel secondo time out. Un set che poteva essere conquistato da Spes, soprattutto nel finale in cui si alternavano un punto a testa le due squadre coinvolte, ma Busto si dimostra forte andando a vincere 26 a 24.
Il secondo e il terzo set, invece, sono caratterizzati da una dominanza più o meno varese. Grande partita da parte di Havelkova e Havlickova che in due totalizzano ben 31 punti. In questi set è un pò carente la ricezione e la battuta da parte di Spes: consapevole Coach Gaspari che afferma di dover lavorare su quei punti. Gli ultimi due set che decretano il risultato per 3 a 0, finiscono 20 a 25 e 12 a 25.

SPES CONEGLIANO – YAMAMAY BUSTO ARSIZIO  3-0
(24-26, 20-25, 12-25)
Conegliano: Angeloni 6, Nemtanu 5, Richards 9, Nikolova 8, Martinuzzo 5, Crozzolin 4, Weiss 2, Rossetto (L), Daminato. NE: Kirwan, Malvestito, Gallas. All. Gaspari
Bergamo: Havlickova 15, Marcon 8, Lotti 1, Havelkova 16, Dall’Ora 4, Bauer 9, Caracuta 2, Leonardi (L), Meijners, Pisani. NE: Bisconti, Prandi. All. Parisi

Note: Durata dei set (33’, 27’, 21’)
Errori: Conegliano 21, Busto Arsizio 17
Errori in battuta: Conegliano 10, Busto 11

 

Giacomo Donati
 Ufficio Stampa