Molfetta, 9 ottobre – Doccia fredda per il Volley Segrate sconfitto 3-0 (25-21, 25-23, 25-22) al PalaPoli di Molfetta dal sestetto di casa guidato da Giuseppe Lorizio. Per i gialloblù di Daniele Ricci, nelle prime due gare a segno con vittorie da tre punti, la prima sconfitta stagionale coincide con la perdita della testa della classifica e, naturalmente, con qualche rammarico. Quest’ultimo, in particolare, deriva dall’atteggiamento dei segratesi mai entrati veramente in gara. «Non abbiamo avuto la pazienza giusta per sfruttare i pochi errori dei pugliesi e di fare il passo decisivo nel momento in cui era doveroso farlo. Il nostro è stato un gioco troppo scontato, abbiamo subito troppi muri e nessuno dei nostri fondamentali ha funzionato come avrebbe dovuto», ha ammesso il tecnico dei gialloblù Daniele Ricci a fine gara. «Non mi aspettavo che una sconfitta di questo genere arrivasse così presto. Di sicuro, però, non ci farà male – ha continuato Ricci e ci permetterà di allenarci meglio la prossima settimana».

Pochi i momenti nei quali il sestetto segratese, schierato con Marco Fabroni in palleggio in diagonale con Bram Van Den Dries, Aimone Alletti e Roberto Braga al centro, Iacopo Botto e Kamil Baranek in banda con Nicola Pesaresi libero, è stato in vantaggio nei tre parziali giocati al PalaPoli. Questo nonostante la ricezione positiva all’82% che avrebbe dovuto favorire il mantenimento del cambio palla rimasto difficile per tutta la partita al contrario di quanto accaduto nella metà campo dei padroni di casa, tra i quali Lorizio ha schierato titolare l’ex Emiliano Giglioli. Con il centrale ex Segrate, in campo l’altro centrale Botti, le bande Al Nabham e Mattioli, il regista Bacci in diagonale con Ucickov (top scorer con 24 punti) e Bisci nel ruolo di libero. Buono l’approccio alla gara dei pugliesi particolarmente attenti in difesa. Per loro la vittoria contro Segrate vale la prima vittoria in campionato.

SET BY SET.

1° set. Dopo il 3-5 in favore di Segrate in avvio, i padroni di casa impattano a quota 6 con un muro punto sull’attacco di Van Den Dries e conquistano il break con un altro muro, stavolta su Botto, che porta al primo tempo tecnico sull’8-6. Sul 10-7, arrivato in virtù dell’ennesimo errore dei gialloblù, Ricci cerca inutilmente di riportare ordine fermando il gioco. Bacci e compagni, però, volano in men che non si dica al secondo tempo tecnico (16-9) e allungano fino al 20-13. La reazione del Volley Segrate, passata per due ace di Botto che fruttano il  punto numero 16 e 17, si arena dopo un doppio muro di Baranek che porta i gialloblù a ridosso degli avversari (21-20) e il set si chiude 25-21 con Van Den Dries murato malamente.

 

2° set. Aimone Alletti è il protagonista della buona partenza nel secondo set (1-4). Ma i pugliese, molto più decisi, non si lasciano intimidire: pareggiano a 6 e sono in vantaggio di un punto al primo tempo tecnico grazie a un errore in battuta di Botto. La forbice è giù più larga al secondo stop obbligatorio (16-13). Segrate annulla la prima palla set sul 24-21, Molfetta chiude 25-23.

3° set. I padroni di casa vogliono chiudere presto. I segratesi, con Russo in campo per Alletti, in vantaggio 8-7 al primo tecnico, come negli altri set si lasciano riprendere, faticano a ingranare e giocano in rimonta senza riuscire, però, a concretizzarla quando devono. Dal 18-14 al 21-20 prima del black out e del 3-0 che arriva quando cade a terra la palla del 25-22.

HANNO DETTO

Massimiliano Russo (Volley Segrate): «I nostri avversari sono stati bravi nel trovare le giuste motivazioni. Ci hanno aggrediti sin da subito, hanno raccolto moltissimo in difesa e sono stati efficaci in attacco. A noi è mancata l’umiltà e non siamo riusciti a gestire una giornata storta che, sono sicuro, ci servirà da lezione».

Emiliano Giglioli (Pallavolo Molfetta): «Mi dispiace per i miei ex compagni ma sono contento del risultato utile per cambiare rotta in questo campionato nel quale non avevamo ancora vinto una partita. A Segrate auguro un buon campionato e sarò contento di vedere i miei ex tifosi quando tornerò al palazzetto di via XXV aprile nella gara di ritorno».

PALLAVOLO MOLFETTA-VOLLEY SEGRATE 3-0 (25-21, 25-23, 25-22)

PALLAVOLO MOLFETTA: Ucickov 24, Del Vecchio, Bacci 1, Botti 5, Mattioli 6, Giglioli 5, Al Nabham 15, Illuzzi, Bisci (libero). Non entrati: Caputo (libero), La Forgia, Alomia, Roberti. All. Lorizio.

VOLLEY SEGRATE: Fabroni 1, Van Den Dries 10, Pesaresi (libero), Alletti 3, Braga 9, Pinelli, Caprotti (libero), Botto 7, Russo 1, Baranek  18, Canzanella. Non entrati: Radunovic, Caprotti (libero), Preti. All. Ricci.

Arbitri: Puletti e Zingaro.

Note. Durata set: 28’, 30’, 28’. Pallavolo Molfetta: ace 2,  battute sbagliate 11, muri 13, ricezione: perfetta 41%, positiva 57%; attacco 47%, errori 6. Volley Segrate: ace 3, battute sbagliate 9, muri 9, ricezione: perfetta 58%, positiva 82%; attacco 41%, errori 10.

 

PALLAVOLO MOLFETTA-VOLLEY SEGRATE SUI MEDIA. La gara sarà trasmessa integralmente da Lombardia Tv (canale 99 DT) martedì 11 ottobre alle 20,30 e in replica mercoledì 12 alle 22.30; da Videostar Sport (canale 630 DT in Lombardia, 97 DT in Piemonte) venerdì 14 ottobre alle 20,30. 

I RISULTATI DELLA TERZA GIORNATA: Pallavolo Molfetta-Volley Segrate 3-0; Edilesse Conad Reggio Emilia-Club Italia Roma 0-3; NGM Mobile S.Croce-Gherardi SVI Città Di Castello 1-3; Cassa Rurale Cantù-Carige Genova 1-3; Sir Safety Perugia-Cicchetti Isernia 3-1; BCCNEP Castellana Grotte-CheBanca! Milano 2-3; Caffè Aiello Corigliano-Globo Banca Pop. Frusinate Sora 0-3; Sidigas Atripalda-Energy Resources Carilo Loreto 1-3.

LA CLASSIFICA. Club Italia e Città di Castello 8; Loreto, Sora e Perugia 7; Volley Segrate e Milano 6; Santa Croce 5;  Castellana Grotte, Molfetta e Genova 4; Corigliano 3; Atripalda 2;  Isernia 1; Cantù e Reggio Emilia 0.

Mariella Caruso

Ufficio stampa Volley Segrate 1978