Prova di carattere sul campo delle campionesse d’Italia alla prima di campionato. Numeri importanti a muro.

 

NORDA FOPPA PEDRETTI 3

CHIERI TORINO VOLLEY CLUB 1

NORDA FOPPAPEDRETTI: Nucu ne, Signorile 2, Quaranta 13, Diouf 5, Di Iulio (L), Ruseva 9, Piccinini 13, Arrighetti 12, Vasileva 27, Serena, Gabbiadini ne, Merlo ne. All. Mazzanti

CHIERI TORINO VOLLEY CLUB: Corvese 13, Borgogno 13, Zetova 13, Veselà, Giogoli 2, Arimattei 10, Sorokaite 18, Vietti ne, Pavlovic 2, Grazietti ne, Hippe3, Zauri ne, Borri (L). All. Beltrami

ARBITRI:Ravallese di Ragusa e Cappello di Siracusa

PARZIALI: 25-20 (26′), 27-25(28′), 23-25 (27′), 25-23 (28′)

NOTE: Bergamo mv 10, bv 4, bs 8, ricez 70%, attac 42%. Chieri: mv 15, bv 0, bs 6, rice 66%, attacco 38%.

BERGAMO – La vittoria è di Bergamo, ma le biancoblu escono dal campo a testa altissima. Vincono il terzo set ed il secondo sfugge loro di un non nulla essendo state in vantaggio per 23-20. Le campionesse d’Italia prendono i tre punti, però in casa piemontese c’è la sensazione di aver giocato più di una buona partita. Senza paura e sempre nel vivo del gioco. In ballo per il tie-break fino al 23 pari. Il gap tra le scudettate e la formazione neo promossa è stata solo questione di qualche dettaglio , nonostante un rendimento a muro superiore con tutti gli attaccanti che hanno chiuso la gara in doppia cifra. Sorokaite, ex di turno, termina il suo score a quota 19. Dall’altra parte Vasileva ne fa 27.

Già dall’avvio è un Chieri gagliardo nell’anima. Coach Beltrami manda in campo la formazione titolare che ha conquistato la promozione. Le biancoblu giocano con personalità. Alla prima sospensione tecnica hanno un vantaggio di tre lunghezze prontamente ricucito dalle campionesse d’Italia complici due errori delle piemontesi. Le orobiche balzano in avanti grazie a due colpi della Piccinini (10-8) e da questo momento il parziale cambia rotta perchè le ospiti devono sempre inseguire (13-11, 17-13) fino al 13-21, ma le collinari non si lasciano andare. Anzi, hanno la forza di rialzarsi, anche perchè Beltrami pesca bene dalla panchina. Chiama in causa Veselà al posto di Sorokaite per dar man forte alla seconda linea e Zetova lascia il posto a Saskia Hippe. E’ proprio la tedesca che dà la scossa alle piemontesi, siglando due punti consecutivi (15-21) che ridanno coraggio alla propria squadra. Borgogno e socie provano a rintuzzare lo svantaggio. Rientrata in prima linea Sorokaite si fa sentire a muro. Suoi i block del 22-18 e 23-19. Francesca Piccinini però mette il sigillo sul parziale conquistando il 24-19 e il 25-20. Anche l’avvio di secondo set conferma un buon Chieri. Vasileva e Ruseva (8-6, 10-8) non spaventano le ragazze di Beltrami che raggiungono la parità a quota 10 grazie a Sorokaite poi provano a salire in cattedra con capitan Borgogno che schiaffa a terra tre palloni consecutivi dal 12 pari al 12-14. Il momento è positivo perchè Chieri mantiene il passo (15-17) e costringe Mazzanti a chiamare il time-out sul 16-19 (muro Giogoli). Le biancoblu arrivano fino al 20-23, sembrano avere il set in mano ma dilapida il vantaggio perchè Bergamo impatta sul 23 pari. In volata le ragazze di Beltrami gestiscono anche due palle set (23-24 e 24-25), ma Vasileva non perdona. Fa 25 pari e 26-25. Diouf mette a segno il colpo del 27-25. Il terzo parziale dopo un avvio equilibrato (7-7), vede le biancoblu avanti 17-14, ma Bergamo ha più mestiere e trova il contro break siglando il 20-18 con Vasileva. Chieri non si lascia intimorire anzi esibisce buone giocate. Da manuale quella che la riporta avanti di una lunghezza: Sorokaite si supera in difesa, Arimattei mette palla a terra. Ed è ancora la romana a far sussultare il folto pubblico giunto dal Piemonte, suo il muro del 23-21. Ed è grazie a questo fondamentale che le ragazze di Beltrami fanno proprio il set. Corvese schiaffa a terra quello del 24-22, Diouf annulla la prima palla set, ma è il tandem Giogoli-Borgogno a chiudere la strada all’attacco orobico per il 23-25 finale. La quarta frazione di gioco vede ancora Chieri eccellere a muro a muro (1-3, 3-6). Il parziale, giocato sul filo dell’equilibrio, entra nel vivo dopo la seconda sospensione tecnica con Chieri avanti di due lunghezze (14-16). Un vantaggio che sa mantenere fino al 17-19 ad opera di Zetova. Un attacco ed un muro di Arrighetti riportano le sorti in parità, ma Borgogno risponde subito per le rime (19-20). Zetova gli da man forte ed il tecnico bergamasco chiama time-out. Al rientro in campo Diouf trova il mani out del 20-21. Stessa cosa fa Vasileva ed è tutto di nuovo da rifare. Stavolta è Bergamo a rimettere la testa avanti con il muro di Ruseva (22-21). Il time-out è di Beltrami. Al rientro in campo Chieri eccelle al centro. Primo tempo di Borgogno 22 pari, la fast di Corvese fa 23-23. La volata premia Bergamo. Diouf picchia da seconda linea, Piccinini sigla il muro del 25-23. Bergamo vince 3-1, ma Chieri c’è e non è poco.

 

Ufficio Stampa Chieri Torino Volley Club

Alessandro Paolinelli