Liberi Nantes, Uisp”Speculazioni antistoriche”

Roma, 6 ottobre. “Chi ha un passaporto italiano dovrebbe essere rispettato innanzitutto da chi rappresenta le istituzioni italiane e siede in Parlamento – dice Gianluca Di Girolami, presidente Liberi Nantes Uisp, squadra romana di ragazze e ragazzi rifugiati politici – Se pensiamo all’Argentina basta sfogliare un elenco telefonico di Buenos Aires per constatare con i propri occhi quanti cognomi hanno origini italiane, che forse i deputati leghisti definirebbero addirittura padane. Il calcio e lo sport sono universali per antonomasia e queste polemiche strumentali si commentano da sole: anacronistiche e antistoriche”.

Davide Cavallotti, deputato della Lega Nord, ieri se l’era presa con gli oriundi a proposito della convocazione di Pablo Daniel Osvaldo, attaccante della Roma , ad opera di Prandelli, ct della Nazionale. “È inaccettabile che oggi il nostro calcio – ha detto Cavallotti della Lega Nord –  per decenni ritenuto il migliore del mondo, stia diventando una succursale dei paesi emergenti”. E’ inaccettabile, è vero. E’ inaccettabile che dichiarazioni del genere provengano da un parlamentare d’Italia, patria di un un altro Cesare, come Prandelli, che di cognome faceva Beccaria.

Ufficio stampa e comunicazione Uisp nazionale