Il vice allenatore bianconero, ex della sfida di domenica contro Isernia, invita a non abbassare la guardia: “I nostri avversari hanno qualità importanti ed a muro sono forti. Conosco bene Fiore, punto di riferimento in campo. Noi veniamo da una vittoria importante e adesso cerchiamo conferme al nostro rendimento di gioco”. Intanto la squadra al completo continua la preparazione del match tra le mura del Pala Evangelisti –

PERUGIA ­- Lavora di buona lena la Sir Safety Perugia dopo la “sbornia” della vittoria di Genova. Da martedì i Block Devils sono tornati in palestra a testa bassa per concentrare energie fisiche e mentali sul prossimo incontro in programma. Domenica arriva Isernia e c’è l’occasione, oltre di proseguire nella mini-striscia positiva, anche di cogliere il primo successo stagionale casalingo. Il tecnico Kovac può lavorare con tutta la rosa a disposizione e sta incentrando l’attenzione di alcune particolari fasi gioco da “oliare” al meglio. La squadra, rinfrancata dalla vittoria in terra ligure, si sta allenando con motivazioni e voglia per regalare la prima gioia “interna” ai propri tifosi. Domenica pomeriggio, con inizio dell’incontro alle ore 18:00, arriva come detto al Pala Evangelisti la Cicchetti Isernia. Squadra molto rinnovata nell’organico, dallo staff tecnico (tutto ex bianconero) passando per gli effettivi in campo, ma non nello spirito battagliero che da sempre contraddistingue la compagine pentra. Ne sa qualcosa il vice allenatore della Sir Safety Perugia Carmine Fontana. Lo scorso anno “Watson” sedeva proprio sulla panchina di Isernia, fungendo da vice di Cannestracci, e dunque nessuno meglio di lui può conoscere pregi e difetti del prossimo rivale della Sir. “Isernia è senza dubbio una società ed una piazza che da tanti anni è in serie A e che ha saputo spesso operare con oculatezza scovando sempre giovani importanti da valorizzare. Basta pensare allo scorso anno con Sabbi. Per me è stata una esperienza importante, la prima in serie A, faticosa ma positiva soprattutto per il risultato ottenuto al quale noi tecnici siamo chiaramente legati. La squadra di quest’anno è molto fisica e forte a muro. Dello scorso campionato sono rimasti il libero Spampinato ed il capitano Fiore, punto di riferimento in campo sotto l’aspetto tecnico e morale. Per il resto hanno cambiato tanto e come noi sono alla ricerca delle giuste alchimie. Di certo la società e l’ambiente danno alla squadra quel carattere, quella fame, quell’attaccamento ad ogni pallone che caratterizza da sempre Isernia”. Fontana però, nonostante le difficoltà che proporranno gli avversari, punta forte sul gruppo del presidente Sirci. “Veniamo da una partita importante, giocata mostrando grande carattere nel recuperare da una situazione difficile. Segno che c’è nel gruppo c’è qualità, ma anche che siamo in grado di tenere alte determinazione e concentrazione, cioè quelle qualità morali, prima ancora che tecnico-tattiche, che servono per spuntarla in questa categoria, dove pochi importanti punti fanno la differenza. Arriviamo alla gara di domenica con la certezza di voler fare bene e daremo il massimo per ripagare tutti gli sforzi che le persone intorno a noi fanno quotidianamente. Cerchiamo continuità nel nostro rendimento di gioco, ben sapendo che le qualità individuali che abbiamo saranno decisive per raggiungere un’alta qualità di squadra”.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY UMBRIA VOLLEY PERUGIA