COPPA ITALIA SERIE B1: 5° TURNO

FAMILA HABIMAT CHIERI – LILLIPUT PALLAVOLO SETTIMO         2-3 (27-29; 25-14; 25-21; 18-25; 13-15)

Quarta vittoria su cinque gare di Coppa Italia di B1 per la Lilliput Settimo che, come successo nella gara d’andata davanti al proprio pubblico, supera al tiebreak la Famila Habimat Chieri, capolista del girone A. Le biancoblu di Massimo Moglio compiono un passo in avanti rispetto alla debacle di sabato scorso sul campo dell’Asti Volley, sia sotto il profilo caratteriale sia sul piano del gioco. In alcuni frangenti, gli errori gratuiti delle settimesi sono ancora troppi, ma una reazione alla serata no del PalaSanQuirico c’è stata ed è questo il dato che più conforta.

Il tecnico ospite lascia in panchina Lia Raimondo, protagonista di un avvio di stagione sottotono, e schiera Serena Olocco da opposto nel sestetto base, dirottando Roberta Rinaldi in banda. In avvio sono la stessa Olocco e Chiara Burzio a dare vita ad un avvincente testa a testa offensivo, con nessuna delle due formazioni che riesce a prendere il sopravvento sull& #8217;altra. La Lilliput allunga a ridosso del secondo timeout tecnico con una bella giocata di seconda dell’alzatrice Francesca Sirchia (13-16) e mantiene il vantaggio sino alle battute finali. Sul 21-24, però, le settimesi incappano in una serie di errori che rischia di compromettere quanto di buono fatto sino a quel momento. La squadra guidata da Moglio va sotto nel punteggio e deve annullare due set point alla Famila Habimat prima di poter far festa con una bella veloce di Yasmina Akrari: 27-29. La vittoria ai vantaggi dovrebbe dar ulteriore fiducia alle ospiti, invece al rientro in campo è il sestetto chierese a far la voce grossa sottorete, soprattutto con la centrale Camilla Neriotti, insuperabile a muro. La Lilliput inizia male (8-3) e nel prosieguo non riesce a risollevarsi: Elisa Fragonas prende il posto di Rinaldi, le centrali perdono il confronto diretto con le pari ruolo avversarie ed il parziale vede il netto predominio delle ragazze di Max Gallo (25-14). Nel terzo set Sirchia e compagne limitano il numero di errori e giocano alla pari del Chieri, senza però riuscire ad incidere nel momento clou della frazione. Sul 18-18, infatti, il doppio break conquistato dalle padrone di casa risulta decisivo ai fini del successo collinare. Nel finale Valeria Millesimo subentra a Marianna Bogliani e risponde subito presente con un muro punto, ma un intelligente attacco di Serena Meneghello porta la Famila a condurre nel conto dei set: 25-21. Moglio inverte le due schiacciatrici e la mossa dà subito i suoi frutti. L’equilibrio regge fino al punteggio di 8 pari, prima che l’ottimo turno in battuta di Rinaldi, impreziosito da 3 ace, faccia svanire di colpo le certezze chieresi. La Lilliput vola sul +6 (8-14) e conduce in porto il parziale senza distrazioni, con Olocco che colpisce a ripetizione sia dalla prima che dalla seconda linea: 18-25. Si va così al tiebreak, il terzo stagionale per le settimesi. La buona tradizione che vede la compagine biancoblu sempre vittoriosa quest’anno al quinto set viene rispettata, con Sirchia e compagne che si portano avanti sul 6-7 e non si fanno più riprendere dalle rivali. La Lilliput gioca bene, correndo però dei rischi nel finale: dopo un attacco di Neriotti  che porta le due squadre sul punteggio di 12-14, un pregevole salvataggio difensivo di Francesca Parlangeli viene vanificato da una disattenzione delle compagne, ma ci pensa la glaciale Federica Biganzoli a fermare la rimonta della Famila capitalizzando al meglio il terzo match point: 13-15.

Sabato 8 ottobre, appuntamento alle ore 21 al Palazzetto dello Sport di via San Benigno per la sesta ed ultima gara della prima fase di Coppa Italia contro il Red Volley Villata. La Lilliput ha tutta l’intenzione di difendere la seconda posizione di classifica dall’assalto dell’Asti Volley e, in caso di successo pieno, può ancora puntare alla vetta, ma soprattutto vuole confermare i progressi messi in mostra al PalaFamila.

FAMILA HABIMAT CHIERI: Bersighelli 1, Nasari 18, Neriotti 16, Pilotti 11, Burzio 12, Levra Levron 6; Magaraggia (L); Meneghello 7, Molineris 1, Carando, Pirv, Soriani 3. N.e. Pesce (2L).

All. Gallo, Marongiu.

LILLIPUT PALLAVOLO SETTIMO: Sirchia 4, Se. Olocco 26, Bogliani 7, Akrari 15, Rinaldi 17, Biganzoli 13; Parlangeli (L); Fragonas 1, Millesimo 1. N.e. Raimondo, Visentin, Garrafa Botta.

All. Moglio, Gobbato.

ARBITRI: Mininni e Paolicelli.

MURI PUNTO: Famila 17 (Neriotti 6; Nasari e Pilotti 3; Burzio e Soriani 2; Meneghello); Lilliput 12 (Akrari 5; Bogliani 3; Se. Olocco 2; Sirchia e Millesimo).

PUNTI IN BATTUTA: Famila 5 (Burzio 2; Neriotti, Pilotti e Levra Levron); Lilliput 7 (Rinaldi 4; Bogliani, Biganzoli e Akrari).

ERRORI A SERVIZIO: Famila 5 (Burzio 2; Bersighelli, Nasari e Levra Levron); Lilliput 11 (Biganzoli, Se. Olocco e Akrari 3; Rinaldi e Sirchia).

UFFICIO STAMPA LILLIPUT