Il Cevolani MX Racing Team ha affrontato due lunghe trasferte nello stesso week end presenziando contemporaneamente alla prima prova del Campionato Europeo Supercross a Torino e al quarto round degli Internazionali d’Italia Supermarecross a Gioia Tauro.

 

 

Il Cevolani MX Racing Team, con due strutture separate, ha preso parte sabato sera al primo round dell’Europeo Supercross con Tommaso Vendramini mentre un’altra sua struttura è partita alla volta di Gioia Tauro dove il Supermarecross ha ripreso le ostilità per questa ultima parte di stagione, qui era schierato Niccolò Zinetti.

Milletrecento chilometri hanno diviso i due eventi e quindi un impegno non da sottovalutare per la struttura emiliana che non conosce soste anche in questa ultima parte di stagione.

 

Partiamo proprio dal sabato sera a Torino con Tommaso Vendramini che dopo aver agevolmente superato lo scoglio delle qualifiche con un secondo tempo, a due decini dal primo, nel main event è partito benissimo posizionandosi nelle posizioni che contano. Poi una scivolata lo ha retrocesso ma ha recuperato sino alla terza piazza. Gli sarebbe bastato qualche giro in più per poter andare all’attacco del secondo ma il tempo a disposizione era terminato. Dunque terzo gradino del podio nella SX2 per il pilota veronese che si è dichiarato soddisfatto della prestazione.

 

Trasferiamoci ora a Gioia Tauro dove domenica si è disputato il quarto round degli Internazionali d’Italia Supermarecross. Niccolò Zinetti si è presentato come sempre al via della MX2, convinto di poter migliorare la sua quinta posizione provvisoria in classifica. La mattinata domenicale gli ha consegnato una qualificazione tutto sommato buona, Zinetti ha fatto registrare il quinto tempo. Gara 1 uno non è stata delle migliori: Niccolò non parte benissimo e si ritrova ottavo al primo passaggio, posizione che ricopre per quattro tornate prima di rompere gli indugi ed iniziare la rimonta. Guadagna una posizione, è settimo, ma nel corso del nono giro incappa in una caduta che lo attarda notevolmente. Dopo essere ripartito transita 14° ed alla fine, sconsolato, sarà soltanto 12°. La seconda frazione lo vede ancora ottavo al primo passaggio ma stavolta Niccolò è più determinato, gli bastano due giri per ritrovarsi sesto. Subisce il ritorno di qualche avversario perdendo una posizione poi prontamente riconquistata tanto da presentarsi sotto la bandiera a scacchi sesto. Il computo totale dei punti guadagnati gli consegna il settimo posto assoluto di giornata che significano punti preziosi per il campionato. Con il punteggio incamerato, infatti, Zinetti conquista una posizione in classica provvisoria passando dal quinto al quarto posto.

Ma non è finita! Zinetti è anche chiamato a disputare la Supercampione, valevole per il Trofeo Cost to Cost che vede i migliori 10 della MX1 e MX2 schierati insieme. Al via di questa manche Niccolò non parte bene ed è penultimo al primo passaggio. Ma non si dà per vinto. Contro le più potenti 450 e molti suoi avversari con le 250, Zinetti comincia a rimontare fino a conquistare la quarta piazza conclusiva. Posizione che gli vale comunque la possibilità di salire sul podio visto che la premiazione di questo trofeo gratifica i primi 5 di ogni tappa.

 

 

Niccolò Zinetti: “Sono un po’ arrabbiato per la prima gara, avrei potuto portare a casa un migliore risultato. Potevo farcela! Peccato per la caduta, non ci voleva, ma sulla sabbia è davvero un attimo. Meglio la seconda gara anche se ho dovuto sempre rimontare per non essere tra i primi al via. Ero molto incavolato e nella Supercampione sono partito di nuovo male ma alla fine è andata bene. Diciamo che mi posso consolare anche se preferivo qualche punto in più in campionato.”

 

EUGENIO COVA – ECCOMUNICAZIONE