67° Campionato Nazionale Serie A2 Sustenium
Seconda Giornata
Domenica 02-10-2011 ore 18,00
Palazzetto FIPAV Pavesi – Milano
CheBanca! Milano vs Caffè Aiello Corigliano: 2-3
(20-25, 21-25, 25-20, 25-19, 12-15)

 

CheBanca! Milano:
Mattera 4, Di Manno 20, Mercorio 17, Vedovotto 1,  Beretta 5 , Insalata (K) 5 , Durante (L1), Jago , Baroti 3, Angelov 6, Robbiati 3, Blasi (ne),Cauteruccio (L2) (ne).
Primo allenatore: Luca Moretti
Secondo allenatore: Marco Fumagalli

 
Caffè Aiello Corigliano:
Kindgard 5, Padura Diaz 18, Galic 16, Spescha 18, Muccio, Sperandio 6, Viva (L1), Dutto, De Giorgi, Santucci, Tomasello 11, Casciaro (L2).
Primo allenatore: Vincenzo Nacci
Secondo allenatore: Carlo Gonella

 


Milano – Finalmente è arrivato il gran giorno per il debutto casalingo di CheBanca! Milano, nel nuovissimo Palazzetto del Centro Sportivo Fipav Pavesi.

Non senza emozione la squadra, lo staff e tutta l’organizzazione di Vero Volley hanno attentamente preparato questa giornata.

Nel set iniziale Milano schiera lo “starting seven” composto da Mattera, Baroti, Mercorio, Vedovotto, Beretta, Insalta e Durante libero, a cui Corigliano risponde con Kindgard, Padura Diaz, Galic, Spescha, Tomasello, Sperandio ed il libero Viva. 

CheBanca! Milano parte un po’ contratta ed al primo timeout tecnico ha uno scarto di due punti da recuperare sugli avversari (6-8); prova ad inseguire, ma si espone ai perentori attacchi della formazione calabrese, che allunga per il 9 a 12 e mette in mostra i propri tre assi Galic, Spescha e Padura Diaz.

In questa fase sono i giocatori di Corigliano a mostrare più lucidità e precisione, guadagnando un break importante che li vede avanti di quattro lunghezze al secondo timeout tecnico (12-16). Una grande performance del croato Galic, prima in attacco e poi al servizio, consente un ulteriore allungo dei Calabresi, che si portano sul 13 a 18.

Milano non riesce a sbloccarsi e subisce l’azione decisa degli ospiti, ormai galvanizzati ed avanti sul 14 a 21. A questo punto coach Moretti cambia le carte in tavola a manda in campo Di Manno in sostituzione di Baroti L’operazione sblocca Milano, che recupera punti importanti, proprio grazie al nuovo entrato (17-21; entra in campo anche Robbiati su Beretta e la squadra milanese tenta un disperato recupero, che la vede chiudere il set con uno svantaggio di cinque punti (20-25).

 

Secondo tempo con Milano che riconferma l’opposto Di Manno e parte con una marcia diversa rispetto al precedente parziale; subito in luce anche Mercorio, che conquista un ace per il 5 a 2. Poi la partita prende un’altra piega e Corigliano realizza una rimonta ed un sorpasso ai danni dei ragazzi di coach Moretti (5-6). Il confronto si accende e si gioca punto a punto, con azioni spettacolari da entrambe le parti; sono però ancora i Calabresi che tengono il controllo dell’incontro e chiudono il primo parziale con un break di due punti (6-8).

CheBanca! manda in campo Angelov per Vedovotto, ma lo svantaggio resta sempre di due punti (7-9); i tifosi milanesi, giunti in numero consistente al Palazzetto Pavesi non smettono di sostenere a gran voce i propri giocatori, chiedendo loro di rimontare lo svantaggio e riprendere le redini dell’incontro. Mattera e compagni ce la mettono tutta e forzano il gioco, esponendosi a qualche rischio di troppo; alla seconda interruzione obbligatoria Corigliano è a 16, Milano a 13.

Alla ripresa del gioco Enzo Di Manno d’autorità conquista il punto numero 14, subito annullato da un nuovo vantaggio calabrese (14-17); i Meneghini devono assolutamente riportarsi in partita, ma Corigliano si dimostra un’avversaria estremamente ostica e molto motivata.

Sul 20 a 23 Moretti tenta l’inserimento al servizio di Jago, ma l’azione successiva vede un’invasione fischiata a Beretta ed il risultato diventa 20 a 24. Dopo la conquista del 21 punto milanese, entra in campo al servizio anche il giovane opposto Baroti; la sua battuta è buona, ma nello scambio seguente Milano incassa un attacco calabrese e perde il secondo set con il parziale di 21 a 25.

 

Terzo set con i tifosi milanesi in ansia per l’esito del match e le due formazioni impegnate in un serrato confronto, che i Milanesi vorrebbero riaprire, mentre Corigliano ha tutte le intenzioni di chiudere velocemente, facendo tesoro del vantaggio cumulato nei primi due set. Il set si riaccende e Milano riesce a chiudere il primo timeout tecnico con un punto di vantaggio (8-7); al rientro in campo CheBanca! Milano appare rigenerata e conquista punti che fanno ben sperare (11-7), per poi subire un forte ritorno dei Calabresi, guidati da Spescha e dall’eccellente cubano Padura Diaz, autore di un ace per l’11 a 10.  

Ancora Corigliano protagonista, si riporta in pareggio con un muro su attacco di Mattera, dopo un’azione convulsa da entrambe le parti. I Meneghini reagiscono con orgoglio, spinti da Di Manno e Mercorio ed ottengono un allungo di tre punti per il 16 a 13.

E’ la volta di coach Nacci che cerca di modificare gli assetti in campo, schierando l’espertissimo palleggiatore De Giorgi, tenuto a riposo in precedenza; i Calabresi spingono per recuperare e sbagliano qualche azione, mentre Milano si fa più pericolosa e vola sul 20 a 15.

Il pubblico trepida, mentre il muro milanese fatica a tenere gli attacchi di Spescha e Padura Diaz ed i calabresi si riportano a meno 3 (22-19); Spescha va in battuta, ma Insalata chiude al centro per il 23 a 19, propiziando una fine positiva del parziale che i Meneghini si aggiudicano con il risultato di 25 a 20. 

 

Quarto tempo e partita ancora aperta, ma Milano deve aumentare la pressione e la positività, se vuole arrivare al tie-break; d’altra parte la Caffè Aiello non molla e dopo una fase iniziale di testa a testa, si porta avanti per il 3 a 6. Moretti chiede tempo e cerca di riordinare i propri giocatori; intanto il fedele pubblico milanese continua a sostenere la formazione di Volley Milano ed applaude con foga il muro di Mattera del 5 a 6. All’interruzione tecnica è Corigliano ad essere avanti di tre lunghezze (5-8); Milano si batte e recupera, sempre grazie a Di Manno e Mercorio (8-9) e ad Angelov autore del pari 9. Dopo una serie di azioni emozionanti e pregevoli tecnicamente si torna in parità sul punto numero 11 e sul 13; Di Manno in parallela conquista il 14 a 13 e raddoppia subito dopo grazie ad un block out sul suo attacco (15-13). Al timeout tecnico Milano ha un piccolo vantaggio di un punto, che Di Manno e Mercorio si incaricano di incrementare con le due successive azioni (18-15). Il muro milanese si fa più efficace ed i padroni di casa riescono a portarsi avanti per il 22 a 17, quando in battuta torna in campo Jago. Il punto sull’azione va però a Corigliano che fa tremare il pubblico di casa, riportandosi sotto per il 23 a 19. Robbiati chiude in primo tempo ed il successivo errore a rete di Corigliano dà ai Milanesi l’accesso al tie break (25-19).

 

Finale ad altissima tensione, con gli spalti caldissimi e non solo per l’eccezionale temperatura ancora estiva che ha contraddistinto questa prima domenica di ottobre.

CheBanca! Milano va subito avanti per il 2 a 0, che in men che non si dica si trasforma in 2 a 4 per gli ospiti; è l’opposto Di Manno a riportare il match in momentaneo pareggio. Due contestate palle out ed un ace di Padura Diaz mettono nuovamente avanti Corigliano (4-7); al cambio campo il risultato è di 5 ad 8 per la squadra calabrese, che manda in battuta Galic, a cui risponde la diagonale lunga di Enzo Di Manno (6-8). Va al servizio Eerik Jago, che destabilizza gli avversari e permette il recupero di un altro punto, sbagliando però la successiva battuta. Il solito Di Manno tiene in gioco la sua squadra, ma la Caffè Aiello vuole la partita e si mantiene avanti; Spescha guadagna un altro punto sul muro out milanese e il fallo fischiato a Di Manno in attacco vede Corigliano andare sul 9 a 12.

Padura Diaz è imprendibile da posto due e il seguente attacco di Mercorio in diagonale stretta finisce fuori (11-13).

La partita si avvia alla sua conclusione, con ancora uno sprazzo di emozioni, grazie al punto di Mercorio per il 12 a 14. Corigliano però conquista con merito il confronto con la diagonale lunga di Galic (12-15).   

 

In conferenza stampa coach Moretti ha ricordato che: “Senza dubbio la squadra ha pagato la tensione del debutto in casa, in un impianto che conosciamo ancora poco ed in cui dobbiamo stabilire i punti di riferimento. Il risultato di oggi dimostra comunque quanto sia duro ed impegnativo questo campionato e quale sia il suo effettivo livello tecnico”.

 

Prossimo impegno per CheBanca! Milano, domenica 9 ottobre a Castellana Grotte, contro la favoritissima padrona di casa.

 

Gli appuntamenti televisivi di CheBanca! Milano; “Sport-Day/L’Angolo del Vero Volley”

Mercoledì 5 ottobre

TeleMilano Tele TV (can 12)
ore 19.30

TeleMilano City (can 288)

ore 19.30
TeleMilano Più Blu (can 91)

ore 20.00

 


Inoltre sempre mercoledì, su TeleMilano City alle 21,00 andrà in onda la partita giocata questa sera.

 

Nel weekend ancora Sport-Day/L’Angolo del Vero Volley su: 

 

TeleMilano City (can 288)

Sabato alle ore 12,30

Domenica alle ore 21,15

TeleMilano Tele TV (can 12)
Sabato alle ore 18.30

Domenica alle ore 21,00

Dr. Riccardo Carossia
Consorzio VERO VOLLEY
Responsabile Comunicazione & Marketing

Nella foto CheBanca! Milano vs Corigliano