ASTI VOLLEY – LILLIPUT PALLAVOLO SETTIMO 3-0 (25-23; 25-19; 25-13)

Il girone di ritorno della prima fase di Coppa Italia di B1 inizia con un brutto scivolone esterno per la Lilliput Settimo. Dopo tre vittorie consecutive, Francesca Sirchia e compagne conoscono per la prima volta in stagione l’onta della battuta d’arresto sul campo dell’Asti Volley, calando repentinamente alla distanza e disunendosi in campo. Ad eccezione del set inaugurale, la squadra guidata da Massimo Moglio è sempre costretta ad inseguire nel punteggio e non ha la capacità di ribaltare l’andamento di una sfida che prende sempre più la strada della formazione di casa. Soprattutto a livello di atteggiamento, c’è qualcosa da rivedere in casa biancoblu, ma la Coppa Italia serve come rodaggio in vista del campionato ed il tempo per migliorare non manca di certo.

Come anticipato, la prima frazione di gioco è equilibrata, con la Lilliput che si fa preferire in avvio e l’Asti Volley che è pronto ad approfittare delle incertezze ospiti. Sul punteggio di 6-8, un errore del segnapunti non ravvisato dalla coppia arbitrale impedisce alle settimesi di volare sul +3 e riporta sotto le ragazze di Vincenzo Rondinelli che, con il passare dei punti, portano l’inerzia del set in loro favore. Margherita Mascherini fa il bello ed il cattivo tempo in attacco, mentre dall’altra parte della rete Lia Raimondo viene rilevata in prima linea da Elisa Fragonas. Il finale si gioca punto a punto, con le settimesi che non riescono a recuperare il break di svantaggio e cadono 25-23 su un attacco dell’opposto astigiano. Moglio cambia subito ed inserisce Serena Olocco per Roberta Rinaldi, ma, nonostante il buon apporto offensivo della neo entrata, la Lilliput non riesce a tenere il passo delle avversarie. A muro la squadra ospite è inconsistente e ne risente eccome la difesa che non riesce a tenere in vita gli attacchi delle padrone di casa. Per l’Asti Volley la strada si fa dunque in discesa, complici anche i troppi errori gratuiti delle biancoblu, molto fallose nei primi due parziali di gioco, soprattutto in attacco. Gli ingressi di Fragonas e Valeria Millesimo non possono mutare la situazione ed anche il secondo set prende la via dell’Asti Volley: 25-19. La gara di fatto si chiude qui, perché nel terzo parziale la Lilliput è irriconoscibile e non entra mai in partita. La correlazione muro-difesa delle biancoblu continua a non fornire risultati apprezzabili, con Cristina Vinciarelli e compagne che possono giocare sul velluto e vanno a conquistare il loro primo successo pieno stagionale con un eloquente punteggio di 25-13.

Martedì 4 ottobre, alle ore 20,30, altro impegno esterno per la Lilliput che si presenterà al PalaFamila di Chieri per affrontare la squadra di casa della Famila Habimat, rimasta da sola in testa alla classifica dopo la vittoria in trasferta contro il Red Volley Villata ed il contemporaneo capitombolo delle settimesi.

ASTI VOLLEY: Cu mino 1, Mascherini 18, Alessandria 3, Vinciarelli 11, Giordana 3, Cortelazzo 8; Giampietri (L); Dametto 5, Menardo 2. N.e. Baruffi, Fasano, Torchio.

All. Rondinelli, Reggio.

LILLIPUT PALLAVOLO SETTIMO: Sirchia 1, Rinaldi 6, Bogliani 4, Akrari 8, Biganzoli 10, Raimondo 2; Parlangeli (L); Se. Olocco 7, Fragonas 1, Millesimo 1. N.e. Garrafa Botta, Visentin.

All. Moglio, Gobbato.

ARBITRI: Valazza e Modena.

MURI PUNTO: Asti 5 (Vinciarelli 3; Mascherini e Dametto); Lilliput 2 (Akrari e Rinaldi).

PUNTI IN BATTUTA: Asti 2 (Cortelazzo e Dametto); Lilliput 3 (Biganzoli 2; Akrari).

ERRORI A SERVIZIO: Asti 8 (Mascherini e Alessandria 3; Cumino e Cortelazzo); Lilliput 8 (Akrari, Sirchia e Biganzoli 2; Raimondo e Rinaldi).

UFFICIO STAMPA LILLIPUT