Per le tre macchine nuovi motori e un solo obiettivo: vincere il titolo Costruttori

 

ZURIGO / WELLINBOROUGH, 26 agosto 2011 – Il WTCC riprende l’attività dopo la pausa estiva e si dirige in Spagna per l’ultima tappa della campagna europea. Come al solito, sarà il Circuit de la Comunita Valenciana ‘Ricardo Tormo’ nei pressi di Valencia a ospitare il Premio di Spagna con la sua calda atmosfera mediterranea. Si tratterà di un evento fondamentale per Chevrolet, che in Spagna potrebbe essere incoronata Campione del Mondo Costruttori. Assicurarsi il titolo del WTCC per il secondo anno consecutivo prima della trasferta asiatica è quindi l’obiettivo di Chevrolet e del team RML in questa uscita in terra iberica.

 

 

Situazione completamente diversa nel Campionato Piloti. L’unica certezza è che il titolo non può sfuggire a uno dei piloti Chevrolet, ma i giochi sono più aperti che mai, con Rob Huff e Yvan Muller separati da soli 6 punti e Alain Menu terzo nel ruolo di outsider.

Come sempre, il tortuoso circuito di Valencia metterà a dura prova macchine e pneumatici, soprattutto in caso di temperature elevate. I motori potrebbero costituire un ulteriore punto interrogativo, in quanto le macchine dotate di turbo 1.6 avranno la possibilità di montare un nuovo propulsore a partire da questo evento, con l’unico cambio permesso durante la stagione dalla FIA. Il team Chevrolet è certo che le Cruze continueranno a essere competitive come nelle gare precedenti.

 

DICHIARAZIONI

Rob Huff: “Non vedo l’ora di rimettermi al volante della Cruze dopo quattro settimane. In questo periodo ho avuto la possibilità di guidare la Cruze in Argentina nel TC2000. Partecipare alla 200 chilometri di Buenos Aires è sempre molto piacevole, anche se il mio compagno di squadra Agustín Canapino e io siamo stati bersagliati dalla sfortuna. Durante il giro preliminare si è rotto qualcosa nella sospensione posteriore, e siamo dovuti partire dai box. Eravamo riusciti a sorpassare metà delle vetture quando una perdita di olio ci ha costretti al ritiro. Ma torniamo al WTCC. Qualsiasi gara è fondamentale per il campionato e non vedo l’ora di tuffarmi di nuovo nella lotta. Sicuramente Valencia mi piace e in passato abbiamo ottenuto degli ottimi risultati, sebbene non sia un circuito facile per le macchine a trazione anteriore e il manto stradale sia molto abrasivo. Il segreto sarà trovare un buon assetto per la gara.”

 

Yvan Muller: “Nelle ultime settimane ho lavorato parecchio. A metà agosto ho effettuato dei test a Rockingham, poi ho partecipato alla 24 Ore di Le Mans … in bicicletta. La mia squadra ha completato 176 giri del circuito Bugatti, ossia 757 km, a una media di 32 km/h, ed è un ottimo risultato, anche se posso garantirvi che non avevo mai pensato che un giro potesse sembrare così lungo … Ma adesso è ora di concentrarsi nuovamente sul WTCC e sulla battaglia per il titolo, che ho intenzione di affrontare con la massima determinazione. Valencia è un circuito bellissimo, in particolare per gli spettatori che possono vedere l’intero percorso da qualsiasi posto. E’ un percorso che mi piace, anche se è sempre difficile, soprattutto per le auto a trazione anteriore, dato che i pneumatici anteriori sono soggetti a sforzi straordinari, in particolare se le temperature sono elevate, cosa che capita spesso in questo periodo dell’anno”

 

Alain Menu: “Sono appena rientrato dall’Argentina, dove ho partecipato alla 200 km di Buenos Aires con la Cruze TC2000. Era la sesta volta che correvo quella gara e mi piace moltissimo, così come adoro l’Argentina. Ho diviso il volante con il mio amico Christian Ledesma, ma purtroppo questa volta le cose non sono andate molto bene, infatti siamo stati costretti al ritiro a pochi giri dal termine quanto stavamo lottando nei primi cinque posti. Adesso la priorità è Valencia, è chiaro che se voglio conservare qualche possibilità di vincere il titolo, devo finire davanti ai miei due compagni di squadra e cercare di vincere almeno una delle gare. Vedremo come andrà, questo è un circuito che mi piace molto, è tecnico e se si vuole essere veloci bisogna attaccare e allo stesso tempo guidare nel modo più pulito possibile.”

 

Ron Hartvelt, Project Manager WTCC: “Non ci siamo neppure accorti della pausa estiva, abbiamo continuato a lavorare a pieno ritmo. Abbiamo effettuato dei test a Rockingham e Pembrey, più che altro per verificare qualche aggiornamento per il futuro, e ci siamo portati avanti per la logistica del tour asiatico. Le vetture partiranno per l’Asia subito dopo Valencia, e avremo poi tre gare, quindi è necessario prepararsi bene e programmare tutto per tempo. Venerdì mandiamo le auto a Sywell con i tre piloti, poi si parte per Valencia, dove la difficoltà principale sarà riuscire a non sollecitare troppo i pneumatici anteriori. Resteremo anche dopo la corsa di domenica, per effettuare dei test da lunedì a mercoledì.”

 

Arnaud Martin, Responsabile Motori: “Secondo le nuove regole FIA è possibile cambiare il motore solo una volta questa stagione, dopo l’ottava gara, ossia adesso e noi abbiamo scelto di sfruttare la possibilità non perché i propulsori fossero affaticati, anzi probabilmente vanno meglio ora che all’inizio della stagione, ma perché volevamo smontarli ed esaminarli, per controllare l’usura e raccogliere informazioni utili per la prossima stagione, quando non sarà permesso cambiare il motore e ogni unità dovrà avere un ciclo di vita di 5000 km, ossia la distanza media di una stagione completa. Devo dire che siamo rimasti estremamente soddisfatti dai risultati dei nostri esami e controlli, e dall’affidabilità del nostro nuovo turbo 1.6. Come stabilisce il nuovo regolamento, erano presenti anche gli ispettori FIA per eseguire le loro verifiche e abbiamo ricevuto l’approvazione di tutto quanto è stato esaminato e controllato”

 

Eric Nève: “Valencia è uno dei miei circuiti preferiti, per via della calda accoglienza dei tifosi spagnoli e per la bellezza della regione, ma questa volta abbiamo uno stimolo in più, dato che possiamo conquistare il titolo Costruttori. Se partiamo dalla Spagna con almeno 258 punti di vantaggio sul secondo, avremmo la certezza matematica del titolo. Al momento abbiamo 267 punti di vantaggio, quindi è fondamentale mantenere questo distacco”

 

IL PROGRAMMA DI VALENCIA (Ora locale = CET – 1)

 

Sabato, 3 settembre 2011

09:00–09:30                  Prima sessione di prove libere

11:00 – 12:00               Seconda sessione di prove libere

14:30 – 14:50                Prima sessione di qualifiche

14:55 – 15:05                Seconda sessione di qualifiche

 

Domenica 4 settembre 2011

09:00-09:15 Warm up

13:35-14:00 Gara 1 (13 giri = 52,065 km) (Partenza lanciata)

15:05-15:30 Gara 2 (13 giri = 52,065 km) (Partenza da fermo)

 

VALENCIA WTCC IN TELEVISIONE

In Europa, qualifiche, warm up e gare verranno trasmesse dal vivo su Eurosport International.

 

CLASSIFICA POSIZIONI DOPO 16 GARE SU 24

1. R Huff (Chevrolet), 289 punti; 2. Y Muller (Chevrolet), 283; 3. A Menu (Chevrolet), 220; 4. G Tarquini (SEAT), 145; 5. T Coronel (BMW), 137 … 12. D O’Young (Chevrolet), 43; 14. C. Bueno (Chevrolet), 25 ; ecc

 

CLASSIFICA COSTRUTTORI DOPO 16 GARE SU 24

1. Chevrolet, 648 punti; 2. BMW, 381; 3. SEAT SR, 357; 4. Volvo, 112.

 

Chevrolet Italia SpA

Ufficio Stampa