Secondo appuntamento del “Trittico Lombardo”: la Coppa Agostoni, con partenza da Monza e arrivo a Lissone per un totale di 200 km. Luca Paolini ha mancato il podio per un soffio: il corridore italiano del Team Katusha è giunto quarto in volata.

Momento decisivo della corsa la salita del Ghisallo, posto a 50 km dall’inizio della competizione: il gruppo si spezza in due parti, con quella di testa formato da una cinquantina di unità che raggiungono, in breve tempo, un vantaggio massimo incolmabile di 12′. Nel primo troncone, oltre a Paolini, erano presenti anche Giampaolo Caruso, Danilo Di Luca ed Egor Silin, sesto ieri nella Tre Valli Varesine. Nonostante l’ottimo lavoro di squadra, il corridore milanese giunge solo a sfiorare il podio, battuto rispettivamente dal vincitore di giornata Sacha Modolo (Colnago-CSF), Simone Ponzi (Liquigas-Cannondale) e Oscar Gatto (Farnese-Neri).
“E’ un quarto posto che mi sta stretto – afferma Paolini al traguardo – vista l’ottima condizione espressa oggi avrei dovuto fare qualcosa di più. Purtroppo, nella volata decisiva, mi è mancato quel briciolo di cattiveria agonistica necessaria per vincere. E’ un peccato, perchè la squadra ha lavorato veramente bene: dopo aver contribuito a fare il vuoto sul Ghisallo, i miei compagni in fuga mi hanno aiutato a chiudere ogni buco negli ultimi chilometri. Nonostante tutto, comunque, sono contento della mia forma attuale. Tra pochi giorni inizierà la Vuelta: il nostro obiettivo è conquistare la classifica generale con Rodriguez, quindi è importante che tutta la squadra sia in ottima condizione per aiutare il nostro leader a centrare questo traguardo”.
HEAD PRESS OFFICER
Andrea Agostini