Silvia Caruso e Nicholas Benatti argento, Brando Caruso e la Squadra bronzo.Ottimo bottino per la nazionale Under 21 Disciplina Classiche che ai Campionati Europei di categoria conquista 4 medaglie: due argenti e due bronzi.

Le finali disputate ieri presso il bacino artificiale di Sesena (SPA) nelle vicinanza della capitale Mardid, hanno visto andare a podio già nella mattinata il primo azzurro impegnato in acqua.

Il giovanissimo Brando Caruso, 14 anni da Omegna (VB), conquista infatti una splendida medaglia di bronzo con il risultato di 2 boe a 10.75. Davanti a lui solo lo svedese Johan Efverstrom 3 a 10.75 e il britannico Fred Winter che si impone con 5 boe a 10.75. Per Caruso, vincitore a maggio dello Junior US Master, è un risultato che vale doppio poiché gareggiava contro avversari ampiamente più grandi di lui, e che lo lanciano come favorito numero uno dei prossimi Campionati Europei Under 17, dal 22 al 28 agosto in Ucraina.

Dalle figure arrivano invece due splendide medaglie d’argento: Nicholas Benatti 19 anni di Desenzano del Garda (BS) con 9280 punti, record personale, si piega solamente al ceco Martin Kolman 9440 punti, terzo l’inglese James Earl.

Tra le donne prosegue il “magic moment” di Silvia Caruso, 20 anni anche lei di Omegna (VB), che dopo settimo posto dei Mondiali Assoluti, si regala l’argento europeo con il punteggio di 5360 punti. A vincere la francese Marion Aynoud 7990 punti, terza un’altra francese Manon Costard 4250 punti.

Sfiora il podio nel salto Luca Spinelli 20 anni di Azeglio (TO), 10 centimetri: 53.8 metri, lo tengono fuori dalla zona medaglie, per lui un comunque onorevole quinto posto.

Le ottime prestazioni azzurre sono state poi ripagate dal risultato della combinata a squadre. Il team italiano, guidato dal tecnico Riccardo Casilli è infatti salito sul podio raggiungendo la terza posizione. Medaglia d’argento alla rivelazione Svezia, oro alla Francia.

Ufficio Stampa Gabriele Falcioni