Oltre trenta vetture sono scese in pista lo scorso week end al Mugello nel terzo appuntamento della Lotus Cup Light. Un grande risultato che conferma l’enorme interesse degli appassionati verso questa tipologia di manifestazione che permette di scendere in pista e divertirsi anche a chi non è pilota professionista o gentleman driver ma vuole provare l’ebbrezza di calcare l’asfalto dei più importanti circuiti nazionali. La manifestazione ha avuto luogo sul tracciato dove erano in programma i Campionati Italiani Gt e soprattutto la Lotus Cup Italia, main event per gli appassionati del marchio inglese.

A primeggiare in classifica sul tracciato toscano è stato Andrea Sapino mentre in classifica generale, dopo tre appuntamenti, comanda sempre Mario Ricotti, il quale però sarà insidiato dai numerosissimi avversari che avranno modo di scendere in pista anche nei prossimi appuntamenti di Monza, Franciacorta e Varano. Chi riuscirà a succedere all’ultimo vincitore della Lotus Cup Light, Erminio Beretta che, dopo essersi aggiudicato la speciale classifica dedicata agli appassionati del mondo Lotus ha avuto modo di cimentarsi nella Lotus Cup Italia con risultati di assoluto rilievo, tanto da salire sul podio al debutto nella categoria.

Il week end disputatosi sul tracciato toscano ha quindi evidenziato ancora una volta l’alta competitività della Lotus Cup con Cazzaniga e Fortina giunti sul traguardo in volata, il grande consenso della Lotus Cup Light che punta al “sold out” anche per i prossimi appuntamenti e la conferma della sempre maggiore presenza del marchio Lotus a supporto della Lotus Cup, tanto che al Mugello era presente in bella evidenza una splendida Lotus Renault di Formula Uno.

 

Le vetture della Lotus Cup Light in azione

Press Office

Cristiano MANDELLI