Nella foto Falcioni-Petrucci

Cambio di sede per la Fisn, che si trasferisce dal vecchio stabile di via Piranesi 44/b al nuovo “Palazzo delle Federazioni” sito al numero 46 sempre di via Piranesi.

Proprio ieri infatti, si è svolta la cerimonia di inaugurazione del “Palazzo delle Federazioni”, la nuova casa delle Federazioni Nazionali “milanesi” e degli uffici regionali e provinciali di Federazioni, Discipline Associate, Enti di Promozione e Associazioni Benemerite.

La nuova struttura ospiterà 4 Federazioni nazionali tra le quali la Fisn, 44 Comitati regionali e provinciali per un totale di oltre 400 uffici distribuiti su una superficie di 14.500 metri quadri, capaci di ospitare oltre 2.500 visitatori giornalieri. Un occhio di attenzione inoltre per l’ambiente, con ben 1.750 metri quadri di aree verdi.


L’inaugurazione della nuova sede rappresenta il forte impegno del Coni e delle Federazioni a sviluppare il loro ruolo istituzionale, assicurando inoltre a tutto il mondo dello sport lombardo la disponibilità di una nuova “casa”, prestigiosa, moderna e funzionale, che andrà a rappresentare il punto di riferimento operativo e di immagine per gli sportivi e gli addetti ai lavori.

Al battesimo ufficiale del nuovo “Palazzo delle Federazioni” erano presenti autorità sportive e istituzioni cittadine, provinciali e regionali con il Presidente del Coni Giovanni Petrucci, il Segretario Generale Raffaele Pagnozzi, la Giunta e il Cda di Coni Servizi a fare gli onori di casa. Al taglio del nastro, sono intervenuti tra gli altri il Sindaco di Milano Letizia Moratti, il Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni e il Presidente della Provincia di Milano Guido Podestà.

“Ringrazio fortemente il Coni per questa splendida struttura che ha messo a disposizione dello sport e delle Federazioni “milanesi” – le parole del Presidente Silvio Falcioni – la nuova sede della Federazione Italiana Sci Nautico oltre che migliore da un punto di vista estetico, rafforza la funzionalità dei nostri uffici con strutture all’avanguardia e moderne, aumentando inoltre la capacità di collaborazione con le altre Federazioni”.

Ufficio Stampa

Gabriele Falcioni