Nella foto scattata da Marco Trabalza il capitano de la Trentina Diatec Elisabetta Serrapica assieme al Presidente del Main Sponsor Mauro Coser il giorno della presentazione dell’accordo

Weekend sfortunato, per una volta, non solo per la Trentino Volley maschile ma anche per quella femminile di Serie B1. Sabato sera, nella gara giocata ad Ostiano e valevole per l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia di categoria, le gialloblu sono infatti incappate nella prima sconfitta stagionale cedendo 3-2 sul campo del Casalmaggiore.

Il ko ha messo fine ad una striscia di ben diciassette vittorie consecutive (dodici in campionato, cinque in Coppa) che durava dall’inizio della stagione ma non ha comunque compromesso il discorso legato alla qualificazione alla Final Four, a cui la Trentina Diatec giungerebbe vincendo per 3-0 o 3-1 il match di ritorno del 16 febbraio al PalaBocchi. Impresa assolutamente possibile come spiega il capitano Elisabetta Serrapica.

Perdere non fa mai piacere ma tutto sommato la sconfitta di sabato può comunque essere accettata e rivelarsi utile per il proseguo della nostra stagione – racconta il martello di Sabaudia – . Fra l’altro il 3-2 di Ostiano lascia intatte le possibilità di ribaltare il risultato nella gara di ritorno ed è sicuramente meglio aver perso in questa specifica competizione, dove non vengono assegnati punti in classifica, piuttosto che in campionato. Una giornata negativa può capitare a chiunque; abbiamo faticato sin dall’inizio in ricezione, cosa che solitamente non ci capita spesso, e quindi di conseguenza nella fase di cambiopalla siamo state meno efficienti. Ritengo tuttavia che siamo state anche brave a non mollare e a portare la contesa fino al quinto set perché per come era iniziata la partita c’era il rischio concreto di perdere per 3-0 che avrebbe acceso un campanello d’allarme molto più grande. Non è stato così perché nel secondo e terzo set abbiamo sfruttato importanti occasioni per rientrare in partita, dimostrando comunque carattere”.

“L’importante ora è che le indicazioni positive e negative emerse da questa gara vengano raccolte bene dal nostro gruppo per ripartire immediatamente e ritrovare le certezze che il filotto di diciassette successi ci aveva consegnato – continua Elisabetta Serrapica, autrice in questa stagione di 162 punti in diciotto gare ufficiali – . Sabato sera al PalaBocchi contro Cislago (fischio d’inizio ad ore 20.30, ndr) dobbiamo quindi immediatamente riprendere il discorso interrotto e farlo ottenendo tutti i tre punti in palio, senza quindi sottovalutare l’avversario nonostante arrivi a Trento da penultima della classe. In questa fase centrale della regular season è importante non lasciare punti per strada; l’obiettivo deve essere infatti quello di arrivare agli appuntamenti importanti del girone di ritorno, come la trasferta sul campo di Flero e di Forlì e la gara in casa contro Verona, con un buon margine di vantaggio sulle dirette inseguitrici, in modo da giocare sempre con tranquillità e senza l’assillo di non poter sbagliare nulla. Rispetto alle precedenti stagioni il campionato di Serie B1 forse è leggermente calato come qualità media di gioco, ma le insidie sono sempre dietro l’angolo non solo con formazioni di alta classifica ma anche contro quelle molto giovani come San Donà, Orago e lo stesso Cislago. Dobbiamo quindi far pesare la nostra maggiore esperienza a questi livelli”.


Trentino Volley S.p.A.

Ufficio Stampa

Francesco Segala