L’A.S.D. Pallacanestro Molfetta esprime vivo sdegno per la gravissima sanzione comminata alla Società per alcuni episodi accaduti nel corso della gara Gammauto Molfetta – Geofarma Mola di sabato 7 gennaio.
La squalifica di ben tre giornate appare assolutamente sproporzionata ai fatti e costituisce l’ultimo atto di penalizzazione di una Società che con molti sacrifici sta tentando di riportare il basket molfettese ai livelli che gli sono consoni, attraverso il rigore amministrativo e la serietà dei programmi.
Colpire sistematicamente, prima con multe esagerate ed ora con la squalifica del campo, la Società per le intemperanze solo verbali di alcuni danneggia l’immagine della città tutta facendo apparire il pubblico molfettese come formato da violenti e facinorosi mentre nessun arbitro, anche quelli di sabato scorso, è stata mai fisicamente aggredito e ha potuto sempre abbandonare il Palapoli in tutta tranquillità.
Ben diversa è la situazione di altri campi, vedi la gara a Napoli del 5 gennaio dove il nostro dirigente accompagnatore solo per caso ha evitato di essere colpito sulla testa dal bastone brandito da una tifosa napoletana. Pertanto appare incomprensibile la disparità di trattamento e del tutto sproporzionata la multa comminata alla Società napoletana e quella inferta al Molfetta in questa occasione.
l’A.S.D. Pallacanestro “Gammauto” Molfetta nel ribadire la propria indignazione per una Giustizia Sportiva non sempre equilibrata e la profonda preoccupazione per il livello degli arbitraggi che appare quasi sempre non consono con il livello della categoria e con il valore della posta in gioco, prende, comunque, le distanze da alcuni sedicenti tifosi e invita caldamente i propri sostenitori a non dare più adito o pretesto alcuno per gli interventi punitivi della Giustizia sportiva nei confronti della Società, anche per non mettere in pericolo i risultati, sin qui, meritatamente conseguiti sul campo e si riserva di adottare tutte le misure adeguate a tutela della propria serietà, dell’immagine del basket cittadino e degli investimenti finanziari messi in essere per disputare un dignitoso campionato di Serie C nazionale.


Ufficio Stampa
Gammauto Molfetta