Il Team Ford Chip Ganassi Racing si prepara alla 24 Ore di Le Mans 2019
Le Ford GT del Ford Chip Ganassi Racing Team sono pronte a scendere in pista per l’edizione della 24 Ore di Le Mans 2019, l’ultima dell’attuale programma corse dedicato alla produzione della Ford GT

I fan potranno seguire la 24 Ore di Le Mans dall’interno del cockpit delle Ford GT, durante il livestream dedicato su www.fordperformance.tv
La 24 Ore di Le Mans avrà inizio il 15 giugno alle 15:00 CET
Le linee di partenza sono state disegnate e ogni cosa è pronta per l’incredibile resa dei conti, a Le Mans, il 15 e 16 giugno. A cinquant’anni dalle storiche vittorie Ford a Le Mans ottenute per 4 anni consecutivi, oggi, la sfida non è più soltanto Ford vs. Ferrari. È Ford contro Ferrari, BMW, Aston Martin, Corvette e Porsche. Lo scontro leggendario è alle porte e il Team Ford Chip Ganassi Racing è pronto al grido Go Like Hell, ancora una volta.
I quattro anni di Ford a Le Mans, che hanno significato un incredibile impegno da parte dell’Ovale Blu per riuscire a gareggiare con le sue spettacolari Ford GT, hanno segnato profondamente il team, nelle persone e nello sviluppo del prodotto, attraverso innovazione ed apprendimento che ne hanno caratterizzato tutto il percorso.
“Quest’ultima gara di Le Mans per il team Ford sarà sicuramente emozionante”, ha dichiarato Mark Rushbrook, Global Director Ford Performance Motorsport. “Con questo programma, ci eravamo dati l’obiettivo di tornare a Le Mans a 50 anni esatti dalla nostra
prima vittoria nel 1966, per salire sul gradino più alto e l’abbiamo raggiunto già nel primo anno.
Tuttavia, ciò non ha sminuito il nostro desiderio di continuare a vincere, e il fatto che siamo saliti sul podio ogni anno a Le Mans dimostra quanto sia stato costante l’impegno della squadra. Per la nostra ultima Le Mans, abbiamo cinque GT pronte sulla griglia di partenza, compresa la Keating Motorsports, quindi, posso solo sperare di arrivare al top. Qualunque cosa accada, è stata la corsa di una vita e siamo molto grati all’ACO e al WEC per tutto il loro supporto.”
Ford è l’unico degli attuali costruttori GTE Pro ad aver raggiunto il podio nelle ultime tre edizioni della 24 Ore di Le Mans. Con le nuove livree, pensate per celebrare i successi del passato, tutte e quattro le Ford GT sono guidate da piloti che si sono spesso posizionati sul gradino più alto del podio.
La Ford GT #66 sarà guidata da Stefan Mücke (GER), Olivier Pla (FRA) e Billy Johnson (USA). Come per ogni francese, una vittoria a Le Mans significherebbe il massimo per Pla.
“Lo diciamo ogni anno e, ogni anno, con la stessa determinazione: vogliamo vincere Le Mans!”, ha raccontato Pla. “Questa è la nostra ultima possibilità di farlo al volante di una Ford GT ufficiale, quindi, la pressione è più alta che mai, ma ci sentiamo bene, ci sentiamo forti e siamo pronti per partire e correre per la vittoria”.
Il classico equipaggio della GT #67, formato da Andy Priaulx (GB) e Harry Tincknell (GB) per la 24 Ore di Le Mans sarà affiancato da Jonathan Bomarito (USA): un trio pronto a dare battaglia.
“Penso che le nostre ultime prestazioni nelle gare WEC e IMSA ci mettano nella rosa dei favoriti”, ha detto Tincknell. “Jonathan (Bomarito) ha fatto un ottimo lavoro a Sebring, quindi, penso che saremo una squadra forte. Siamo già andati vicini alla vittoria l’ultima volta: non c’è motivo di pensare che non si possa vincere. Tutto ciò che ogni pilota può desiderare è avere un’auto competitiva e noi l’abbiamo: tocca a noi completare l’opera. Vinceremo!”
Joey Hand (USA) fa il suo ritorno al volante della Ford GT #68 a Le Mans, ora completamente ristabilito dopo un recente problema di salute. Insieme a Dirk Müller (GER) e Sébastien Bourdais (FRA) ha vinto la 24 Ore di Le Mans nel 2016, quindi sarebbe felice di fare la doppietta nel 2019.
“Sono entusiasta di tornare a Le Mans come non lo sono mai stato”, ha commentato Hand. “Perdere le ultime due gare a causa della malattia è stato difficile, ma prepararmi per Le Mans ha guidato la mia ripresa. I due giorni di test sul simulatore Ford sono andati bene e ho lavorato duro per essere fisicamente pronto per questa gara. Sarà bello tornare con i ragazzi ma, soprattutto, sarà fantastico tornare alla guida di una Ford GT per cercare di vincere questa leggendaria gara: non c’è davvero nessuna altra competizione così al mondo e sono stato onorato di salire sul più alto gradino del podio, insieme a Dirk e Sebastien, nel 2016. Vogliamo farlo ancora una volta per Ford, per Chip Ganassi e per tutte le persone che hanno lavorato così duramente a questo programma nel corso degli anni”.
L’equipaggio della Ford GT #69 è composto da Ryan Briscoe (AUS), Richard Westbrook (Regno Unito) e Scott Dixon (Nuova Zelanda), saliti sul podio due volte al volante della Ford GT. Quest’anno vorrebbero completare il loro personale podio con un primo posto dopo aver già conquistato, gli anni scorsi, il secondo e il terzo
“Sono molto contento di tornare a Le Mans quest’anno, soprattutto con le nuove livree celebrative che omaggiano alcune delle Ford GT di maggior successo nella storia di Le Mans”, ha raccontato Briscoe. “Dixie, Westy e io abbiamo già conosciuto il podio di Le Mans ma non il gradino più alto, quindi, ci piacerebbe davvero poterlo raggiungere quest’anno, soprattutto per ringraziare Ford e il Team di Chip Ganassi che hanno fatto parte di questo fantastico programma.  Abbiamo l’auto perfetta, ma anche un incredibile team di persone a seguirci, tutto ciò che occorre per vincere una gara come questa. Non vedo l’ora di iniziare.”
Nella categoria GTE Am, la Ford GT #85 di Keating Motorsports, sponsorizzata da Wynn’s affronterà la potenza di Ferrari, Aston Martin e Porsche. Ben Keating (Stati Uniti), Jeroen Bleekemolen (NETH) e Felipe Fraga (BRA) sono pronti per dare il massimo e portare a casa la vittoria.
L’87esima edizione della 24 Ore di Le Mans inizierà sabato 15 giugno alle 15:00 CET.

Ufficio Stampa

Commenti