Elena Vallortigara al lavoro a Modena: “Qui per preparare al meglio la mia stagione”
Giornate di lavoro intenso all’interno della pista Indoor del Campo Scuola di Modena. Gli atleti di casa Fratellanza stanno preparando le prime importanti gare del 2019, ma la struttura di via Piazza spesso e volentieri ospita anche tanti altri atleti di livello nazionale.

In queste settimane ad aver scelto Modena come sua base operativa è stata Elena Vallortigara, una delle migliori saltatrici in alto azzurre reduce da un 2018 che l’ha portata alla ribalta con la misura di 2.02, seconda prestazione italiana di sempre: “Sono molto contenta di essere qui a Modena, è un posto in cui mi sono già allenata qualche anno fa e mi è abbastanza familiare. Abbiamo scelto di venire qui perché a Siena non abbiamo nessuna struttura al coperto e poteva essere la scelta migliore in questo momento delicato, arrivando da un piccolo infortunio e passando anche da una fase di preparazione più generica ad una più tecnica. Quella di Modena è una struttura comoda e sono vicina anche al mio fisioterapista, ma in generale è stata una settimana produttiva in cui ho fatto dei progressi”.
La Vallortigara, che già si era allenata per qualche tempo sotto la Ghirlandina è stata protagonista anche quest’estate alla Finale Oro con la divisa della sua società di appartenenza: “Sicuramente la gara dei Campionati di Società è stata una buona prova in vista dei Campionati Europei che, però, non sono andati così bene. Non ero al top, ma sono comunque riuscita a fare bene saltando 1.94. Era anche la prima volta che saltavo sulla pista nuova, mi sono trovata molto bene e forse anche questo mi ha dato una spinta in più”.
Circa un mese più tardi, poi, il grande risultato di stagione in una tappa della Diamond League a Londra: “E’ stato un risultato tanto inaspettato quanto sentito in quel momento. Era un momento particolare, molto intenso, dove ho creduto al 100% nelle mie capacità ed è stato un riuscire a fare quel che ho sempre pensato di poter fare in tutti quanti gli scorsi anni, soprattutto in quelli di difficoltà. Non pensavo di farcela in quell’occasione, pensavo ci volesse più tempo e una maggiore maturità fisica, tecnica, mentale, invece è arrivato ed è stato un momento bellissimo che ricorderò tutta la vita”.
Infine i buoni propositi per il 2019: “Quest’anno i miei obiettivi saranno quelli di essere più costante su misure intorno all’1.95 e vincere anche qualche medaglia. Già con una sarei contenta, ma ad ogni modo voglio dare il meglio nei momenti delle competizioni importanti ovvero i Mondiali a fine settembre e gli Europei che sono già a marzo. Se tutto va bene dovrei essere in grado di farli al massimo delle mie possibilità”.
Ufficio Stampa

Commenti