La parola ai protagonisti | Mondonico: “Noi bravi a gestire il possesso palla. Fa parte della mentalità che il mister ci ha trasmesso”
A margine della bella vittoria casalinga contro il Fano per 2-0, è intervenuto in conferenza stampa il tecnico bluceleste Massimiliano Alvini, che ha così analizzato il match: "Sono enormemente soddisfatto e considero la vittoria di oggi la più importante fino a questo punto del campionato. Perché è arrivata al termine di una settimana difficile, con alcuni problemi che abbiamo avuto. Lo faccio sempre, ma oggi ci tengo particolarmente a ringraziare i miei ragazzi. Hanno giocato Mondonico e Coser con la febbre e Colombi che è riuscito ad allenarsi soltanto una volta. Grandi meriti a loro". Questo il suo pensiero sugli avversari: "La classifica è bugiarda. Il Fano ha dei valori importanti e sono convinto che si riprenderà. Ha un allenatore esperto, bravo, come lo era anche Cuttone. Può darsi che il momento li abbia condizionati, ma comunque hanno pareggiato con la Sambenedettese e avrebbero meritato di più con la Reggiana. Sapevo che sarebbe stata una partita difficile ed allora ci sta soffrire in certi momenti. Davanti avevano Fioretti, Germinale, Lazzari, Melandri e Filippini, giocatori che ti possono sempre trovare la giocata. Per questo ritengo, viste anche le nostre problematiche, la vittoria importantissima e di estremo valore". Le domande dei giornalisti sono volte a mettere in risalto il buon andamento dell'AlbinoLeffe: "Stiamo facendo bene e giocando un buon calcio. Mi fa piacere per chi viene allo stadio. Abbiamo un'idea di gioco ed i calciatori provano sempre a metterla in pratica. Poi veder giocare tanti giovani come Gelli, Mondonico, Coppola, Ravasio e Nichetti dà a me e al mio staff grande soddisfazione".  Le ultime battute sono dedicate all'impegno di Coppa Italia di mercoledì: "Con la Pro Piacenza probabilmente farò giocare anche alcuni ragazzi della Berretti perché se lo meritano. Sono giocatori di prospettiva che vogliamo far crescere e quindi saranno a disposizione. Degli infortunati potremo recuperare probabilmente soltanto Montella".

Ai microfoni di www.albinoleffe.com è intervenuto anche il difensore Davide Mondonico, fresco di prima rete tra i professionisti, proprio lui la cui presenza era stata in dubbio alla vigilia: "Gli ultimi due giorni della settimana sono stato un po' male, ho accusato qualche linea di febbre e altri sintomi però grazie allo staff medico sono riuscito a giocare questa partita e sono contento di com'è andata". Ecco invece il suo pensiero sulla prestazione dell'undici titolare 'rimaneggiato' sceso in campo: "Nonostante le assenze di Scrosta, Giorgione e Sbaffo siamo stati bravi a gestire sempre noi il possesso palla. Fa parte della mentalità che il mister ci ha inculcato e noi quindi cerchiamo sempre di avere in mano il pallino del gioco. Siamo contenti perché tutti i giovani stanno dimostrando di potersi giocare il posto, in particolare oggi merita un elogio la prestazione di Nichetti. Sono felice per lui perché se lo merita". Il ventenne milanese è stato protagonista di una grande crescita con la maglia bluceleste in quest'ultimo anno e mezzo: "Sono soddisfatto del percorso che sto seguendo anche se all'inizio è stato difficile. Lavorando ed ascoltando i consigli del mister durante gli allenamenti sono riuscito a correggere molte cose e grazie a questo oggi riesco a giocare con un po' più di continuità". Chiusura dedicata al positivo momento della compagine seriana: "Siamo felici per questo momentaneo terzo posto però manteniamo il nostro equilibrio. L'obiettivo primario rimane la salvezza, poi una volta raggiunta potremo lottare per altri obiettivi sempre più grandi".

Commenti