Anche quest’anno Fondazione Milan onlus grazie alle aziende che hanno sostenuto il NUTRILITE Sand Volley Challenge 2015, ha potuto donare 20.000 euro al progetto “Scuola Bottega”, che – grazie anche allo sport – aiuterà trenta ragazzi della periferia di Milano a riprendere il loro percorso di studi e di inclusione sociale

In occasione della giornata finale del NUTRILITE Sand Volley Challenge 2015, la manifestazione sportiva ideata da Fondazione Milan per promuovere e sostenere nuove iniziative di inclusione sociale, sono stati devoluti 20.000 euro in favore del progetto “Scuola Bottega”.
Quest’iniziativa mira a contrastare, anche attraverso l’attività sportiva, il fenomeno della dispersione scolastica, che in Italia ha dimensioni allarmanti: i ragazzi tra i 10 e il 16 anni che abbandonano gli studi prima della conclusione del ciclo scolastico obbligatorio rappresentano il 17,6%: parliamo di quasi 700.000 studenti a rischio. Milano è tra le prime otto città interessate da questo fenomeno.

“Scuola Bottega” mira a fornire un sostegno personalizzato, secondo il principio dell’alternanza scuola lavoro, a 30 ragazzi tra i 13 e i 17 anni delle periferie di Milano che hanno abbandonato la scuola dell’obbligo. I ragazzi sono impegnati ogni settimana in tre differenti attività: formazione curriculare in aula; formazione esperienziale attraverso laboratori e attività sportive; tirocinio formativo in bottega, propedeutico ad un futuro inserimento lavorativo. La pratica sportiva in particolare ha lo scopo di coinvolgere i ragazzi in questo percorso mostrando modelli alternativi di socialità, educando al rispetto delle regole e al lavoro di squadra. Attraverso la pratica sportiva si instaura un rapporto più equilibrato con le figure adulte, si acquisisce maggiore fiducia in sé stessi e si creano nuovi punti di riferimento.

Questo progetto si inserisce in un più ampio Programma di Sport e Inclusione sociale di Fondazione Milan, con progetti specifici su tutto il territorio nazionale: la pratica sportiva viene utilizzata per riattivare ragazzi e giovani che attraversano un momento di difficoltà nella loro vita, restituendogli fiducia in se stessi e nelle figure di riferimento adulte e aiutandoli a reinserisi nel loro circuito sociale, nei percorsi accademici e lavorativi.

Grazie al contributo delle aziende che sostengono il progetto: La Cacciatora, Giorgio Tesi Vivai, Infront, Nivea, RE-HASH, Sartoria Luca Paolo Rossi e Nutrilite, major donor dell’iniziativa, è stato possibile raccogliere  la cifra complessiva di 20.000 Euro .

Per l’occasione, Montante Italian Style ha donato una bici  del valore di 2.500 euro che verrà consegnata al miglior giocatore del torneo.

Tanti gli amici che hanno voluto essere presenti a questo evento. Tra i partecipanti hanno voluto essere sul campo numerose atlete professioniste del volley italiano: Veronica Angeloni, Maren Brinker, Francesca Ferretti, Rachele Sangiuliano, Manuela Leggeri, Alessia Ghilardi, Giulia Decordi, Carolina Zardo, Chiara Ferretti e molte altre. Oltre a loro anche alcuni illustri campioni rossoneri del passato come Paolo Maldini, Serginho, Massimo Ambrosini, Angelo Carbone, Cristian Brocchi, i cestisti Giacomo Galanda, Claudio Coldebella, Fiorello Toppo e Hugo Sconocchini; grandi campioni dello sport come Franco Bertoli e Antonello Riva.
“L’obiettivo dei nostri progetti è aiutare i giovani a sviluppare il loro potenziale, fare in modo che lo sport sia lo strumento attraverso il quale ciascuno possa scoprire e mettere a frutto il proprio talento, anche per chi si trova in situazione di difficoltà come i ragazzi coinvolti nell’iniziativa presentata oggi” – dichiara Rocco Giorgianni, Segretario Generale di Fondazione Milan – “Rivolgiamo un ringraziamento speciale alle aziende e agli atleti che con la loro partecipazione hanno fatto di questo torneo un momento eccezionale di fair play e solidarietà”.

Direzione Comunicazione AC Milan

Commenti