Federazione Italiana Sbandieratori

La Federazione Italiana Sbandieratori (F.I.Sb.) nasce con atto formale il 22 ottobre 1966 a San Marino, dove i delegati di 15 Gruppi Sbandieratori ed altre 13 persone, studiosi del folklore sportivo, si costituiscono in associazione denominata “Federazione Italiana dei Giuochi Antichi e Sport della Bandiera”, con sede nella città di Arezzo.

Il merito di questa iniziativa è da riconoscere soprattutto nelle persone del Prof. Vittorio Dini (Arezzo), Prof. Florido Magrini (Arezzo) e Prof. Giuseppe Rossi (San Marino) che furono i promotori di questa associazione nazionale.

Lo scopo principale della Federazione è quello di perpetuare attraverso i tempi il secolare giuoco della bandiera in tutte le sue espressioni folkloristiche, tradizionali e sportive, per dar modo agli ultimi depositari di questa antica arte di stringere fra loro legami di fraternità e amicizia e di contribuire, in uno spirito di mutua collaborazione, alla diffusione fra i popoli degli ideali storici, tradizionali e sportivi di questo antico patrimonio culturale.

La Nazionale F.I.SB., fiore all’ochiello della Federazione Italiana Sbandieratori, è stata “creata” la prima volta in occasione della Cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici Invernali di Salt Lake City, dove l’esibizione dei nostri atleti faceva parte del segmento che presentava i XX Giochi Invernali di Torino 2006, prima della consegna della bandiera olimpica da parte del Sindaco di Salt Lake al Sindaco di Torino Sergio Chiamparino.

Da allora la nostra Nazionale ha avuto molte richieste in giro per il mondo ed in Italia.

Ecco un elenco di tutte le manifestazioni a cui i nostri atleti hanno preso parte:

Salt Lake City 2002: Cerimonia di Chiusura dei XIX Giochi Olimpici Invernali Passaggio della Bandiera Olimpica;

Torino 2006: Cerimonia di apertura dei XX Giochi Olimpici Invernali;

domenica 30 Marzo 2008: la Nazionale Musici e Sbandieratori si è esibita a Bologna nel corso del evento “Final Eight Coppa Italia 2008 Volley serie A femminile”;

la Nazionale Sbandieratori e Musici F.I.SB. è stata impegnata a Malta nei giorni 24-25-26 Ottobre 2008 in occasione della “Settimana della Lingua Italiana nel mondo” promossa dal Ministero degli Esteri e dall’Ambasciata d’Italia a Malta;

sabato 29 Marzo: Dubai World Cup - Emirati Arabi;

sabato 26 Giugno 2009: Pescara - Stadio Adriatico - Giochi del Mediterraneo;

nuova destinazione della Nazionale è l’Ucraina a Donetsk, dal 22 al 30 agosto 2009, per la cerimonia d’inaugurazione dello Stadio FC Shakhtar Donetsk, il 29 agosto 2009.

La selezione dei componenti di ogni manifestazione avviene da parte dei 3 Commissari Tecnici incaricati dal Consiglio Direttivo.

Ogni selezione è mirata ad avere nella Nazionale almeno una volta atleti di tutti i Gruppi iscritti alla Federazione, procedendo dai primi classificati e finalisti nelle Tenzoni e Gironi preliminari nella specialità Singolo e Coppia Tradizionale, via via andando a configurare squadre tecnicamente di alto livello.

REGOLAMENTO

“Homini abili nell’agitar vessilla”

Nata all’interno dell’ambito militare, “l’arte di sventolar bandiera” viene ereditata ad oggi dalla figura dello sbandieratore che diventa il depositario protagonista più atteso negli eventi delle rievocazioni storiche, nate con lo specifico intento di recuperare in termini etici ed estetici la memoria storica di specifici territori.

Di seguito saranno fornite alcune informazioni utili per conoscere e scoprire il spettacolare mondo del “giuoco della bandiera”.

1. Ruoli all’interno del Gioco Atleta

Per atleta si intende ciascuna persona all’interno del campo gara durante lo svolgimento di qualsiasi esercizio.

Giudice

Il giudice osserva, applica e valuta degli esercizi in rispetto alle regole del gioco.

Giudice di campo

Il giudice di campo disciplina l’ingresso degli esercizi nell’area transennata, verifica il rispetto delle misure delle bandiere, dell’utilizzo dello spazio “pre-gara”, ed inoltre della conformità degli strumenti, dei costumi e del look degli atleti.

Segreteria

La segreteria raccoglie i segni/spunte di tutti gli esercizi in gara emessi da tutti i giudici ed effettua per ciascun elemento di giudizio i conteggi di tutti i giudici.

Ispettore di giuria

È responsabilità dell’ispettore di giuria gestire la gara, controllando e supervisionando l’operato dei giudici, del giudice di campo, della segreteria, degli atleti in gara e dei gruppi in genere.

Portabandiera

La sua funzione è esclusivamente quella di passare o ricevere dall’atleta in gara le bandiere necessarie per l’esecuzione dell’esercizio.

Portinsegna o portastendardo

È obbligatoria, per ogni esercizio, la presenza di un portinsegna o portastendardo, recante l’insegna del gruppo di appartenenza.

2. Bandiere e costumi Bandiere

La dimensione minima del drappo è definita in 1300 X 1300 mm.

Costumi

Ogni individuo che ha accesso all’interno del campo di gara, deve indossare il costume storico del proprio gruppo. Non sono previste particolari richieste per i costumi, se non quelle legate al periodo storico preso a riferimento per il gruppo.

3. Specialità di Esercizi

Gli esercizi della Categoria Tradizionale sono suddivisi nelle specialità di Singolo, Coppia, Piccola, Grande Squadra e Musici.

Ogni specialità è caratterizzata da diversi elementi: da un intervallo di tempo prefissato entro cui svolgere l’esercizio, da un intervallo di tempo dedicato alla sbandierata ed infine da una serie di elementi di valutazione per la composizione del giudizio finale.

Singolo

L’esercizio di Singolo è caratterizzato dalla presenza all’interno del campo di gara di un unico atleta sbandieratore.

L’atleta può esibirsi a proprio piacimento nelle figure e con i passaggi consentiti dalla Categoria Tradizionale utilizzando fino ad un massimo di cinque bandiere nel corso dell’esercizio.

Coppia

L’esercizio di Coppia è caratterizzato dalla presenza all’interno del campo di gara di due atleti sbandieratori. Il numero delle bandiere impiegate può essere al massimo il quadruplo degli atleti in gara.

Piccola Squadra

L’esercizio di Piccola Squadra è caratterizzato dalla presenza all’interno del campo di gara di quattro o sei atleti sbandieratori.

Il numero delle bandiere impiegate può essere al massimo il triplo degli atleti in gara.

Grande Squadra (Sbandieratori+Musici)

L’esercizio di Grande Squadra Sbandieratori è caratterizzato dalla presenza all’interno del campo di gara di un numero pari di sbandieratori compreso tra 8 e 16, Il numero delle bandiere impiegate può essere al massimo il doppio degli atleti in gara. L’esercizio di Grande Squadra deve rappresentare l’unione, in termine di coreografia e spettacolarità, tra gli sbandieratori ed i musici.

L’esercizio di Grande Squadra Musici è caratterizzato dalla presenza all’interno del campo di gara di un numero di musici compreso tra un minimo di 10 ed un massimo di 20 atleti, mentre il numero massimo di fiati consentito è stabilito in 10 unità. Nelle specialità di Singolo, Coppia e Piccola Squadra la funzione del gruppo musici è esclusivamente quella di accompagnare musicalmente l’esecuzione dell’esercizio.

4. Campo di Gara

Il campo di gara deve essere perfettamente rettangolare e transennato diviso in campo gara e pre-gara: durante l’inizio dell’esercizio il campo pre-gara diventa a tutti gli effetti campo gara. Deve essere inoltre presente un’area adiacente all’ingresso degli atleti in gara, anch’essa transennata, per consentire il corretto svolgimento delle operazioni di uscita ed ingresso nella piazza per tutte le specialità in concorso.

5. Tempi Esercizi

Per ogni specialità sono assegnati determinati tempi d’esercizio. La partenza del cronometro è prevista al primo suono dei musici, oppure in corrispondenza del primo movimento di atleta, sia esso portabandiera, portainsegna, musico o sbandieratore. Il termine della registrazione del tempo avviene in corrispondenza dell’ultimo suono prodotto dai musici o dell’entrata dell’ultimo atleta all’interno dello spazio denominato “pre-gara”.

6. Formazione del giudizio

Gli esercizi verranno giudicati da una giuria formata da persone regolarmente iscritte al “Gruppo Giudici Gara” ed abilitate alla valutazione dell’elemento in oggetto. Ciascun elemento della giuria dovrà esprimere il proprio punteggio o voto singolarmente senza consultare colleghi o persone esterne alla giuria.

Le specialità di bandiere (Singolo, Coppia, Piccola Squadra e Grande Squadra) verranno giudicate in base ai seguenti criteri:

Esecuzione e Portamento: i giudici di questo elemento valuteranno la corretta esecuzione dell’esercizio e il portamento/ eleganza con cui lo eseguono.

Influiranno negativamente in questo giudizio eventuali bandiere che cadono a terra (sia parzialmente che totalmente) eventuali corse ed altri movimenti non consoni ad una corretta sbandierata.

Composizione: i giudici di questo elemento valuteranno la costruzione dell’esercizio esaminando le figure create, le tipologie di lancio eseguite, la quantità e qualità dei movimenti artistici e coreografici, il tutto dentro il tempo di sbandierata.

Difficoltà: i giudici di questo elemento valuteranno il grado di difficoltà espresso dall’esercizio.

Il grado di difficoltà dipende principalmente dal numero di bandiere giocate.

Sincronismo (solo per l’esercizio di Grande Squadra): i giudici di questo elemento valuteranno tutti i momenti dove esiste una corrispondenza tra i movimenti o i lanci degli sbandieratori e gli squilli o i rulli di tamburo del gruppo musici.

Tale giudizio influirà sia sull’esercizio di Grande Squadra Bandiere che sull’esercizio di Grande Squadra Musici.

La specialità musici (Grande Squadra Musici) verranno giudicate in base ai seguenti criteri:

Coreografia: i giudici di questo elemento valuteranno le coreografie eseguite dal gruppo musici all’esterno e all’interno del gruppo sbandieratori. Durante l’esecuzione delle coreografie il giudice valuterà anche le penalità che gli atleti possono commettere (es. fuori passo, figura non leggibile, caduta di bacchette ecc.).

Sincronismo: i giudici di questo elemento valuteranno tutti i momenti dove esiste una corrispondenza tra i movimenti o i lanci degli sbandieratori e gli squilli o i rulli di tamburo del gruppo musici. Tale giudizio influirà sia sull’esercizio di Grande Squadra Bandiere che sull’esercizio di Grande Squadra Musici.

Difficoltà musicale: i giudici di questo elemento valuteranno la durata e la qualità della musica suonata dal gruppo musici.

Il grado di difficoltà dipende principalmente dalla quantità di voci con cui si eseguono i brani musicali.

Pulizia del suono: i giudici di questo elemento valuteranno la corretta esecuzione durante l’esecuzione dei brani musicali.

Influiranno negativamente in questo giudizio eventuali stecche, stonature ecc.

Sommando il valore degli elementi sopraindicati si otterrà il punteggio finale che non può essere inferiore a zero e superiore a 30.

7. Squalifiche

La squalifica dovrà essere notificata tempestivamente dall’Ispettore di Giuria al rappresentante ufficiale del gruppo e potrà avvenire nei seguenti casi:

atteggiamenti irriverenti ed offensivi nei confronti della giuria da parte di atleti in gara, anche al termine dell’esercizio, purché sempre all’interno della piazza.

mancato rispetto delle regole tecniche, come ad esempio il numero di bandiere diverso da quanto consentito, l’assenza del portinsegna o portastendardo, il mancato rispetto delle misure minime per le bandiere, il look degli atleti non appropriato al contesto, l’impiego di occhiali non da vista o la partecipazione di un atleta non in regola con il tesseramento.

8. Fase Eliminatoria e Fase Finale

Fase Eliminatoria

Nella fase eliminatoria, suddivisa per specialità, tutti i gruppi eseguiranno il loro esercizio in presenza della giuria. Al termine di questa fase, sulla base dei punteggi assegnati, sarà stilata una classifica per specialità che consentirà ai primi 8 classificati di accedere alla finale. Nel caso in cui tra questi rientrasse l’esercizio in possesso della Wild Card (ottenuta durante la Tenzone Argentea di Reggio Emilia dai vincitori delle specialità di Singolo e Coppia), accederanno alla finale i primi 9 classificati.

Fase Finale

I finalisti eseguiranno nuovamente l’esercizio di fronte alla giuria. Il voto finale, che stabilirà la graduatoria definitiva, sarà ottenuto sommando il punteggio della fase eliminatoria con quello della finale. Per ciascuna specialità saranno premiati i primi tre classificati.

Combinata

È previsto un ulteriore premio, denominato “Combinata”, che tiene conto esclusivamente del migliore piazzamento per gruppo all’interno della specialità. La classifica della “Combinata” è ottenuta sommando il valore assegnato al piazzamento per ognuna delle specialità. Risulterà vincente il gruppo che totalizzerà il minore punteggio di combinata.

Premio Coreografia

Si tratta di un premio assegnato al gruppo che si aggiudica il maggior punteggio, generato dalla somma dei voti dell’elemento “Composizione” della Grande Squadra e dell’elemento “Coreografia ed Esecuzione” dei Musici, ottenuti durante la fase di qualificazione.

 

Commenti