image image image image
Mitsubishi Eclipse Cross alla Dakar 2019
Le smart EQ fortwo protagoniste dell’Italiano RX
Una Casa per Crescere
Coppa del Mondo di snowboard alpino

  • JAGUAR ENTRA NELLA STORIA
    In questo fine settimana Jaguar scriverà un’altra pagina della storia delle...
  • GLASS
    Il celebre regista M. Night Shyamalan porta sul grande schermo Glass, un esplosivo...
  • SITTING VOLLEY
    Il Sitting Volley è una disciplina paraolimpica ideata per permettere di far giocare...
         

 

Cerca GiocatorePer accedere al servizio la registrazione è obbligatoria. Dopo potrai conoscere e comunicare con i giocatori/trici del tuo stesso livello per organizzare incontri sportivi, scambiare informazioni su tutte le discipline sportive.

Cerca ImpiantoPer inserire il tuo impianto/società/negozio inviaCi un e-mail con i tuoi dati a  info @ sportiamoci.it, sarà cura dei nostri collaboratori ricontattarVi

Il regista bianconero analizza la sconfitta interna contro Castellana Grotte: “Ce la siamo giocata alla pari contro la squadra che vincerà il campionato, senza mollare mai”. Per il prossimo incontro con il Club Italia idee chiare: “È una partita difficile, però se vogliamo rimanere in alto dobbiamo cercare di vincere”. -

 

PERUGIA – È un mix di sentimenti contrapposti il “day after” per la Sir Safety Perugia. La sconfitta interna al tie break contro Castellana Grotte ha certamente lasciato un po’ di delusione perché il grande risultato era lì a portata di mano. È altrettanto vero però che la squadra ha regalato due ore di splendida pallavolo, battagliando con una formazione di rango come quella pugliese. Sono stati pochi punti a fare la differenza ed a spostare l’ago della bilancia dalla parte ospite, però l’immagine di una Sir battagliera e mai doma e l’applauso convinto dei tifosi al termine della contesa sono segnali del bel gioco espresso e di un gruppo, quello dei Block Devils, in continua e costante crescita. L’analisi spetta al regista bianconero Nicola Daldello.

Leggi tutto...

LE GINNASTE DELLA RITMICA QUINTE ALLA FASE INTERREGIONALE DI SERIE B

 

 La fase interregionale del Campionato di Serie B di Ritmica, svoltasi ieri (N.B. domenica 13 novembre) a Castellanza per l’ organizzazione della Società Ginnastica Moderna Legnano, è risultata molto amara per le ginnaste, le tecniche e la dirigenza bianco verde laniera dal momento che la Ginnastica La Marmora è stata fermata al 5° posto su ventuno concorrenti di Piemonte, Lombardia e Liguria nella sua più che probabile ammissione alla finale nazionale dove avrebbe potuto giocarsi alla pari con altre, non molte in realtà, la promozione alla Serie A. Di ogni concentramento interregionale passano le prime tre, ecco il motivo per cui si parla di stop. A parte il dire che lo sport  ha un’alea che  non consente a volte che vi sia un risultato “scontato”,  “quando viene a mancare ogni forma di ragionevolezza che illustri, tentando di spiegare, ciò che capita” – dice il Presidente Franco Ruffa –  “non si riescono a comprendere gli eventi che viene voglia di catalogare come casuali oltreché inauditi e viene la tentazione di buttare tutto all’aria: tanto il lavoro serio e competente non, o a volte non, paga. Si vanno a rivedere le due graduatorie regionali precedenti, si constatano i progressi ottenuti, ma ci si scontra con l’ allucinante realtà di chi viene gratificato di un balzo in avanti inaspettato quanto provvidenziale”.

Leggi tutto...

Ottimo pareggio conquistato sul difficile campo di Carapelle

La Nuova Molfetta si conferma in un buon momento di forma ed esce imbattuta dalla difficile trasferta di Carapelle.

I marinai, diretti da mister Tommaso Liddi, sono riusciti a conquistare un prezioso punto per 1 a 1, che fa il pari con il successo di domenica scorsa nel derby contro la Melphicta; entrambe le reti sono giunte nella ripresa.

I biancorossi, privi ancora dell’infortunato Paniscotti e dello squalificato Savino, sono passati in vantaggio con la prima rete stagionale di Daniele “autovelox” Lopez.

Vantaggio durato una decina di minuti prima del pareggio dei padroni di casa, abili a reagire prontamente allo svantaggio.

Leggi tutto...

Spettacolo puro tra Block Devils e pugliesi che danno vita ad un match bellissimo e molto equilibrato. La spunta al quinto set la corazzata ospite che sfrutta la classe dell’eterno Castellano. I bianconeri comunque non demeritano, dimostrando solidità in ricezione, buona qualità di gioco e compattezza di gruppo. Bravo Tamburo, buono il contributo dei centrali Tomassetti e Corsini. Domenica prossima, ancora in casa contro il Club Italia, la possibilità di tornare prontamente al successo -

 

SIR SAFETY PERUGIA-BCC-NEP CASTELLANA GROTTE 2     -3

Parziali: 25-18, 20-25, 23-25, 25-20, 13-15

Durata Parziali: 24, 26, 26, 28, 17. Tot.: 2h 01’

SIR SAFETY PERUGIA: Daldello 5, Tamburo 23, Corsini 9, Tomassetti 11, Vujevic 14, Petric 8, Cesarini (libero), Belcecchi, Bucaioni. N.E.: Zamagni, Bartoli, Lattanzi, Fusaro (libero). All. Kovac, vice all. Fontana.

BCC-NEP CASTELLANA GROTTE: Falaschi, Milushev 23, Elia 9, Giosa 7, Castellano 17, Rodriguez 8, Cicola (libero), Maric 6, Ricciardello, Cazzaniga 2. N.E.: Torre, Salgado, Rinaldi (libero). All. Di Pinto, vice all. Torchio.

LE CIFRE – PERUGIA: 17 b.s., 5 ace, 79% ric. pos., 53% ric. prf., 43% att., 9 muri. CASTELLANA GROTTE: 20 b.s., 1 ace, 66% ric. pos., 37% ric. prf., 52% att., 9 muri.

 

 

PERUGIA ­– Lo spettacolo del grande volley. C’erano tutte le premesse stasera in un Pala Evangelisti caldo di tifo ed entusiasmo ed i Block Devils e Castellana Grotte non hanno tradito le attese. Due ore di difese, contrattacchi, servizi vincenti, pochissimi errori e tanta qualità dei protagonisti in campo. Campo che, alla fine, ha decretato il successo al quinto set degli ospiti di coach Di Pinto, che si confermano davvero squadra di rango nella quale, nonostante i tanti campioni presenti, emerge ancora la classe cristallina di Maurizio Castellano, classe ’71 capace di giocate decisive nei momenti topici del terzo e del quinto set. Ma la Sir ha dimostrato, ancora una volta e casomai ce ne fosse bisogno, di esserci. I bianconeri del tecnico Kovac hanno lottato alla grande, giocando pallone su pallone ed alla fine hanno anche qualche rammarico per come si è chiuso l’ultimo parziale. Sfruttando una ricezione ad alti livelli, tenendo anche in considerazione la qualità del servizio avversario, Daldello ha potuto dare alla squadra un gioco equilibrato ed a tratti effervescente, sfruttando a più riprese i primi tempi con Corsini e Tomassetti e lasciando i palloni pesanti al braccio armato di Tamburo, per l’ennesima volta molto positivo, ed al fioretto delizioso di Vujevic, altro campione senza tempo. Ne è venuto fuori un incontro che ha tenuto col fiato sospeso i tifosi presenti che alla fine hanno a lungo applaudito i protagonisti in campo. Due i momenti decisivi del match. Il primo nel finale di terzo set quando, sul 23-24, Castellano ha spolverato l’incrocio delle linee al servizio (unico ace di Castellana in tutta la gara). Il secondo nel tie break finale. Ancora Castellano, sul 9-7 Perugia, ha suonato la carica rimettendo in partita i suoi compagni. Se resta un po’ d’amaro in bocca in casa bianconera, c’è però grande soddisfazione per come si sta comportando la squadra. Giocarsela sempre contro tutti, un pallone alla volta, uscire dal campo dopo aver dato tutto. Questo i ragazzi stanno mettendo in pratica e questa è la strada per andare lontano. Dopo tre vittorie si ferma dunque la striscia positiva della Sir. L’occasione per rifarsi subito c’è domenica prossima quando al Pala Evangelisti arriverà il Club Italia. Nulla di scontato, anzi. Ma la Sir vista stasera lascia ben sperare.

 

LA CRONACA

 

La Sir si presenta con il sestetto annunciato alla vigilia, Castellana schiera Giosa al centro a far coppia con Elia. Partono forte i Block Devils (5-2), sfruttando la buona vena di Petric. Daldello smista bene il gioco in primo tempo con Corsini e Tomassetti ed al primo timeout tecnico Perugia è avanti 8-5. Castellana comincia a tessere il suo gioco trascinata dalle bordate dell’opposto Milushev, ma “Spacca” Tamburo tiene botta da posto due ed un attacco vincente di “Lupin” Daldello ed un mani e fuori di Petric portano i padroni di casa avanti di quattro lunghezze (14-10). Un errore in attacco di Castellano ferma nuovamente il gioco (16-11). Tamburo è una furia in attacco ed un muro di Corsini sul neo entrato Maric costringe Di Pinto al timeout discrezionale (18-11). Milushev dai nove metri avvicina Castellana (18-14). La Sir riprende la marcia e l’ace di Daldello firma il massimo vantaggio (22-15). Chiude l’ennesimo attacco vincente di Tamburo (25-18). Equilibrio alla ripresa del gioco (3-3). Doppietta di Tamburo (attacco vincente ed ace) per il 5-3 Sir e doppietta successiva di Castellano (5-5). Castellana mette il turbo, giocando bene nel muro-difesa e con il bulgaro Milushev fenomenale in attacco (5-8). Superato il black out i Block Devils tornano a macinare gioco, ma Castellana tiene il break fino al secondo timeout tecnico (13-16). Ancora con Milushev dai nove metri arriva il break ospite (14-19). Perugia non riesce in fase break a ricucire lo strappo ed un muro di Milushev fa tornare in parità la sfida (20-25). Il terzo set vede le due squadre fronteggiarsi a viso aperto. Spezza l’equilibrio un bel colpo dello spagnolo Rodriguez (6-8). Parità a quota 10 firmata capitan Vujevic. Il match regala spunti di ottimo volley e si mantiene incerto e combattuto. Elia sotto rete ferma il gioco (15-16). Non si arresta il punto a punto tra le due formazioni fino a fine parziale (23-23). Milushev regala il set point a Castellana, poi Castellano dal servizio indovina l’incrocio delle righe e manda avanti i suoi (23-25). Prosegue il bel gioco nella quarta frazione con Castellana che arriva per prima alla sospensione obbligatoria con l’ennesimo colpo vincente di Milushev (6-8). I Block Devils impattano subito (8-8) con firma Vujevic e, dopo alcune azioni combattute provano lo scatto con tre siluri di Petric (16-12). Di Pinto getta nella mischia Maric che si fa subito sentire in attacco portando addirittura avanti gli ospiti (16-17). I bianconeri non mollano e, con Vujevic al servizio, rimettono il naso avanti (22-20). È il momento decisivo del set. Il capitano prosegue nella serie dai nove metri e chiude con un ace di classe (25-20) allungando la gara al tie break. Tie break che inizia con una perla di Vujevic (1-0). Castellana scappa dopo un errore di Tamburo (3-5), ma prima Tomassetti in attacco poi Corsini a muro ristabiliscono la parità (5-5). Vujevic ferma a muro Milushev e manda le squadre al cambio di campo con la Sir avanti (8-7). Milushev out e timeout Castellana (9-7). Entra Cazzaniga opposto. Esce la classe di Castellano (9-9) e proprio un muro del neo entrato Cazzaniga manda avanti i pugliesi (9-10). Vujevic non ci sta (10-10). Ancora Cazzaniga emulato da Tamburo (12-12). Un errore in battuta di Tomassetti dà il match point a Castellana (13-14). Chiude per gli ospiti un muro vincente di Elia (13-15).  

 

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY UMBRIA VOLLEY PERUGIA

FACEBOOK

Newsletter



" Se la vita non ti offre un gioco che valga la pena giocare inventane tu uno nuovo!"
-Chiara da Treviso-



"Chi segue gli altri non arriva mai primo"
-Giulio da Torino-


inviaci le tue citazioni all'indirizzo info@sportiamoci.it

Aggregatore notizie RSS